sabato 19 maggio 2007

Carta stampata 2



Ecco ci risiamo, la cittadinanza tutta indignata davanti ad un altro caso di ingiustizia da parte di un controllore. Inizialmente ad essere onesti, pensavo di scrivere la classica requisitoria di difesa, poi alcune cose di questo articolo sono saltate agli occhi! Più volte si è parlato di cosa succede sull'autobus quando i controllori sono alle fermate, quando vedi l'abusivo con l'atteggiamento "come se si fosse accorto all'ultimo della fermata" che naturalmente non è un atteggiamento voluto, "Non lo fa apposta" ne è sicuro sicuro l'autore della lettera con l'ausilio del "anziano vicino di seggiolino", non solo, un altra cosa che mi stupisce è il fatto che ha voluto precisare che il ragazzo era "mansueto", so che il signore e abituato a vedere i ragazzi di colore che suonano i bonghi sull'autobus, evidentemente c'è un velo di politically correct, e questo la dice lunga sul caro Orione, ma la cosa che poi alla fine mi fa veramente sorridere è l'impeto che usa quando scrive "Io l'affronto: 'Perché non si dà una calmata lei, crede di essere in un ring? Questo è un mezzo pubblico lo sa?'". E lo dici a me che questo è un mezzo pubblico, il controllore di 40/45 anni ci ha passato una vita sul mezzo pubblico, prima come autista e dopo come controllore, vuole che non lo sappia lui dove si trova e cosa succede a bordo di un autobus, di sicuro lo sa meglio del' "anziano vicino di seggiolino", e forse, dico forse, ha intuito l'azione del' "impaurito ragazzo di colore" in maniera diversa da un semplice errore di valutazione della fermata di discesa, e forse un intuizione di un controllore vale molto di più della "sicurezza" di una persona che la prima volta che ha sentito usare la parola "mansueto" è stata su Discovery Channel! Volevo fare una requisitoria, ricordando che attualmente ci sono 5 controllori in mutua perchè qualcuno era "come se si fosse accorto all'ultimo della fermata", ma preferisco usare il consiglio degli altri controllori "lascio perdere, tanto non ne vale la pena", perché la gente non capisce che il controllore è come un qualsiasi altro lavoro, è fatto da gente che conosce il proprio lavoro e sa come deve farlo è soprattutto conosce le persone, come l'abusivo scappato dall'autobus appena ha visto il controllore, una vecchia conoscenza, molto probabilmente domani, su un altro autobus, con un altro controllore, su un altro giornale qualcuno scriverà di lui perché il controllore se lo è fatto scappare facendo invece la multa ad un povero "anziano vicino di seggiolino"!

8 commenti:

Actarus ha detto...

La storia "anziano vicino di seggiolino" mi ricorda un po il fil di Aldo Giovanni e Giacomo nel pezzo di Ajeje Brasorv

Actarus ha detto...

un consiglio per il tuo Blog.
Iscriviti a http://www.socialdust.com/ potrai poi inserire i permalink dei tuoi post.

Anonimo ha detto...

E' inutile!!!!!!!!!!!
per ogni persona che ti da' ragione c'e nè subito un'altra che ti dà torto.
IL MONDO E' BELLO PERCHE' E' VARIO "GODITELO COSI' COME'"
ciao max

KingFreak ha detto...

Oggi la carta stampata ha pubblicato il mio post di risposta all'articolo, un po' tagliuzzato, un po' risistemato, ma tutto sommato va bene cosi!

Leggi il giornale


In oltre segnalo il blog dell'autore dell'articolo dove c'è stata una biccola discussione tra "blogghisti":

http://orione.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1497579
http://orione.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1492287
http://orione.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1478255

Donia ha detto...

Caspita...E quindi se anche quel ragazzo fosse stato un abusivo (cosa non dimostrata per altro) al controllore è dato il permesso di insultare,strattonare,minacciare e inveire?Fa parte anche questo del lavoro del controllore?
Non colgo il senso del post sinceramente!
Per me il comportamento tenuto da questo controllore è ingiustificabile, e mi stupisco che una persona come lei (per quel poco che posso aver intuito leggendo ciò che scrive e come lo scrive) tenti di difenderlo. Avrebbe potuto fermare il ragazzo e chiedere semplicemente di esibire il titolo di viaggio...di cui certamente era sprovvisto visto che siete tutti dotati di questo super poter che vi permette di identificare gli abusivi...persino leggendo un articolo di 10 righe scritte su un giornale.

KingFreak ha detto...

Immagina di essere ad una fermata dell'autobus, arriva l'autobus, si apre la porta di salita e un tipo ti urta in modo violento scendendo dalla porta sbagliata, non penso che lo inviteresti a prendere un caffè, oppure prova ad immaginare se al tuo posto ci fosse stata una persona anziana o una mamma con un bambino!
Naturalmente non tollero neanche io atteggiamenti violenti e scorretti da parte di un controllore, ma se qualcuno mi spinge e non mi chiede neanche scusa, bhe, un pochino mi incazzo! Sul fatto che fosse più o meno un abusivo, non lo sapremo mai, ma dal numero di verbali che ha sul groppone e dal comportamento "evasivo", le percentuali che in quel momento fosse provvisto di regolare titolo di viaggio sono molto basse per il resto non mi sono affidato solo all'interpretazione dell'articolo, ho parlato direttamente con il controllore un paio di ore dopo il fatto, ancora prima che uscisse la lettera sul giornale, e con tutto il rispetto mi fido di più di un controllore con 25 anni di servizio piuttosto che di un passeggero qualunque!

Donia ha detto...

Non mi è dato sapere cosa abbia fatto questo ragazzo.
Posso commentare solo ciò che leggo.
E stando ai fatti a me sembra una reazione decisamente esagerata.
Sono d'accordo che non si debba scendere dalla porta sbagliata e per di più correndo.
Ci sto anche che il ragazzo si meritasse una lavata di testa...ripeto...una lavata di testa, non spintoni e insulti, a maggior ragione non se si svolge un servizio di pubblica utilità.
Ma la tracotanza del controllore per me non si è fermata qui, anche il modo in cui ha risposto all'autore dell'articolo ai miei occhi non è condivisibile,nè comprensibile e tantomeno accettabile...il tutto poi condito dallo sfoggio del tesserino con fare spocchioso, quasi fosse una licenza a comportarsi come cavolo gli pare e piace.
Avrà pure un bagaglio di 25 anni di esperienza alle spalle, ma non si può dire altrettanto riguardo l'educazione(secondo me e sempre stando ai fatti raccontati nell'articolo che non mi sembra siano stati smentiti).
E dire che se avesse dimostrato un minimo di calma e sangue freddo sarei stata la prima a fare il tifo per lui...

KingFreak ha detto...

...gli spieghi che queste cose non fanno, lui naturalmente sta ad ascoltare, e la prossima volta, visto che a differenza di lui tu sei stato gentile e professionale, farà sicuramente il biglietto!
Viviamo proprio in un bel mondo!