lunedì 21 aprile 2008

Stanchezza



Ci sono dei giorni che quando il controllore torna a casa dopo un turno di lavoro è un po' stanco, ma non quella stanchezza fisica tipica di chi ha lavorato molto, anche se in effetti stare in piedi tutto il giorno mantenendo l'equilibrio a bordo di un autobus ti fa venire dei polpacci da calciatore, le ginocchia fanno male e la schiena è già ridotta a pezzi dopo anni di guida.
E' una stanchezza diversa, sei un po' stanco di ripetere sempre le stesse cose, di ascoltare sempre le stesse scuse, di vedere sempre le stesse facce da abusivo, sei stanco un po' del mondo che va a puttane! Mio padre diceva sempre che i problemi del lavoro si lasciano al lavoro, quando timbri hai finito, non sempre è cosi semplice. Nel tragitto fra casa e lavoro ripensi alle multe che hai fatto, pensi alle persone che hai conosciuto, a quello che hai prodotto, si ma cosa produce un controllore?
Certo lui lavora per un azienda di servizi pubblici, dove non si vende un servizio, si garantisce, la differenza fra un azienda privata e una pubblica sta tutto li, nel pubblico non si vende niente, anche se qualcuno si ostina a chiamare "clienti" i passeggeri, per me non sono clienti, per me sono passeggeri che salgono, fanno un biglietto, viaggiano e poi scendono, lo riescono a fare non perché pagano, ma perché c'è qualcuno che ti garantisce che un autobus passerà ad una certa ora, in un certo punto e ti porterà in un certo posto, semplice, non si vende niente, si vende quando c'è qualcuno che compra, l'autobus invece, passa anche se nessuno lo paga, perché è un servizio pubblico!
Chiaro, lo paghiamo con le tasse che tutti i cittadini versano, e le aziende garantiscono quello previsto dalla legge, ne di più ne di meno, il biglietto è un obolo, perché rispetto al cittadino che non ha mai preso un autobus, tu che almeno lo usi, un euro di biglietto lo vuoi pagare?
Invece la fuori, in città, c'è chi queste cose non le capisce, la gente pretende, e se non vede un servizio che reputa accettabile sceglie di non fare il biglietto, perché non vai a piedi se non ti piace il servizio? Ecco, io sono un po' stanco di queste persone, sono stanco dei loro problemi, che su un autobus non ci stanno a dire un cazzo, i miei li lascio a casa, tu che prendi un autobus pure.
"Ma l'altra mattina una corsa è saltata e sono arrivato a lavorare tardi!", "E allora?", ti risponde il controllore, sei su autobus e sull'autobus ci vuole il biglietto, che mi frega a me se tu fai tardi al lavoro, se la mattina c'è traffico in tangenziale, pretendi dal benzinaio un pieno gratis? Suppongo di no, però pretendi invece se l'autobus è in ritardo di girare a gratis, non funziona cosi nella vita reale!
Non lo metto in dubbio, forse il servizio non è efficiente come vorresti, ma di chi è la colpa?
Io, guardando il mondo dall'altra parte dell'obliteratrice, ho le mie idee, tu le tue, ma sull'autobus non contano le idee, il motore del futuro si dice vada avanti a cazzate, ma per adesso va avanti a gasolio e risorse umane, quelle abbiamo e quelle usiamo, al meglio delle nostre possibilità, quindi non rompete i maroni che per adesso le cazzate non servono a niente!
Sono stanco, dopo l'ennesimo turno di notte, il controllore è un po' stanco, stanco di salire su un autobus con 10 persone e scendere con 10 verbali, stanco di prendere insulti da gente che a mio avviso meriterebbe solo di essere scaraventata al volo giù dal mezzo, stanco del cittadino "modello" che si lamenta che il mondo va a farsi fottere, ma se poi gli chiedi cosa fa lui per migliorarlo ti risponde "Ma io pago le tasse!".
Ciccio, le tasse le pago anch'io, però mi faccio un culo grande come una capanna per garantirti il servizio, tu cosa fai? Certo mi pagano per questo, ma non abbastanza per sentire le tue frustrazioni, le tue lamentele e per sentirmi responsabile del fatto che l'autobus non è passato all'orario giusto. L'operaio della FIAT secondo te se lo mette il problema che i ricambi costano un bordello, che la Panda non viaggia come una Mini, già me li vedo i possessori della Duna davanti agli stabilimenti Mirafiori ad offendere gli operai che escono dalla fabbrica perché hanno assemblato una macchina di merda! L'unico vantaggio dell'operaio FIAT e che se ti trova un tipo cosi fuori dalla fabbrica gli risponde a modo, magari appendendolo a testa in giù al palo della luce, il controllore invece no, lui incassa, e non è pagato per questo, lui lavora per il pubblico, e il pubblico bisogno ascoltarlo, dargli ragione e magari chiedergli anche scusa!
Io viaggio su una 126 BIS del 1989 made in Polonia, dopo la Duna è la macchina peggiore che abbia mai prodotto la FIAT, ma non mi lamento, l'ho pagata 206 euro all'asta su eBay, con 20 euro ci faccio 320 chilometri, certo il motore scalda, il nonno in bicicletta va più veloce, ma costa poco e mi porta dove devo andare, un po' come l'autobus. Adesso si è rotto il cambio, e mi serviranno un bel po' di soldi per metterla a posto, ma dei miei problemi a voi non interessa molto suppongo, un po' come al controllore dei problemi del passeggero, io pagherò un cambio nuovo, voi pagate il biglietto, e non rompiamoci le palle a vicenda, che ognuno ha i cazzi suoi e io sono un po' stanco di ascoltare i cazzi di quelli che non fanno il biglietto!

9 commenti:

Bufalo ha detto...

King stai diventando scurrile. Ma forse è la stanchezza ...

Anonimo ha detto...

Ciao, diciamo che oggi ti sei sfogato e ti sei lasciato un po andare, scurrile forse ma a vantaggio della chiarezza del concetto. Però non mi toccare la 126!! che è stata per me una gran macchina e ti invidio se ce l'hai ancora.
SalutiMarco

KingFreak ha detto...

Lo ammetto sono rozzo e grezzo, ma quando ci vuole ci vuole, aggiungo anche un altra cosa in mio favore, come già più volte scritto, sono un po' stanco del politicamente corretto, ci sono persone che della mia correttezza se ne approfitta, e in effetti sono un po' stanco, dopo un turno di notte poi...

Orologiaio Frustrato ha detto...

"E' una stanchezza diversa, sei un po' stanco di ripetere sempre le stesse cose, di ascoltare sempre le stesse scuse, di vedere sempre le stesse facce da abusivo, sei stanco un po' del mondo che va a puttane! "

vale tutto uguale anche per me. abusivi a parte.
e purtroppo i problemi del negozio me li devo portare anche a casa, quando non ci sono soldi a fine mese per pagare le banche e i fornitori, e i clienti invece hanno l'unica preoccupazione di romperti le palle con le pile da cambiare subito.

che mondo.

Anonimo ha detto...

"Certo mi pagano per questo, ma non abbastanza per sentire le tue frustrazioni, le tue lamentele e per sentirmi responsabile del fatto che l'autobus non è passato all'orario giusto..."
cazzo! il fatto è invece che a noi nessuno ci da un euro per sentire le tue di frustrazioni le tue lamentele!
fanculo.

00pie00 ha detto...

ma nessuno ti obbliga a leggere!

citaro85 ha detto...

Ehi, King, era la tua la 126bis che oggi era parcheggiata in ferrarese? :D:D:D

KingFreak ha detto...

Adoro gli anonimi!

Anonimo ha detto...

Solo per precisazione: io ho una duna weekend 70 del 1990 e funziona benissimo. ci ho messo anche l'impianto Gpl e faccio 450 km con 35 euro.