giovedì 19 luglio 2007

Giornata Calda

L'abusivo ha caldo, il controllore ha caldo, l'abbonato ha caldo, hanno tutti caldo in città, in giornate come oggi si starebbe bene al fresco su qualche spiaggia, ma gli autobus girano e qualcuno c'è sempre in giro! La scusa del caldo in estate è tra le più gettonate, la teoria è che siccome fa caldo, salendo di corsa sull'autobus ti sei seduto per riprenderti e ti è passato di mente il titolo di viaggio, ci potrebbe stare, ma ha un grosso margine di errore, quanto tempo ci mette una persona a "ribeccarsi", sei salito su un autobus non hai fatto la Campagna d'Africa, una persona anziana la potrei anche capire, ma tu giovane abusivo un po' meno!
Poi ci sono i polemici, quelli che "l'aria condizionata non funziona?", nessuno pensa a quale motivo spingerebbe l'autista a grondare sudore se l'aria condizionata funzionasse, oppure se sei su un mezzo che ha più di 15 anni, chiediti se l'aria condizionata funziona...aria condizionata...chi?!?!....cosa?!?! Non riesco mai a capire, se riesci a scroccare la corsa va bene anche se sei dentro una sauna, se ti becca il controllore, il caldo è il motivo per cui non hai fatto il biglietto, una protesta solitaria dell'abusivo sudato, ma anche il controllore suda, e se lui lavora al caldo, tu paghi la corsa al caldo, ma il caldo si sa da alla testa, e allora in giornate come queste e meglio fare il biglietto!
Oggi non è un buon giorno per prendere una multa, non è un buon giorno per fare una multa, oggi fa troppo caldo per qualsiasi cosa!

8 commenti:

AndyCapp ha detto...

Non prendo quasi mai l'autobus, ma spessissimo il treno.
Ovviamente ho il mio bravo bigliettino e l'aria condizionata non funziona.
Ovvio, suda anche il controllore e il ferroviere, ma io sto pagando per un servizio che NON mi viene dato, o perlomeno non nella sua completezza (io però pago per intero)
Idem con patate per i ritardi, io pago per arrivare da A a B partendo all'ora X per arrivare a quella Y.
Sogno un mondo dove pago DOPO se il servizio è soddisfacente (come in mille altri lavori, se io faccio un marone il cliente non mi paga e stop)

Anonimo ha detto...

hai ragione , il problem è che non c'è paragone tra i costi dei servizi offerti(sia BUs che Trano, meno gli aerei) ed il costo reale pagato dall'utente. Ovviamnete questa forbice agisce sulla qualità del servizo offerto.
Vi sono certamente tanti altri fattori ( efficacia ed efficenza delle aziende...) ma la chaive di tutto stà qui.
Io ho preso a volte l'eurostar e, a a parte i costi( costa quasi il doppio deglia ltri treni) tutto mi è sembrato OK.

KingFreak ha detto...

Io di treni non me ne intendo, e non so cosa debbano garantire al cliente quando comprano un biglietto!
Un anno decisi di passare le vacanze di Pasqua in Puglia da alcuni parenti, avevo un biglietto interregionale per il treno delle 22:30, ma non sono riuscito a salire, neanche su quello delle 23:00 sono riuscito a salire, alle 23:30 usando metodi poco consoni ad una persona civile riesco a guadagnare i miei 50 cm di spazio vitale lungo il corridoio per un viaggio di 8 ore! Alle 3 del mattino mentre "tranquillamente" dormivo sdraiato nel corridoio passa il controllore e mi fa notare che siamo a bordo di un Intercity, e che dovevo pagare un supplemento di 5 euro, in un primo momento pensavo di mandarlo a cagare, poi ho tirato fuori 5 euro mi ha fatto la ricevuta e ha continuato il suo giro! In effetti stavo viaggiando su un treno che ci metteva un ora in meno rispetto all'interregionale ed era giusto, in più se volevo un posto a sedere potevo pagare la prenotazione e stare comodo, sul biglietto che avevo io non c'era scritto che avrei viaggiato comodo e in orario, certo fare una multa ad una persona sdraiata a terra, in un treno affollato all'inverosimile solo perché quel treno ci avrebbe messo un ora in meno è un po' assurdo, ma il controllore fa il suo lavoro è non sta a me giudicare se lo fa bene o lo fa male, io non ero in regola!
Quando acquisti un biglietto dell'autobus, c'è scritto sopra che con un euro puoi girare 60 minuti su tutta la rete urbana della città, non ci sono orari, non c'è scritto se starai seduto, non c'è scritto se starai al "fresco", quindi se giri un ora, lo paghi, se poi sull'autobus sudi, non vedo perché devi dire che non hai ricevuto un servizio adeguato, dove era scritto che l'azienda deve garantirti il mezzo con l'aria condizionata, quello è un surplus, un comfort che l'azienda da al passeggero, se ci si riesce, se gli autobus sono in ritardo perché c'è traffico non vedo che colpa ne ha l'azienda, preditela con gli automobilisti, non con l'autista!
60 minuti, un ora sugli autobus, questo garantisce il tuo biglietto, se poi per colpa dell'azienda o dei suoi dipendenti non riesci a fare quei 60 minuti hai diritto al rimborso nei modi e termini che stabilisce la legge (pagina 49 della Carta dei Servizi!
Per farti un esempio e come se uno va a fare la spesa e non paga alla cassa solo perché non ha trovato da parcheggiare "comodamente" la macchina, con la scusa se vuoi i soldi devi darmi il comfort dell'ampio parcheggio, capisci che non ha senso!

AndyCapp ha detto...

@anonimo: sul bus sono d'accordo, costa poco e niente
Sul treno la fava, costa oramai piu di una macchina (BO-Roma son 92 AR, ci voli euro in seconda, ci voli in molte citta europee, BO-FI 30 in seconda)
Per questi prezzi PRETENDO un servizio idoneo e decoroso (clima adeguato, servizi igenici decenti, orari rispettati, un posto a sedere)

@king ovvio che non puo essere una scusa o un motivo per non pagare, ci mancherebbe.
Ma se hai un bus senza aria condizionata e ci son 40 gradi fuori, o senza finestrini a -10 stai dando un non servizio, o se preferisci un servizio di merda.
Infatti io giro in taxi ;) faccio prima, spendo un po di piu, ma sono comodo vado dove voglio e quando voglio.

Ci sarà un motivo perche FS e molte aziende di trasposti sono al brevo? Abusivi a parte non è che il servizio è inadeguato a prezzi ed esigenze?

KingFreak ha detto...

Se ti può essere di consolazione esiste un ordine di servizio che nel caso un mezzo con allestimenti da aria condizionata (finestrini piccoli, sedili in stoffa),se non funziona il sistema di condizionamento dell'aria non esce dal deposito e nel caso di un guasto in linea venga sostituita la macchina, per evitare disagi ai passeggeri!
Se dovessi rispondere alla tua domanda, secondo me per quello che paga la gente ha anche fin troppo, basti pensare a quanto costa andare dal centro alla stazione in taxi e quanto ti costa andarci in autobus, la differenza e tutta li agli occhi di tutti, la gente pensa che con un euro di avere lo stesso servizio di un taxi che costa 10 volte di più!
Secondo me le aziende sono un po' al "brevo" perché va di moda "ridurre la spesa pubblica" per poi diminuire le tasse in modo che le persone possano permettere di girare in taxi, un cane che si mangia la coda, nessuno si è mai chiesto cosa significa, i servizi pubblici sono pagati da soldi pubblici, e se qualcuno li riduce e chiaro che poi alla fine un azienda non riesce a garantire un buon servizio, il personale dell'azienda negli ultimi 15 anni è diminuito della metà, ma si lavora il doppio e si fanno il doppio dei kilometri!
Ribadisco sempre il concetto che siamo operai e non assistenti sociali, quindi se si pretende un servizio efficiente, io pretendo il giusto prezzo per il mio lavoro altrimenti lavoro per quello che mi pagano e la gente ha il servizio per quello che mi paga, come tutti in questo mondo, abusi e non!

kore ha detto...

Allora guardate lamentarvi che sul treno non c'era aria condizionata beh... io spesso vorrei lamentarmi che c'è... ok ci sono 40 gradi ma se tieni i finestrini aperti l'aria del viaggio basta. Mentre gli omini fs mettono l'aria quando c'è a tipo -25 gradi e io CONGELO. Sulle FS ne ho da dire a bizzeffe, sono una iena però PAGO IL BIGLIETTO come è giusto. E mi girano le palle se qualcuno non mi controlla. Qua ci si lamenta del brodo caldo secondo me. Ci si dimentica che se non si paga il biglietto si è dei ladri. Perchè quando io pago il biglietto di prima classe per potermi sedere (più scomoda per altro) mi sento DERUBATA sapendo benissimo quanta gente in seconda siede comoda senza biglietto.

AndyCapp ha detto...

Ti faccio due appunti


un taxi che costa 10 volte di più!


Con dieci euro vai in qualsiasi punto della città
Dipende che valore ha il tuo tempo.
Se devo andare alla fermata, aspettare autobus, fare corsa, andare dalla fermata al posto, ovviamente faccio molto prima in taxi.
Se il tempo risparmiato è >9euro allora ci ho guadagnato

la gente ha il servizio per quello che mi paga

Le palle di Giulio Cesere, se mi permetti la citazione storica.
Io ho, o dovrei avere, quello per cui io pago l'azienda, dei rapporti tra l'azienda ed i lavoratori non me ne può fregare di meno, sono un cliente, mica un assistente sociale ;)

Per chiudere, ho smesso di prendere l' autobus circa venti anni fa, quindi non so come sia il servizio, mi dicono buono.
Il prezzo mi rendo conto che sia irrisorio

KingFreak ha detto...

Dai centrato il senso della discussione:

dei rapporti tra l'azienda ed i lavoratori non me ne può fregare di meno, sono un cliente, mica un assistente sociale ;)

Il problema e che neanche a me interessano i rapporti tra l'azienda ed i clienti, sono un controllore, il problema che le lamentele non le devi fare al controllore mentre ti fa la multa, vai dall'azienda e ti fai sentire in qualità di cittadino che paga le tasse!

Qualcuno potrebbe dire che in quel momento il controllore rappresenta l'azienda e allora ci si può lamentare del servizio con lui, però c'è anche da dire che siccome l'azienda è una azienda pubblica, e se è pubblico è dei cittadini, in quel momento il passeggero rappresenta il proprietario dell'azienda per cui lavora il controllore, e quale occasione migliore per lamentarsi del suo stipendio!