venerdì 21 marzo 2008

Sondaggio

Oggi il controllore è a casa di riposo, quindi posso dedicare un post ai risultati del sondaggio che avevo messo in piedi dopo aver scritto il post All'inizio del viaggio!
Come ogni sondaggista che si rispetti devo indicare quante persone hanno partecipato al sondaggio, in questo caso 40, non molte ma un numero sufficiente per fare delle statistiche, diciamo come se fossero 40 passeggeri su un autobus, quindi se il controllore si dovesse trovare su un autobus con un abusivo nelle condizioni raccontate nel post adesso sa più o meno quali sono i pareri degli altri passeggeri, ma andiamo per ordine, diamo i risultati prima di aprire la discussione al riguardo.
La domanda era:
All'inizio del viaggio, secondo voi la multa la multa fatta dal controllore..


Giusta, ha avuto tutto il tempo per fare il biglietto 50% (20 voti)
Tecnicamente giusta, moralmente ingiusta 20% ( 8 voti)
Se il controllore decide di fare una multa, avrà i suoi buoni motivi 15% (6 voti)
Ingiusta, il controllore non aveva iniziato il controllo 12% ( 5 voti)
Tecnicamente ingiusta, moralmente giusta 2% (1 voto)

Adesso da buon sondaggista che si rispetti dovrei fare un commento, e dai risultati si può capire subito che il controllore ha fatto bene a multarlo, il 50% reputa la multa giusta, gli abbonati per chiarirci, poi c'è quel 20% che reputano la multa tecnicamente giusta ma moralmente ingiusta, quelli a metà strada diciamo fra un abbonamento e un multicorse, quelli che dicono "Vabbè, il biglietto lo ha fatto, in ritardo, ma lo ha fatto!", a queste persone potrei rispondere che si lo ha fatto, ma se non salivano i controllori non lo faceva, quindi era un abusivo "inside", e anche in questo caso la multa a mio avviso ci sta, prevenire è meglio che curare, aggiungo inoltre che obliterare il biglietto davanti al controllore è la cosa peggiore che si possa fare, se non fai il biglietto al controllore non frega niente, fa la multa e basta, ma se provi a fregarlo, o meglio, se provi a rendere ridicolo chi fa 270 euro di abbonamento annuale, il controllore ci mette anche del gusto personale e avrà il sostegno della folla, e anche se è un atteggiamento poco professionale, se può umiliarti nella pubblica piazza non ci pensa due volte, risponde con la stessa moneta, tu hai provato a prenderlo per il culo, cosa ti aspettavi, professionalità, comprensione e indulgenza?
Apprezzo molto quel 15%, 6 voti, che dicono che "Se il controllore decide di fare una multa avrà i suoi buoni motivi", in effetti è cosi, il controllore è un lavoro come tutti gli altri, se chiamo un imbianchino a dipingermi casa, saprà ben lui quello che deve fare per fare un bel lavoro, è il suo lavoro, se lo fa da molto tempo e nessuno si è mai lamentato, vuol dire che gli posso lasciare le chiavi di casa, tornare la sera ed essere sicuro di trovarmi la casa ridipinta a nuovo, senza accorgermi che è passato l'imbianchino, per il semplice motivo che ho chiamato un professionista a fare un lavoro molto delicato, idem per il controllore, se l'azienda lo manda a fare le multe a chi non rispetta le regole del viaggio, l'azienda sa che quando la sera torna nella tana dei controllori la fuori ci saranno persone che forse hanno imparato a prendere un autobus correttamente, e che se non lo capiscono possono tranquillamente andare a piedi.
Quello che in molti non comprendono e che le aziende pubbliche non vendono un servizio, lo garantiscono, per questo non interessa molto se gli autobus girano vuoti, loro sono pagati per fare in modo che passi l'autobus giusto, nel posto giusto al momento giusto, se sali o non sali non fa molta differenza, è un servizio pubblico, non ci deve essere un guadagno, ci deve essere solo il rispetto delle regole e l'efficienza del servizio in base alla legge, se in una determinata zona ci sono tot abitanti che potrebbero aver bisogno dell'autobus, ci si manda tot autobus, indipendentemente se quel tot abitanti lo prendano o meno, quindi se i rompicoglioni vanno a piedi, non è una perdita, tutto di guadagnato in qualità del servizio, meno abusivi, più posti a sedere, servizio più efficiente!
Qualcuno potrebbe anche dire "Ma a volte non basta, ci vorrebbero più corse!", certo, ma i capoccioni aziendali non girano in autobus, loro leggono le statistiche, se in quella zona si vendono pochi abbonamenti, pochi biglietti, per quello che gli riguarda gli autobus girano vuoti, se poi qualcuno si lamenta che gli autobus sono sempre pieni mandano i controllori, se vendono più biglietti allora aggiungono una corsa, se il controllore quando sale svuota l'autobus, l'azienda ha comunque risolto il problema del sovraccarico, e non c'è bisogno di aggiungere nessuna corsa, semplice!
Ma andiamo avanti con il commento del sondaggio, ed arriviamo al risultato che più mi fa incazzare, quelle cinque persone, il 12%, che dicono che la multa è stata ingiusta perché "il controllore non aveva iniziato il controllo", parliamoci chiaramente senza tanti giri di parole, abbiamo appurato che non ha rispettato le regole per il semplice motivo che non ha timbrato quando è salito, scatto fulmineo per timbrare il biglietto, la balla che non ha riconosciuto il controllore dimentichiamocela, lo ha riconosciuto eccome e lo sappiamo tutti, poche pippe, la multa se la merita , adesso c'è anche qualcuno che mi viene a dire che solo perché non aveva un cazzo di tesserino "appuntato e ben visibile" la multa è ingiusta?
Non scherziamo, li metto alla pari di quelli che fanno i 180 km/h in un centro abitato, con il limite dei 50 km/h ben visibile, ma riescono a farsi togliere la multa perché nessun cartello segnalava la presenza dell'autovelox, patetici, dei due faccio una richiamo al comune che non ha messo il cartello, se la legge lo prevede, ma tu la multa la paghi, eccome se la paghi, l'infrazione c'è stata, se ammazzi qualcuno sulle strisce pedonali , vaglielo a spiegare alla madre che ti sentivi libero di fare i 180 solo perché nessuno ti ha detto che potevi prendere la multa, nonostante ci fosse il divieto!
Se ci sono delle regole, non solo li per il sadismo di qualche dirigente, solo li perché il non rispetto di quelle regole creerebbe danni tecnici e morali ad altre persone, le regole servono a garantire la mia incolumità di cittadino dai danni che potrebbero creare persone incivili e ignoranti, e a mio avviso gli incivili vanno puniti, gli ignoranti educati, e la gente purtroppo non capisce finché non gli metti le mani in tasca, mi dispiace dirlo, è contrario al mio modo di pensare, ma purtroppo è cosi. Le regole che non ci piacciono le possiamo cambiare, insieme e in democrazia, con gli strumenti del dialogo e della reciproca comprensione, di sicuro non fare il biglietto e menarla al controllore che gli autobus dovrebbero essere gratuiti è un modo egoistico e ignobile di risolvere il proprio problema di sborsare 40 euro, fregandosene di quelli che veramente non hanno i soldi per fare un biglietto ma hanno bisogno di muoversi, per andare in un ospedale, a scuola o al lavoro, contando che se veramente fai parte di categorie disagiate ogni azienda di trasporti pubblici ha una serie di abbonamenti a prezzi bassissimi per queste categorie di persone, potrei citare l'esempio di un ragazzo che ha diversi problemi familiari ed economici, ha un abbonamento annuale "speciale" da pochi euro, ma preferisce prendere le multa in silenzio, per poi andare a fare la dimenticanza e pagare 4 euro, ma in quel momento, sull'autobus, non vuol far vedere il suo disagio e non far pensare agli altri e al controllore che è un "privilegiato" che gira gratis!
Per esperienza personale dico che esiste molta più dignità in un "borderline" che infila a 10 centesimi alla volta per fare un biglietto nell'emettritrice, piuttosto che nel cittadino "esemplare" che non fa il biglietto per protesta perché gli autobus sono sempre in ritardo e sporchi!
Il sondaggio si conclude con la risposta di un unica persona, che si la multa tecnicamente era ingiusta, ma che comunque se la meritava, va bene cosi, niente da dire, per il resto ringrazio tutti quelli che hanno partecipato, adesso so che in molti condividono il controllore-pensiero, appena torno al lavoro lo terrò a mente, e naturalmente spero che tutti i lettori di questo blog abbiano capito una volta per tutte il margine di tempo che si ha per fare il biglietto quando si prende l'autobus, controllore o non controllore, tesserino o non tesserino, ma soprattutto una cosa che non smetterò mai di dire, qualsiasi cosa ti venga in mente di fare, qualsiasi scusa hai in mente, ma mai dire "Sono appena salito!", ricordati sempre, se il controllore ti chiede il biglietto, è perché lo devi già avere, e se non c'è l'hai, non la menare, tira fuori un documento e fatti fare la multa, in maniera semplice e dignitosa, di sicuro nessuno sta facendo in ingiustizia, e lo sai benissimo!

4 commenti:

PIPPO 55 ha detto...

SEI UN MITO. BELLISSIMO IL TUO COMMENTO SUL SONDAGGIO. MA HAI TRALASCIATO QUELL'UNO PER CENTO CHE SECONDO ME è QUELLO PIU' SIGNIFICATIVO SE è STATO UN UTENTE A VOTARLO. CIAO A PRESTO.

Shikamaru ha detto...

Ciao! Prima di tutto voglio farti (non vorrai togliere ad uno studente l'occasione per dare del tu ad un controllore :P) i complimenti per il blog, l'ho scoperto solo ieri ma sto leggendo tutti i vecchi post. Sono uno dei tanti abusivi e, anche se non mi permetto di autodefinirmi "quello bravo", credo di avere una discreta esperienza^^. Abito in un paesino nella provincia di Torino, e frequento un liceo che si trova ad una quindicina di kilometri. Dopo il primo anno in cui ero ancora un PRAFO PAMPINO con tanto di abbonamento annuale, mi sono lentamente trasformato in un abusivo doc. Tralasciando il pessimo servizio pubblico affidato in questa zona all'azienda "satti", credo collegata alla GTT, vorrei dire che se i controlli fossero più frequenti sarebbe meglio per l'azienda (e, ovviamente, peggio per noi). Devi sapere che in tre anni senza biglietto, mi è capitato di incontrare i controllori non più di 20 volte. 19 volte mi è andata bene, timbrando al pelo, scendendo o scampando miracolosamente al "controllo a tappeto" XD. Bene, facendo due conti (un annuale è a 300€ circa, una multa qui sono 36€), dovrei prendere parecchie multe per cominciare ad andare in "perdita". Naturalmente faccio questo ragionamento senza tener conto delle implicazioni morali. Controllando quante persone comprano il biglietto dall'autista quando si trova "uno di quelli che lo chiedono" (anche se l'epiteto originale è leggermente meno gentile), direi che circa il 70% delle persone viaggia senza. Primi tra tutti noi studenti, per poi passare alle decine di lavoratori, per la maggior parte extracomunitari, ce si recano sul posto di lavoro in pullman. Ho fatto quelsto discorso, forse un po' contorto, per dire che secondo me, la scarsa igiene presente sui pullman e altri dettagli considerevoli potrebbero essere risolti con un controllo più efficace (e un conseguente aumento egli introiti dell'azienda). Tantopiù che, quasi tutti i giorni, al ritorno (quando il pullman diretto verso torino centro) sono presenti due o tre controllori, probabilmente fuori servizio o in pausa caffè, che se ne stanno seduti come semplici "clienti".
per concludere, invito chiunque tenti la "via dell'abusivismo" di accettare con calma e sangue freddo le multe, senza fare storie^^.

Anonimo ha detto...

bello il blog, ma alla fine, se in italia si facesse come si fa all'estero, dove quando sali sul bus o sul tram (parlo delle corse cittadine eh) è l'autista che ti fa il biglietto e mica puoi scamparla? anche perchè puoi passare solo per di lì. poi puoi pagare anche con 10 pounds (e non con il denaro contato come da me che se dai 5 eur già ti guardan male) e senza nessun sovrapprezzo per di più, visto che dove abito io una corsa semplice costa un euro fatta alla rivendita e 2 in autobus, insomma non sono più un cliente abituale, ma quando mi capita, causa pioggia o altro di dover prendere il bus e ho finito i multicorsa, beh mi sta un po' sul cazzo di pagare 2 euro così, quasi fosse già una multa preventiva per non essermi presentato alla fermata col biglietto in tasca. ciao, e.

citaro85 ha detto...

Io ho votato "tecnicamente giusto ma moralmente ingiusto", però mi ero sbagliato e volevo votare "tecnicamente ingiusto ma moralmente giusto", però non ho rivotato per non falsare il risultato del sondaggio (non volevo che ci fossero due voti di una stessa persona)