venerdì 22 giugno 2007

Pane e Coperto


Ieri discutevo con un abusivo, uno di quelli che io chiamo abusivi intellettuali, quelli insomma che non fanno il biglietto giustificandosi usando paroloni e concetti filosofici-sociali, che quando sei su un autobus senza aria condizionata ti costringono a rimanere sull'autobus a fare conversazione mentre grondi sudore!
L'abusivo intellettuale, di solito è calmo, riflessivo, conosce l'uso delle parole e sa come metterle insieme, discutere con una persona cosi è difficile, anche se il controllore non è pagato per discutere, l'abusivo fa di tutto metterti all'angolo, senza sapere che comunque sei senza biglietto e c'è poco da dire, la multa la prendi anche se hai studiato tutta una vita! Io naturalmente ascolto, rifletto, e nella discussione salta fuori il concetto che effettivamente se 60 minuti di corsa costano un euro, per 10 minuti dovrei pagare poco più di 10 centesimi, il ragionamento non fa una piega, se poi ci aggiungi che magari il servizio non è buono e meglio girare gratis!
Ero un po' spiazzato, del resto io ho la terza media, non conosco nulla di filosofia, ma sono una buona forchetta, mi piace andare al ristorante, ci sono posti dove mangi pesce e spendi una follia, oppure ripieghi sulla vecchia osteria, dove magari mangi un piatto di fagioli, oppure puoi fare un pranzo completo o semplicemente prendere un primo, ognuna delle soluzioni che scegli ha un costo differente, ma c'è una cosa che costa sempre uguale, indipendentemente da cosa mangi, dove mangi e quanto mangi, il coperto, nessuno ci fa mai caso quando con lo sguardo legge il menù, ma in fondo c'è sempre il costo del pane e coperto, varia di ristorante in ristorante, ma cosa centra con questo il biglietto? Qualcuno ha mai provato a noleggiare un autobus, se prendiamo una linea urbana media percorre circa 15 km da capolinea a capolinea, con un tempo medio di 50 minuti, che viaggia dalle 5 del mattino all'una di notte, circa 300 km al giorno, nessuno a mai pensato a quanto potrebbe costare noleggiare un autobus che faccia un servizio con queste caratteristiche, e dal momento che l'autobus gira anche se a bordo ci sono 2 passeggeri qualcuno deve pagare lo stesso la benzina, qualcuno pensa veramente che l'euro che si spendono per 60 muniti sia realmente il costo effettivo della corsa? L'abusivo intellettuale è un po' spiazzato, sarà stato il mio linguaggio rude e volgare da operaio di periferia, ma forse ha capito, essendo un mezzo pubblico la corsa la paga l'ente pubblico concessionario del servizio, il passeggero paga il coperto, che è sempre uguale se fai una fermata, 10 fermate, tutto il tragitto, quando il controllore fa la multa invece, 40 euro, vuol dire che oggi la cena la paghi tu, e la mancia è per il controllore che ha apparecchiato la tavola!

5 commenti:

kiki ha detto...

mi sembra pure giusto, però quando fai tre fermate all'interno di un paesino come Castenaso, sulla corriera 99, e le paghi 1,60 perchè è tariffaB, ti fa un po' incavolare.
Idem per l'euro che si paga in centro a Bologna sull'autobus.
Se non altro lì si può fare il biglietto a bordo, mentre sulla corriera ti costa quasi il doppio (ora non ricordo con precisione)... questo cos'è? il sovraccoperto? non mi sembra giusto, soprattutto perchè quando ti capita di dover fare il biglietto a bordo, spesso è perchè è orario di pranzo e la tabaccheria vicino alla fermata è chiusa...

secondo me bisognerebbe rivedere un po' il servizio..

Carlotta ha detto...

bella la metafora del coperto, non ci avevo mai pensato!!!

KingFreak ha detto...

Per fare 3 fermate a Castenaso basta il biglietto da 90 centesimi, che ti permette di fare 8 chilometri in area extra urbano, tutta Castenaso è 35,74 km², 8 km bastano e avanzano per 3 fermate, diverso è se decidi di andare a Bologna, il biglietto costa 1,60 euro, fino a 19 km in area extra urbana, 75 minuti in area urbana!
A Castenaso, 13.000 abitanti, ci sono 10 rivendite di biglietti, di cui 4 con orario continuato, che aprono molto prima della prima corsa di 99, e chiudono molto dopo l'ultima corsa di 99, se poi mi dici che non sono vicini alla tua fermata non saprei,una passeggiata nel paesello non fa mai male, ma se conosci il problema sono sicuro che ti sei già dotata di un multicorse da tenere sempre in tasca! Il sovra prezzo del titolo....se uno non si vuole "disturbare" ad andare a comprare il biglietto e tenerlo in tasca, l'autista per il "disturbo" di tenere la cassa, dare i resti, rischiare del suo, si deve pagare, e mi sembra che come ragionamento non offre molte possibilità di discussione...

secondo me bisognerebbe vedere il servizio che viene offerto...

Anonimo ha detto...

Riprendendo la metafora del ristorante:
Se prendi un primo lo paghi intero anche se ne mangi metà giusto?
allora perchè il problema sorge solo all'interno di un autobus?paghi l'intero biglietto e ne consumi metà,non è quello il problema ma se ci si aggiungono 40 euro di multa ecco forse abbiamo trovato il filo della discussione.

Loprofeta ha detto...

Chiusura del post di alto livello! complimenti!