lunedì 7 aprile 2008

Infame


Avete mai tirato giù il finestrino della macchina e offeso una persona ferma in mezzo alla strada? Una persona che non conoscete, una persona che non vi ha fatto niente di male, un estraneo?
E ditemi la verità, avete mai offeso un controllore?
L'altra notte, sabato notte, non so cosa stava succedendo in città, ma non ho mai sentito tante offese rivolte ad un controllore nell'esercizio delle sue funzioni.
Di solito si incomincia con un classico, "Lavoro di merda!", ma non siamo alle elementari dove ti facevano disegnare il classico "Cosa farò da grande", per la cronaca io volevo fare quello che aggiustava le cose e mi disegnai con una bella tuta da meccanico, siamo sul pianeta terra e conosco tanti altri lavori non proprio bellissimi, ma ci sta, del resto stai togliendo dei soldi dalle tasche di qualcun altro, un po' come gli abusivi, anche loro non pagando il biglietto tolgono soldi dalle tasche di qualcun altro, il vantaggio del controllore è che a fine turno marca e va a casa, il lavoro di merda finisce, per l'abusivo non basta pagare la multa per pulirsi la coscienza o il "culo"come piace dire a molti, lui ci rimane una merda!
"Infame" è un altra delle più gettonate, ma non capisco dove sta l'infamata, cioè sei salito senza biglietto, lo sapevi o no che se salivano i controllori ti avrebbe fatto una multa?
Adesso mi chiedo cosa si aspetta l'abusivo, del resto nessuno ti aveva promesso niente, l'idea di farla franca era un concetto tuo e solo tuo, sei un abusivo, non ci puoi fare niente, l'azienda in piena fiducia e speranza nei confronti dei suoi clienti non ti controlla quando sali, non ti controlla tutte le volte che prendi un autobus, si affida alla tua buona fede, e a casa mia di solito l'infame e quello che ti tradisce, quello che approfitta della tua buona fede.
Certo, molti abusivi parlano di "buona fede" con molta facilità, e nessuno la mette in dubbio, ma ormai è troppo tardi, se sei senza biglietto non puoi essere in buona fede, "Lo volevo fare ma..", se lo volevi fare lo facevi, qualcuno dice anche "Ho cercato tanto ma non sono riuscito a trovarlo!", e sali lo stesso? "Ho cercato tanto un taxi, ma non l'ho trovato, per questo ho rubato una macchina!", è chiaro che non è la stessa cosa, ma il concetto è quello. Qualcuno dice "Avevo estrema urgenza e lo preso al volo!", altri tirano fuori gli "esempi", "Ma se uno deve andare in ospedale da una persona malata, che fa non ci va!", certo che ci vai, nessuno te lo impedisce, ma la multa te la prendi lo stesso, a parte che se davvero ho un urgenza e il controllore mi ferma gli do il documento e basta, me ne frego della multa, non perdo tempo in inutili piagnistei e suppliche!
Quando invece si tocca la famiglia, offendendo genitori e figli, secondo me si esagera, li si va fuori dal seminario, a volte i controllori non ci discutono neanche con certe persone, a volte con i soldi della querela ci vanno in ferie. Qualcuno tira fuori i le "sfighe" personali, mamma malata, senza lavoro, povertà, e il controllore "bastardo" senza pietà multa. Bastardo a chi? Come ti permetti? Vuoi che ti racconti i problemi che ha il controllore? Te ne frega qualcosa a te dei problemi del controllore? Penso proprio di no, idem per i controllori, dei problemi dell'abusivo non gliene può fregare di meno, non gliene deve fregare di meno, ognuno ha i suoi e se li risolve da solo, i problemi di casa si lasciano a casa, sull'autobus devi avere il biglietto, perché è cosi, non l'ha deciso il controllore, se sali accetti le regole, e le regole parlano chiaro. "All'inizio del viaggio il passeggero deve essere in regola...", e il viaggio non incomincia alla fermata successiva, il viaggio incomincia appena metti un piede sull'autobus e raggiungi la macchinetta, 2 metri, che si percorrono in 5 secondi, non ti puoi distrarre, l'infame non è il controllore che ti sorprende senza biglietto, l'infame è l'abusivo, che inventa scuse per evitare la multa, come ti puoi dimenticare? Ti sei mai dimenticato di pagare il caffè al bar? Ti sei mai dimenticato di pagare al ristorante? Mi spiegate come mai la gente si "dimentica" di timbrare il biglietto e il stronzo è il controllore che ti fa la multa?
Se sei "svampito" la colpa è solo tua, oppure non ci sono i distratti, non ci sono i rincoglioniti, non ci sono i lenti, ci sono solo i furbi o pseudo tali, che offendono i controllori non perché gli stanno facendo 40 euro di sanzione, ma perché se ne sono resi conto, che in fondo in fondo, tolta la mamma in ospedale, la tabaccheria chiusa, il prezzo del petrolio e governo ladro, sei solo un pollo che ha preso la multa perché hai voluto risparmiare un euro, un solo, miserabile, fottusissimo euro di merda, sempre per rimanere in gergo da autobus!
Chiedo scusa per i toni un po' polemici del post, se qualcuno da queste mie parole si sente offeso me ne dispiace, ma non fateci caso, dopo un po' alle offese ci si fa l'abitudine, parola di uno che se ne intende, provate vuoi a fare una multa a uno il giorno del suo compleanno, il sabato sera, mentre ritorna a casa con i suoi amici all'una di notte, una fermata prima del capolinea, e poi ne riparliamo!

5 commenti:

bjacob ha detto...

Per una volta sono d'accordo con te. Non avere il biglietto ed insultare il controllore e' proprio da sfigati.

slurp ha detto...

King, che dire... hai ragione! A volte fa davvero arrabbiare il modo di fare di certe persone. Eppure, dovrebbe essere semplice: non hai il biglietto, paghi la multa! E, invece, la colpa è sempre del controllore...
Parafrasando Dino Barluzzi: pagare ciò che si deve, in Italia, è considerata una forma blanda della demenza!

Io ho sempre la speranza che un giorno le cose cambino davvero, a cominciare dal "pagare un fottutissimo euro di biglietto": quale "legalità" ed educazione civica dobbiamo insegnare alle nuove generazioni se ci abituiamo ad evadere perfino il costo di un biglietto dell'autobus?

autistaxcaso ha detto...

In un paese come questo dove lo strappo alla regola, grande o piccolo che sia, fa parte del costume e della cultura, chi ha il compito di far rispettare le regole, qualunque esse siano, sarà sempre visto come il male ...
quindi insultato e odiato ....

e brutto da dirsi ...
credo sarà molto difficile cambiare ...

Median ha detto...

Ultimamente prendo l'autobus mediamente una volta l'anno e oblitero sempre, con la maturità si è meno inclini a rischiare figure di emme.Tranne di recente, salendo al volo sul 25 senza spicci sufficienti. Ho fatto due biglietti su 3, è arrivato il kingfreak di turno, ha controllato i 2 biglietti. Il terzo, che sarebbe stato per mia figlia ottenne placidamente seduta, non l'ha nemmeno chiesto. Morale, anche i KF hanno un cuore (o il metro - difettoso - incorporato)

Anonimo ha detto...

Io sono 10 anni che prendo i mezzi pubblici e non li ho mai pagati... e non mi hanno fatto mai una multa, sono il tipico tipo fortunato ma cmq se mi dovessero fare la multa in futuro non obbietterei perchè lo so che sto dalla parte del torto e cmq in 10 anni da mo che me li risò fatti i soldi di quella multa...ciao muccu