lunedì 28 aprile 2008

OK! Il prezzo è giusto

Quanto costa un biglietto dell'autobus? Dipende.
Dipende da dove sei e da quanta strada devi fare, ma diciamo che per non prendere una multa, almeno la tariffa minima la devi pagare, quindi una persona che decide di spostarsi in autobus deve sapere almeno quanto costi un biglietto urbano di corsa semplice!
Purtroppo non succede sempre cosi, la possibilità di salire, utilizzare il mezzo pubblico e scendere comodamente alla propria fermata permette a molti di non preoccuparsi neanche di quanto possa costare, tanto non c'è nessuno che controlla che senso ha pagare, che senso ha informarsi prima!
I controllori sono già a bordo, hanno già fatto il loro giro di controllo, tutto tranquillo, la linea è una di quelle toste, si è preferito salire dal capolinea e fare prevenzione, l'abusivo vedendo il controllore appena sale, se non è stupido, si organizza e si mette in regola.
Troppo facile direte voi, cosi sono buoni tutti, non proprio, a metà percorso circa sull'autobus ci sono circa 20 persone, il silenzio regna, ci sono i controllori a bordo lo noterebbe chiunque, le porte si aprono, quattro ragazzi salgono, ridono, scherzano per loro è una bella giornata!
Passa una fermata, nessuno di loro infila un biglietto nell'obliteratrice, nessuno di loro infila un euro nell'emettritrice, saranno abbonati, il controllore si avvicina e chiede un titolo di viaggio valido!
"Quanto costa?", fermi tutti, c'è qualcosa che non funziona, fammi capire sei salito su un autobus e non sai neanche quanto costa il biglietto? Il controllore glielo fa notare, uno dei quattro candidamente risponde che l'autobus non lo prende mai e quindi non sa quanto costi un biglietto, certo ci può stare ma adesso che ci sei salito il dubbio te lo potresti togliere, avresti dovuto pensarci prima, ma oggi è il tuo giorno fortunato, e il controllore, visto che sei "Appena salito!" e la poca voglia di litigare con chi ha un quoziente di intelligenza più basso del suo, ti indica il prezzo e ti direziona verso l'emettritrice per acquistare un biglietto!
Naturalmente a bordo per fare il biglietto ci vogliono gli spiccioli, un euro, 10, 20 o 50 centesimi, e qui dobbiamo fare almeno 4 biglietti, al primo va grassa ha un euro, il secondo recupera spiccioli dalle tasche e riesce a mettersi in regola, il terzo ha un vecchio biglietto in tasca e timbra, il quarto rimane fregato, ha una banconota da dieci euro!
Nel frattempo sono passate altre due fermate, e il controllore inizia a perdere la pazienza, la scena patetica dell'abusivo che chiede di in giro se qualcuno ha da cambiare 10 euro è imbarazzante, il controllore lo segue nella sua estenuante ricerca, nessuno ha da cambiare oppure nessuno vuole cambiarglieli, forse i passeggeri paganti vorrebbero vedere il controllore fare una multa, e cosi sia, esce la penna e il blocchetto e si chiede un documento, ma nei giochi a premi che si rispettino c'è sempre l'aiuto del pubblico e un passeggero pagante pur di vedere il controllore fare una figura di merda non ci pensa due volte e regala un euro all'abusivo che riesce a sua volta a mettersi in regola!
Adesso io non capisco, non è un gioco a premi, è un autobus, e l'idea che uno che fa il biglietto aiuti l'abusivo a mettersi in regola proprio non la capisco, la frase "Son ragazzi!", rubata ad un altra trasmissione famosa, non può servire come scusante, in più se ci aggiungi che l'abusivo non sapeva neanche quanto costasse un biglietto, dimmi chi più di lui si meritava una multa!
I ragazzi scendono alla fermata successiva, in totale 6 fermate, secondo voi avrebbero fatto il biglietto se a bordo non c'era il controllore?
Ma non si possono punire le intenzioni, bisogna accertare i fatti, e a conti fatti il biglietto lo hanno pagato, con l'aiuto del pubblico si sono evitati una multa, erano 4 abusivi, a mio avviso un po' stupidi, ma quello che non riuscirò mai a capire è il buon samaritano che aiuta l'abusivo, ma il mondo funziona cosi, nel grande gioco a premi della vita i controllori sono quelli cattivi, quelli che ti tirano via i soldi, e allora va bene cosi, bisognerebbe cambiare le regole del gioco, partendo dal presupposto che per parteciparvi bisogna pagare almeno la tariffa minima, non sono permessi aiuti dal pubblico, non ci sono bonus e chi sbaglia paga, viene eliminato. Lo ammetto, diventerebbe un gioco noioso e questo non piace alla gente, meglio che rimanga tutto cosi, gira la ruota e compra una vocale, l'accendiamo, cambiamo il pacco e indovina la parola misteriosa, il piacere del rischio , il problema è che quando la gente poi si abitua, il gioco in TV diventa scontato e poi lo chiudono, per fortuna che sull'autobus il pubblico è pagante e gli autobus continueranno a girare con i loro soldi, e tutti si potranno godere lo stesso lo spettacolo!
C'è solo una cosa che mi fa paura in TV ci sono letterine, schedine, veline e culi scoperti, spero solo che non costringano i controllori a girare in perizoma per aumentare l'ascolto, posso accettare tutto, ma il culo mi piace averlo parato, in tutti i sensi!

6 commenti:

citaro85 ha detto...

Bhe, se a girare in perizoma fossero delle controllore... :p
Comunque davvero patetica la scena del passeggero che chiede se ha da cambiare 10 euro...ma io dico, prima di prendere un bus, informati su quanto costa! Sai sul BLQ quanta gente pretende di fare il biglietto presentandomi una banconota da 50 euro? Se poi non ho il resto da dargli, si arrangiano...ho visto gente chiedere di fare il biglietto presentando banconote da 500 euro...

Orologiaio Frustrato ha detto...

il livello di rincoglionimento del tizio che ha regalato un euro sale di classe se il ragazzo aveva:

- un ipod
- occhiali rayban
- giubbotto catarifrangente
- le altre banconote in tasca erano da 100 euro

lanciamo il quiz a premi, "chi vuol fare la carità a uno che avrebbe solo bisogno di una lezione"... ;)

Hoops ha detto...

Io sono pendolare da almeno 6 anni (in treno), pago 50 e passa euro al mese. Non mi è mai capitato di vedere fare una multa (e questo perchè passano pochissimo a controllare, non so perchè) ma ho visto spesso ragazzini (alcuni a ragione li chiamano bimbominkia) salire a bordo senza biglietto, io ti assicuro pagherei per vederli multati.
E poi a me i controllori stanno simpatici, il capotreno del mio trenino delle 7.00 è eccezionale!
W i controllori!
J.

Anonimo ha detto...

ti conosco da 3 giorni, e già ti adoro!
DAGLI ALL'ABUSIVO!!!!

Eleonora (Bologna) ha detto...

ciao!tu sei anche troppo buono, lasci almeno che l'abusivo tenti!
Io ho visto controllori che non facevano timbrare nemmeno chi saliva alla stessa loro fermata con l biglietto già in mano!

Stefano ha detto...

eh si adesso...

probabilmente non erano proprio della loro stessa fermata...

altrimenti è meglio cominciare a portarsi una obliteratrice personale a zainetto...