giovedì 10 gennaio 2008

Il testimone



C'è una cosa che ho capito della vita, se non puoi dimostrare una cosa non è detto che esista, se non hai la testimonianza di quello che è successo, vuol dire che non è successo niente!
A questo punto per confermare un avvenimento ci vogliono dei testimoni, persone pronte a giurare su qualsiasi cosa, che quello che racconti sia la verità, niente altro che la verità!
"Sono appena salito!", "Lei era già a bordo!","Non è vero, mi ha visto anche la signora!", adesso che fare, la signora sarà attendibile? La giuria degli abbonati crederà alla versione del testimone? Il controllore sarà in grado di reggere un pubblico processo?
Il testimone intanto conferma la versione dell'abusivo, il controllore controlla il titolo di viaggio a garanzia della sua attendibilità, un biglietto di corsa semplice emesso dalle macchinette a bordo, cliente occasionale, testimone di media attendibilità. L'abusivo si avvicina all'emettritrice per fare il biglietto, naturalmente aveva solo la moneta da due euro, sinonimo che del biglietto "non gliene poteva fregà de meno", inizia la ricerca di qualcuno che cambi i soldi e spunta il solito buon samaritano ti turno che asseconda la richiesta dell'abusivo!
Dal fondo dell'autobus si avvicina un'anziana abbonata, che con la faccia schifata sussurra all'orecchio del controllore "Guardi che era un bel po' che era salito!", "Lo so signora, ma che ci posso fare, si aiutano tra di loro e io sono da solo!", la signora prenota la fermata guardando di traverso il testimone e scende.
Al controllore non rimaneva che vedere la faccia di scherno dell'abusivo mentre mostrava il biglietto alla folla, ma due parole al testimone e al buon samaritano doveva dirgliele, "Ma secondo lei io perché cavolo mi alzo alle 5 del mattino se poi lei me li fa scappare?", "Si! Ha ragione, ma per due fermate!", "Lasciamo perdere, meglio!".
L'abusivo scende dopo un paio di fermate, ringrazia tutti e si allontana, il testimone rimane a bordo a subirsi le occhiate di diffida degli abbonati, adesso si sta un po' pentendo di quello che ha fatto, ma deve rimane alla gogna nella pubblica piazza per un altro po', umiliato da ogni abbonato che gli passa davanti, e il prezzo da pagare per aver fatto da garante ad un abusivo!
Vai a capire la gente, fanno il biglietto e poi aiutano chi non lo fa, non li capirò mai, è un po' come stare in fila per ore e poco prima del tuo turno far passare tutti davanti, non lo capisco, ma va bene lo stesso, però personalmente odio i testimoni falsi, e prima o poi ci rimetteranno qualcosa, in un modo o nell'altro!

2 commenti:

Ale ha detto...

Quando anche a me capitano queste situazioni, mi fanno andare in bestia. Ma perchè gli utenti o "clienti", come si usa chiamarli ora, non si fanno i benemeriti c(bip)i loro. E poi come dicevi tu, per cosa, per aiutare un abusivo. Queste cose mi fanno addrizzare i capelli!!!!!

emanuele ha detto...

...be in questo caso poteva farsi i caxi suoi anche quella che scendeva vabbè...

parlo di una storia...COSTO ABBONAMENTO per scuola sanremo 52 euro x 9 (mesi scolastici) = 468 x 5 a(anni di liceo) 2340 euro....

...se la multa è di 35 euro che equivalgono a 66 multe da prendere in 5 anni...fai un po il calcolo...c'e gente che preferisce pagare multe che abbonamento in base a questo calcolo dato lo scarso controllo sui bus...

ma non sarebbe piu semplice fare come in tutti i paesi europei che l'autista fa anche i biglietti?

molti ritardi ma zero abusivi...ECCO