lunedì 23 febbraio 2009

Flunkern

Ok! Dalle mie parti si dice "Non raccontiamo cazzate!", ho scoperto stasera che dalle parti di Vienna, Austria, si dice Flunkern, testualmente "raccontare frottole"!
Facciamo un passo indietro.
Giorni fa un commentatore assiduo del mio blog, che ringrazio per lo sbattimento e che possiamo tutti chiamare Brazov, non so se in onore del più famoso Ajeje, mi segnala che nella metropolitana di Vienna affissi su alcuni cartelli c'è una serie di scuse da non raccontare al controllore quando si viene trovati non in regola con l'utilizzo dei titoli di viaggio!
"Ma dai!", mi ripeto fra me e me, come è possibile che nella civilissima Vienna si abbia il coraggio di chiamare per quello che sono gli abusivi, concedetemi il termine, dei cazzaroli?
Ultimamente sono un po' turbato, lo ammetto! Sarà la notorietà che mi sta circondando, sarà che qualche capoccione aziendale mi sta promettendo la festa, sarà che qualche collega mi sta facendo notare che non tutti i controllori si identificano in quello che scrivo a proposito di loro, ma mi sa che c'è qualcosa che non funziona!
Chiarisco.
Una persona sale sull'autobus, sa che ci vuole il biglietto, ma non lo fa.
Domanda: lo vogliamo colpevolizzare?
Rispondetemi voi, per una volta voglio stare alla finestra, dopo aver scoperto che a Vienna li prendono per il culo, che in Inghilterra se rompono i coglioni gli fanno 1000 sterline di multa, in Francia se ne fottono del buon senso e ti affidano ai ragazzi della polizia metropolitana, per non parlare poi di Berlino dove li mettono addirittura in galera e finire nella Cuba comunista di Fidel dove se non paghi vai a piedi, insomma io che racconto storielle sono cosi stronzo?
Ultimamente sarà la crisi, la fantomatica crisi, ma sull'autobus si sono formate due fazione contrapposte, l'abusivo che non fa il biglietto per colpa della crisi, l'abbonato che odia l'abusivo che non fa il biglietto perché lui è costretto a pagare, ribadisco costretto, e per colpa della crisi non si arriva a fine mese a causa del costo eccessivo del mezzo pubblico!
Mha!! Io non ci capisco più nulla!
Oggi mentre il controllore affrontava un abusivo molesto, altri abusivi salivano, facevano due fermate e scendevano sotto gli occhi dell'abbonato!
La rabbia dell'abbonato montava, quella dell'abusivo molesto pure, in mezzo quel pirla del controllore, che giorno dopo giorno continua a chiedersi chi glielo fa fare!
Dopo aver risolto la questione con l'abusivo, si è sfiorato anche oggi il giro in questura, si avvicina l'abbonato...
"Ma lo sa che quei signori che sono appena scesi non avevano fatto il biglietto?"
"Signora, ma non so se ne è resa conto, avevamo un problema leggermente più grosso da risolvere!"
"Si! Si! A voi basta vedere la faccia un po' più scura e vi tirate indietro, se ero io a quest'ora mi avevate già fatto la multa!"
A parte che in questi casi un "Va' cagare!" non è mai abbastanza, ma ci rendiamo conto?
Da un lato c'è la popolazione che vuole il controllore che gambizza gli abusivi, dall'altro ci sono quelli che mi danno del coglione, quando mi va grassa, se mi prendo a cuore il problema dei trasporti pubblici e dei suoi abusi!
Signori, a Vienna li prendono per il culo ancora prima di salire sulla metropolitana!
Ich bin doch kein Schwarzfahrer - ich hab' nur keinen Fahrschein.
Non sono mica un viaggiatore abusivo. Semplicemente, non ho il biglietto.
Spettacolo, non c'è che dire, a Vienna sono un passo avanti, leggo e rileggo le 101 scuse da non dire mai al controllore austriaco e risento i grandi classici degli abusivi nostrani, purtroppo
da noi gli abusivi devono essere assecondati, il massimo della trasgressione che ci possiamo permettere sulla Carta dei Servizi è "...in caso di irregolarità sull'utilizzo dei titoli di viaggio...", non contempliamo neanche il fatto che qualcuno possa decidere di non farlo il titolo di viaggio, figuriamoci coglionarli in pieno stile viennese!
Sie müssen mir einfach glauben, dass ich einen Fahrschein habe.
Quando le dico che ho il biglietto, lei deve credermi e basta.
Aspe... sento il ronzio del cittadino comune che dice "Ahh! Ma a Vienna i servizi funzionano meglio!"...posso fare un po' di qualunquismo? Si dai lo dico, ma qui lo nego, forse se tutti pagassero, se tutti rispettassero il trasporto pubblico non parcheggiando a cazzo sulle preferenziali, e ci aggiungo, ma non me ne vogliate, se un tranviere nostrano guadagnasse come un tranviere austriaco, forse ma forse...concedetemi comunque il beneficio del dubbio!
Reicht es nicht, wenn Sie mit mir schimpfen?
Non basta il rimprovero?
Capito? I controllori austriaci si permettono anche il lusso di rimproverare, oltre che a multare, qui da noi bisogna anche chiedere scusa mentre fai una multa, altrimenti l'abusivo si offende, ripeto, l'abusivo si offende se gli fai notare che ha girato a scrocco, pazzesco!
Vabbò! Chiudo qua, domani si torna al lavoro nel fantastico mondo del politicamente corretto, in sottofondo un valzer viennese, pensando a quei posti, dove un abusivo, viene trattato come merita, da abusivo!

Ringrazio il commentatore Brazorv per la traduzione e il cittadino comune per gli spunti sul costume e la società!

24 commenti:

AndyCapp ha detto...

Sono completamente d'accordo a metà con il mister !

Hai ragione quando dici che forse se smetteste di andare a comprare le paglie con il SUV in 3 fila l'autobus forse sarebbe più puntuale.
Dubito però che anche con le preferenziali sgombere ci sarebbe un servizio migliore (chesso, autobus fino anche dopo le 21? notturni veri e non due che girano in tondo? ecc ecc)
Per dirla senza peli sulla lingua (e se li ho non sono i miei).
Il servizio dell'ATC vale esattamente quello che costa, 1 euro...quello però almeno dateglielo ;)

KingFreak ha detto...

@AndyCapp

Sempre con sta storia dei notturni, ricordo comunque che le linee portanti viaggiano fino all'una e mezza di notte, (vedi direttrici principali).

Se poi mi parli dei sub-urbani ed extraurbani, parliamone, alcuni comuni dell'hinterland pagano per avere un servizio a disposizione dei loro giovani, che poi prontamente preferiscono sfasciare gli autobus piuttosto che pagare il biglietto, (vedi linea 302)

Per il notturno puro hai ragione, sono pochi e fanno un giro assurdo, ma con tutto il rispetto, per quello che pagano, è tutto grasso che cola!
L'ultima volta che ci sono salito a controllarlo ho fatto fuori mezzo blocchetto ed è finita a polizia e questura, non so se ci siamo capiti!

lazialefracico ha detto...

mah, che dire di fronte a questo tuo sfogo? tu certo sei tra due fuochi, l'invasione degli abusivi specie stranieri, che travolgono ogni prspettiva di controllo del loro titolo di viaggio, e gli italiani incazzosi che assistono alle fughe di massa dei suddetti. Però non ti dee neanche sfuggire che ATC è implacabile, anche oltre ogni limite di buon senso, col cittadino regolare, italiano e non, quelle volte che capita qualche caso controverso. IOn questi casi la speranza di ricorrere trovando una comprensone ispirata al buon senso è pressoché nulla. Tu parli i Carta dei servizi, ma io ti posso replicare che le carte dei servizi sono molto spesso tutte belle parole con cui le aziende fanno solo retorica, proprio quella retorica politically correct che non ti piace. Il paragone con l'Austria regge fino a un certo punto: non mi pare proprio che i paesi europei più civili del nostro siano più duri di ATC, nel multare e nel sanionare,anzi forse lì il ricorrente gode di procedure più nitide e trasparenti di quelle italiane... il problema è che in Italia il flusso degli stranieri irregolari è più forte, e l'autobus è il luogo per eccellenza dove questa realtà viene alla luce. Il controllore è la prima linea!

AndyCapp ha detto...

@king ma infatti ti ho detto che hai ragione te!
Ribadisco, il servizio ATC vale quello che costa, un euro, ed è giusto darglielo.
Ma no mi dire che è un _buon_ servizio, non lo è.

lazialefracico ha detto...

kingfreak hai poi detto che qualche capoccia ti fa le lavate di testa per il tuo blog? ma se finora non fai altro che incensare l'azienda e elogiare i controllori vittime della catttiveria montante? dovrebbero ringraziarti i superiori!

AndyCapp ha detto...

@laziale: che cattiveria?
Il solito vizio degli italiano
Vorremmo leggi severissime (per gli altri) e libertà di fare quel pippio che ci pare (per noi)
Non hai il biglietto? Multa, punto.
Non morirai per 40 euro...

Brazov ha detto...

Ti aspettavo... per metterci su il carico. Alla pagina successiva c'è un elenco di ricorsi AUTENTICI che sono uno spasso. Traduco solo il primo (per oggi):

"Aus obig genannten Gründen - und weil ich wirklich kein gewohnheitsmäßiger Schwarzfahrer - sondern nur ein armer Würstelverkäufer bin, bitte ich Sie herzlichst meine Herren - mir diese Strafe erlassen zu wollen."

"Per le ragioni sopraindicate, non essendo io un viaggiatore abusivo abituale, bensì solamente un povero venditore di panini, vi prego con tutto il cuore di volermi esonerare da tale sanzione".

Vabbè ne aggiungo un'altra:
"Ich habe meinen Fahrschein damals (Anmerkung: vor 12 Wochen) sicher mit einem Taschentuch weggeworfen. Wenn sie mir einen Lageplan der Station Längenfeldgasse schicken könnten wo alle Mistkübel
eingezeichnet sind, find ich ihn vielleicht noch."

"Quella volta (NdR: 12 settimane prima) devo avere sicuramente gettato via il biglietto insieme a un fazzoletto. Se voi poteste inviarmi una cartina della stazione Längenfeldgasse con indicati tutti i cestini, forse potrei ancora trovarlo." ROTFL!!!

AndyCapp ha detto...

Ah cmq per onestà e coerenza, anhce oggi ho versato i miei due EURO (fioravanti-piazza maggiore, via dei mille, matteotti)
Prezzo di un taxi, per lo stesso percorso kilometrico, in UK.
Più COUGH COUGH le mie tasse che servno a mantenere (60 comune 40 provincia) l'azienda ATC...

Anonimo ha detto...

"in Inghilterra se rompono i coglioni gli fanno 1000 sterline di multa". Chi ha tradotto il cartello non deve essere molto ferrato sulla lingua inglese, visto che NON c'è scritto "£1000 di multa" - ma proprio da nessuna parte!

Brazov ha detto...

Effettivamente, sono 1000 sterline di ricompensa a chi denuncia gli atti di vandalismo... mi sa che a Londra non sono messi tanto bene...

KingFreak ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
KingFreak ha detto...

Più COUGH COUGH le mie tasse che servno a mantenere (60 comune 40 provincia) l'azienda ATC...

Andy...Andy...Andy!
Tu batti sempre in quel tasto!
A parte che sono rimasto offeso quando hai detto Ma non mi dire che è un _buon_ servizio, non lo è., vabbò, faccio lo gnorri e faccio finta di non aver capito, ma ti dico che a mio avviso il servizio su gomma offerto in città sia ottimo, potrebbe essere migliore, ma bisognerebbe dotare gli autobus di bazooca anti-carro e una selezione all'ingresso degna delle migliori deiscoteca della riviera, e qui mi fermo!

Tornando al discorso delle tasse, permettimi di dirlo, ma con le tue manteniamo il corrierino da 50 posti che tutte le mattine carica quell'unico passeggero, che per diritto costituzionale, viene portato dal punto A, di solito a buco di culo, in città!
Insomma, garantire un servizio ha degli obblighi ed il cittadino è tenuto a pagarli, togliamo certi obblighi alle aziende pubbliche e vedrai che il cittadino paga meno tasse!
Solo che quando lo fai mi spunta il cittadino comune che vuole "più figa per tutti", e non so quanto costa oltre manica, ma qui da noi la figa costa, soprattutto quando a garantirtela è il comune e la provincia!

Anonimo ha detto...

Volevo ben dire: £1000 di multa non le danno nemmeno se guidi senza patente! ;-)
£20 mi pare una buona sanzione - direi pure in linea con le somme italiane.
Non so cosa ci sia scritto nell'immagine di "Do it and you can be arrested!": non si riesce a leggere. Non avresti una foto a risoluzione maggiore dello stesso cartello?

P.s: il link all'immagine "Do it and you can be arrested!" contiene un numero di cellulare (TIM, immagino): non credo che sia la cosa più sicura lasciarlo lì, "pubblico"...

KingFreak ha detto...

Cazzo!
Non avevo mai cancellato un commento!
Lo ripubblico subito, tempo di recuperare l'immagine originale!

Mi sto veramente rincoglionendo!

KingFreak ha detto...

RIPUBBLICO COMMENTO CANCELLA DOPO EVIDENTE VIOLAZIONE DELLA PRIVACY DEI MIEI COLLABORATORI
PS: NON RIESCO PIU' A TROVARE L'IMMAGINE ORIGINALE


Mia colpa, come traduttore faccio cagare!

In effetti la dicitura è:
Noi pagheremo fino a 1000 sterline per le informazioni principali per la persecuzione di chiunque assalta il conducente o il passeggero che danneggia deliberatamente questo autobus!

In poche parole offrono 1000 sterline di taglia a chi aiuta a identificare l'abusivo rompicoglioni!

Si ma poi cosa ci fanno con l'abusivo catturato grazie all'aiuto degli altri passeggeri?
Questa dicitura su un altro cartello inglese penso parli chiaro: Do it and you can be arrested!

Poi per non essere ripetitivo ti rimando ad un mio vecchio post "Don't assaults the ball" dove più o meno descrivevo gli usi e costumi dei controllori inglesi, compreso un altro post "God save the Queen".

Mi sono sbagliato nel tradurre il primo cartello, lo ammetto, ma sono sicuro che in Inghilterra non sono tanto "polleggiati" con chi non fa il biglietto!

Penalty fares and prosecutions

If you cannot produce, on request, a valid ticket for your entire journey or when using Oyster to pay as you go, your Oyster card containing a record of the start of your pay as you go journey, you may be liable to pay a Penalty Fare on buses, the Tube, Tramlink, DLR and London Overground or you may be prosecuted.

Anonimo ha detto...

Ma... non intendevo "cancellare il commento": intendevo modficare il nome dell'immagine in modo che venisse cancellato il n. di telefono dal link! ;-)

Anonimo ha detto...

Ok, così!

KingFreak ha detto...

Corrette le cappelle, torniamo alla discussione!

Il senso anche del secondo cartello, era anche ...pay a Penalty Fare or may face prosecution. se non sbaglio tradizione dovrebbe essere paghi oppure possono trovarsi di fronte a procedimenti giudiziari!
In poche parole o paghi o vai in galera, correggimi se sbaglio!

Anonimo ha detto...

Be', insomma... "paghi una multa o potresti subire il processo". Diciamo quello che dovrebbe succedere in ogni luogo civile - Italia compresa.
Bisogna vedere
1. se effettivamente subisci il processo (oppure se è un "proforma", come succede da noi)
2. cosa devi materialmente fare per subire il processo (basta non pagare/non avere il ticket o devi, p. es., offendere verbalmente il controllore?)
3. quale sarà l'effettiva pena/condanna (dubito che si vada in galera semplicemente perché non paghi £20, ma forse ragiono con mente troppo italiota e gli inglesi sono più seri! ;-) )

KingFreak ha detto...

In Italia è leggermente diverso, passano anche 5 anni prima di una ingiunzione in tribunale, poi se partiamo dai problemi di identificazione, italiani e non, abbiamo già finito.
In altri paesi se non sanno chi sei rimani dentro finché tu non dimostri chi sei, non come da noi che se dopo 12 ore non sono riusciti a capire chi sei ti devono rimettere in circolazione!



Ho trovato questa Sheriffs Brochure, in italiano visto che conoscono i loro polli e se ne fottono del politicamente corretto, che parla delle multe prese con la macchina ma penso che la procedura sia la stessa!

Se non hai beni sequestrabili e vendibili, potresti ancora avere la
possibilità di convenire una modalità di pagamento oppure di ottenere
una proroga, se ciò non fosse possibile l’ufficiale giudiziario ha il
potere di arrestarti.
Se vieni arrestato, invece di pagare la multa, è possibile che tu possa
svolgere lavoro comunitario non retribuito, ma se non fosse possibile
devi comparire in tribunale alla presenza di un Magistrato.


In Germania sono sicuro vai in galera, tempo fa scrissi qualcosa al riguardo visto che su circa 500 detenuti, 150 erano dentro perché non pagavano le multe sull'autobus o sul treno!

In Inghilterra ho la testimonianza diretta di un collega controllore che si è fatto una notte dentro ed è uscito solo dopo che un suo amico non ha pagato la multa!

Anonimo ha detto...

Ok, se mi citi la testimonianza diretta mi fido, non ho motivo di dubitare. Mi chiedo solo, però, se sia effettivamente SEMPRE così che vadano le cose. Insomma, possibile che da noi ci siano solo problemi mentre all'Estero è tutto "rose e fiori"?

La questione delle Leggi fallaci, comunque, è cosa nota: senza buttarla in politica, mi limito a dire che i nostri governanti ce li siamo scelti noi (limite della democrazia: troppi imbecilli alle urne!). Tale popolo, tale governo. È da anni che ci sono problemi e nessuno li risolve. All'Estero NON funziona certo così...

Interessante una Sheriffs Guide (Australiana!) tradotta: prevenire è meglio che curare?

Ultima osservazione: hai amici controllori che non pagando il biglietto si fanno arrestare?! :-)

AndyCapp ha detto...

@anonimo & KF: in UK lo subisci il "processo" molto più snello e semplice che da noi, ma te lo becchi SEMPRE (es pipi su un muro? notte dentro e 60£ di multa. NB per ogni cosa la notte dentro è in omaggio, dall'ubriacatura molesta al vaffanbeep al poliziotto)
Sui bus inglesi non sono ferrattissimo, io giro treno e/o biga, in treno la multa parte da 20£ + se insisti spese processuali e ricarichi, diciamo un 220£

Per l'ofesissimo Freak ;)
Per me un buon servizio è un servizio capillare, costante e puntuale.
Per me l'ATC questo non lo fa, o almeno lo fa fino alle 20.30
Si, ALCUNE linee girano fino alle 12.30 (cioe prima che le disco aprano, per esempio) ma dalle 20.30 ogni 45 minuti.
Di fatto, senza raccontaci balle, dopo le nove di sera, che in italy è l'ora di cena, l'autobus serve poco e niente.
Diciamo così, è un servizio che vale quello che costa, poco.
Ovvio che la mancanza di alternative (tipo 10 taxi che costano come andassero a plutonio) non è certo colpa dell'ATC.
Mi fa un po ridere chi non vuole macchine private (e va bene) non vuole che bevi 2 birre senno ti ritirano la patente (e va bene) ecc ecc ma non ti da mezzi/alternative per spostarti...

KingFreak ha detto...

@AndyCapp
Per me il servizio è un servizio capillare, costante e puntuale, dopo le 22 le linee portanti passano ogni 20/25 minuti, serviamo ogni angolo della città!
Per una città di 500 mila abitanti, secondo me è anche fin troppo efficiente!
Poi tu la meni per la sera/notte, gli autobus girano vuoti a quell'ora, al massimo qualche studente fuori sede e borderline, e se devo offrire un servizio del comune a chi non è residente nel comune, non paga le tasse al comune, del biglietto non ne parliamo neanche, un po' mi sembrerebbe uno spreco!
Il problema dei Taxi è reale, ma quelli sono un'altra casta di intoccabili!

AndyCapp ha detto...

Poi tu la meni per la sera/notte,
Va bene, scusa, ti chiedo un informazione
Sono al Matis, ho mangiato e ballato, sono le 2.30
Come faccio, col mio bravo citypass in tasca, a tornare a casa, sto in via Procaccini angolo Fioravanti ?