sabato 26 gennaio 2008

You talkin' to me?


Appena diventi un controllore, il primo giorno di lavoro uno della vecchia scuola viene da te e ti dice la prima regola per arrivare alla pensione, "Ricordati, mai metterla sul personale, altrimenti non ne salti fuori, se la metti sul personale perdi sempre!".
I primi giorni da controllori sono tosti, cambia tutto, all'improvviso ti trovi dall'altra parte della barricata, tutti ti odiano, gli abbonati ti temono e gli abusivi ti disprezzano, ma sei il controllore e adesso sono cazzi! Si dice che se superi le prime due settimane è fatta, poi è tutto più semplice, ti abitui alle offese, impari a spegnere il cervello quando l'abusivo ti racconta come mai non è riuscito a fare il biglietto e piano piano s'impara a distaccarsi completamente dalla situazione, solo una questione di biglietto, niente altro che il biglietto, nulla di personale!
Per l'abusivo è diverso, lui la mette sempre sul personale, il controllore non vede il biglietto e fa il verbale, l'abusivo vede il controllore e si prende la multa, quindi la colpa è del controllore, purtroppo l'abusivo è fatto cosi, non ragiona, non capisce. E solo una multa, cavolo, la stai prendendo perché non hai fatto il biglietto, non perché il controllore ti ha trovato senza biglietto, non è difficile come cosa da capire!
Ma l'abusivo non demorde, il sangue inizia pompare verso il cervello, allora iniziano quelle mezze parole dette sotto voce, "Stai dicendo a me?", ma il controllore è impassibile, lui sta facendo una multa e non capisce come mai la persona che ha davanti se la prenda tanto, è solo una multa, mica gli sta fregando dei soldi!
Molti abusivi la prendono sul personale, e questo è sbagliato, anche alcuni controllori la mettono sul personale e anche questo è sbagliato, ma chi ci rimette è sempre l'abusivo, o meglio, il controllore perde moralmente, ma dopo un buon caffè si è già dimenticato tutto, l'abusivo si prende la multa e qualche volta una denuncia, e la faccia del controllore se la ricorderà per parecchio tempo e diventerà quasi un'ossessione, a differenza del controllore che le facce ormai non le guarda più, quindi un consiglio, mai prendersela sul personale, è solo una multa, fattela fare e non rompere i maroni!

8 commenti:

Paolo ha detto...

...ma c'è qualcuno che alle prime due settimane non regge? gente portata alla pazzia dagli abusivi?

Anonimo ha detto...

AH AH AH AH AH ma quanto siete falliti!

KingFreak ha detto...

Qualcuno ogni tanto molla il colpo, ma non per colpa degli abusivi, in fondo è un lavoro come tutti gli altri, e di solito si cambia lavoro quando non si guadagna abbastanza per quello che stai facendo, allora puoi scegliere se lavorare di meno,o cambiare lavoro!

KingFreak ha detto...

A mio avviso i falliti sono gli abusivi, qualcuno che pensa che girare gratis in autobus o fregare il controllore sia il massimo, comunque contenti loro contenti tutti.
Il controllore è un lavoro, se la paga è buona e si lavora il giusto, meglio fare il fallito su un autobus, che friggere patatine da Mc Donald's con una laurea appesa nella cameretta
a casa di mamma e papà!

Anonimo ha detto...

In questo articolo si nota molto la tua doppia personalità mi sembra di leggere il romanzo del Dott. jeck e Mister heid. Scrivi una cosa e poi ne fai un'altra.
In poche parole senza volerti demoralizzare : Parli Bene Ma RUZZOLI MALE.A buon intenditore poche parole. BAI , BAI,

KingFreak ha detto...

Io racconto storie, la fuori è una giungla, e quando non hai più niente da raccontare sei fregato, quindi è sempre meglio tenersi qualche bella storiella sul controllore e l'abusivo...serve sempre!

el negro ha detto...

per fortuna che ci sono ancora molti anonimi da verbalizzare sui bus....

Marco Ranzani ha detto...

Per anonimo Ah Ah Ah Falliti saranno quei barboni di abusivi con le pezze al culo che stanno a spidocchiare un euro sul biglietto.NON SALITE IN AUTOBUS MA ANDATE SOTTO AL TRENO