venerdì 17 luglio 2009

Verbale futuro


Ce l'ho! Prima o poi dovevano tornare, era un po' che non si rideva più quando si parlava di abusivi, ma finalmente oggi il controllore ha una bella storia da raccontare!
Ormai dopo quasi tre anni che scrivo questo blog lo abbiamo capito tutti che la fuori hanno tutti una buona scusa da raccontare e che comunque qualsiasi sia la tua, da quell'autobus, se sei senza biglietto, non scendi senza la sicurezza di ritrovarti con 40 euro di meno!
Cavolo 40 euro! Non sono brustulli, certo se facevi il biglietto tutto questo non succedeva, ma ormai il casino è stato fatto, provi anche con una scusa, ma davanti hai un mastino di controllore infame e non c'è verso di farlo ragionare!
Ma tu sti 40 euro proprio non ce li hai e far passare 60 giorni dalla data del verbale ti costringerebbe a pagarne addirittura 150 di euro!
Ed è in quel momento che forse non ci pensi, che forse non ti rendi conto di quello che stai per dire, che forse fai una delle richieste più assurde che la storia della verifica titoli di viaggio abbia mai sentito!
Neanche il controllore ci voleva credere...
"Come ha detto scusi? Non ho capito!"
"Non mi potrebbe post datare il verbale?"
"Mi faccia capire lei vuole che metta una data diversa sul verbale?"
Proprio cosi signori, l'abusivo del tempo voleva che il controllore gli firmasse una cambiale!
Giustamente lui voleva pagare il verbale nella forma ridotta, entro 5 giorni, ma visto che nei successivi 5 giorni non sarebbe entrato in possesso di quella cifra, chiedeva gentilmente e candidamente se si poteva datare il verbale a 30 giorni!
"Ma secondo lei potrò mai compilare un atto amministrativo con una data diversa da quella di oggi?"
"Ma a lei cosa le costa?"
Nulla! Infondo di cosa stiamo parlando, infondo abusivo lo era lo stesso, che differenza faceva se la multa la prendeva oggi o fra un mese!
"Signore, mi dispiace ma temo di non poterla accontentare!"
"Vabbe, allora non me la faccia cosi facciamo prima!"
E sti cazzi no?
Il controllore non gli risponde neanche, abbassa la testa e finisce di compilare il verbale, cosi gli racconti ad un tipo cosi?
Alla fine viene chiesto gentilmente di firmare il verbale, ma il nostro abusivo temporale...
"E se non voglio firmare?"
"Nulla, mi riprendo il blocchetto, la penna e scrivo sotto che il passeggero non firma!"
Il controllore riprende dalle mani dell'abusivo la sua roba...
"Adesso voglio firmare!"
"Adesso le do la ricevuta e la facciamo finita, temo che questa conversazione abbia raggiunto livelli di assurdità che non posso più sostenere!"
Io non lo so cosa spinga le persone a comportarti cosi, per molti tutto questo potrebbe sembrare un gioco, è anche vero che con questo blog a volte sono io il primo a sdrammatizzare la cosa rendendola ironica, ma una multa è una cosa seria!
Lo ammetto, per molti, per moltissimi, è carta straccia, ma non per il controllore, per lui è una cosa seria, forse non nel senso che intendete voi, ma da quel pezzo di carta dipende il suo stipendio!
Non importa se la gente paghi o meno, non importa se qualcuno vince i ricorsi e si fa togliere la multa! Non importa neanche se tu quei 40 euro li hai o non li hai e non importa se quei 40 euro vanno a sballare il tuo bilancio mensile!
Bisogna solo compilare un verbale, firmarlo e consegnarlo la sera, un lavoro semplice, ma va fatto bene, va fatto alla gente che non rispetta le regole, di sicuro non si può assecondare il primo pirla che ti chiede di scrivere un altra data per pagare di meno!
Con questa storia ci ho riso tutto il pomeriggio e dentro la mia mente rivedevo questa scenetta da avanspettacolo decine di volte! Finalmente, ci voleva proprio, era parecchio tempo che non mi divertivo quando mi raccontavano una storia di abusivi e per fortuna che c'è ancora gente cosi che non fa il biglietto, altrimenti sai che palle!
Ohh!! Resti tra noi, la multa è una cosa seria e il controllore un professionista, ma se non fate il biglietto e avete una bella storia da raccontare, vi ritroverete lo stesso con 40 euro di meno, ma almeno avrete fatto felici il lettori di questo blog!
Comunque ho altre storie divertenti da raccontare, quelle ve le posso raccontare nel prossimo futuro, quello lo posso fare, per verbali post datati temo di non potervi accontentare, per quelli ci vogliono almeno 1.21 gigawatt di potenza, una DeLorean e un pazzo che crede nei viaggi del tempo. Se non trovate il pazzo nessun problema, gli autobus ne sono pieni, dobbiamo solo sperare che non facciano il biglietto, altrimenti come farebbero a tirare fuori il meglio di se!

DIO BENEDICA GLI ABUSIVI


23 commenti:

lazialefracico ha detto...

grande, sto qua! cos'era, un umarell o un giovane? un autoctono bolognese o un acquisito delle due torri? pagherà sti 40 euro e t'ha fatto pure ridere!

Anche Renzi a Firenze ha fatto ridere i suoi concittadini: i vijilini, come li chiama lui, ovvero gli ausiliari della minchia, come li chiamo io, non potranno più fare multe! mi sono letto gli articoli apparsi su internet e addirittura sembra che non faranno più non solo le multe generiche per divieto di sosta (che già la Cassazione ha vietato loro di fare recentemente) ma nemmeno quelle su strisce blu, che sarebbero di loro competenza. Segnaleranno solamente situazioni varie, con un palmare! Le multe spetteranno solo ai vigili veri. Evvai, bravo cicciottone di Firenze!

Noi invece a Bologna siamo messi così: ieri mi vedo apparire in tv Merighi, il nuovo vice sindaco, sul tg di ètv - rete 7 con tanto di giornalista e intervista a seguito. Stava all'inaugurazione nientemeno che di un sotto passaggio che permetterà ai pedoni di passare isolati dalle auto sotto un ponte della ferrovia, nella nota strettoia via azzurra-fossolo. Siccome il muro di questo tunnel di dieci metri è stato disegnato e pitturato da bambini, eccoti il vicesindaco ad inaugurare. Dichiarazione testuale: "la nostra città sta incominciando di reagire al problema del graffitismo, sono queste le nostre ronde, ronde di bambini, ben diverse da quelle del governo". "Incominciando di reagire", non "a reagire", e paragone del cazzo tra il problema del degrado e sue soluzioni e sta roba insignificante. Tutti gli omarelli bolognesi e le zdaure a loro fianco, nelle loro casette, a cena, avranno detto ohh che bello, come siam buoni a Bulàggna? io dubito...

KingFreak ha detto...

Caro laziale, io non capisco una cosa...se la multa te la fa un ausiliare, un vigile, un dipendente di un azienda che ha in concessione la gestione della sosta o mio nonno, che differenza fa?
Hai parcheggiato dove non dovevi parcheggiare? La multa è legittima?

Leggo ora la dichiarazione del sindaco di Firenze "non accetto l'idea di fare il bilancio comunale con le multe, le contravvenzioni servono per sanzionare comportamenti scorretti non per riempire le casse".

Ora io non sono un amministratore pubblico, ma ho imparato che con una pacca sulla spalla e una ramanzina non si ottiene nulla, trovo anche patetico il fatto che se l'ausiliare vede una vettura in contravvenzione deve chiamare un vigile per fare la multa!

Non ci lamentiamo puoi che il mondo va a puttane, se una ha sbagliato per conto mio non importa chi lo punisce, l'importante è che capisca che ha sbagliato, le discussioni su chi deve punire lasciano il tempo che trovano, mascherando poi alla fine quella voglia di illegalità di fondo tipica degli italiani!

Ah! Il tipo era un classico studente fuori sede, la futura classe dirigente!

lazialefracico ha detto...

vajelo a chiede a Renzi, il perché ha levato agli ausiliari la facoltà di fare le multe pure sulle strisce blu! E' questo che mi ha stupito. Non ti salta in mente che forse a Firenze abbiano tirato troppo la corda? sai, coi fiorentini non è si può scherzare, se tifi la squadra avversa pure nella loro tribuna, allo stadio, ti insultano di brutto pure lì....

comunque gli ausiliari si devono limitare alle multe sulle strisce blu, non a altre multe per divieto di sosta. La volete capì sta cosaaaaa????

Anonimo ha detto...

Concordo col laziale.
King, tu mica ti metti dietro a un autovelox in autostrada o a fare alcoltest fuori dalle discoteche...
Volete + controlli sui parcheggi o sul traffico? Assumente e formate + vigili urbani, mi fa ridere sta storia di mettere una casacca a un pirla e fargli fare le multe...cavolo, assumi e fai formazione come dio comanda...

MAO

AndyCapp ha detto...

@MAO ci sono 800 vigili urbani a Bologna, boia faust. Uno ogni 500 persone...iniziare a far lavorare quelli sembra brutto ?

KingFreak ha detto...

@AndyCapp

Mi spieghi chi te lo fa fare?
Nessuno ti rispetta, se provi un attimo a fare il tuo dovere ti prendi 2000 denunce e rischi il posto di lavoro!

Il caso Zaghi ne è un esempio lampante!

I vigili entrano in concessionaria perché un cliente della concessionaria aveva parcheggiato male, potevano fare direttamente la multa e chiamare il carro attrezzi, ma hanno preferito entrare magari per risolvere la questione senza multe e spese varie!
Di tutta risposta, da sua ammissione, il titolare della concessionaria si rifiuta di farsi identificare e inizia ad offendere!
Risultato...4 vigili indagati, per aver fatto il loro dovere!

Capisci perché a volte è meglio starsene al calduccio/al fresco nel proprio ufficio, perché quando inizi fare il tuo dovere finisce che ti giochi il posto di lavoro!

Articolo 1

Articolo 2

Articolo 3

Articolo 4

KingFreak ha detto...

cavolo, assumi e fai formazione come dio comanda...

Gli accertatori della sosta sono a tempo indeterminato, hanno fatto un corso di formazione e hanno tutte le autorizzazioni del comune per poter compilare un verbale!


Non sono dei pirloni a cui è stata data una casacca!

AndyCapp ha detto...

@KF Mi spieghi chi te lo fa fare?

Volentieri, il fatto che siano pagati con i miei soldi mi fa pretendere che facciano il loro dovere al meglio.

KingFreak ha detto...

...il fatto che siano pagati con i miei soldi mi fa pretendere che facciano il loro dovere al meglio.


Insomma, ti monto un impalcatura alla cazzo, non ti do dispositivi di protezione, ti mando ad una 20 di metri di altezza a lavorare, non ti tutelo legalmente, ma siccome ti pago mi aspetto che ti tiri su quel muro al meglio e fai il tuo dovere, sopratutto in silenzio e a testa bassa!

Scusami, ma ti facevo più di sinistra!

AndyCapp ha detto...

Il giorno che vedo un vigile a venti metri da terra ti do ragione.

KingFreak ha detto...

Ci sono tante cose che possono fare male, il fatto che non vedrai mai un vigile spiaccicato sull'asfalto, non vuol dire che non ci sono altri modi per farsi "male" sul lavoro!

AndyCapp ha detto...

KF: e lo so ma il tuo commento era un po sballato...se il tuo datore di lavoro ti cstringe a lavorare in quelle condizioni fa un atto criminale e lo puoi denunciare.
Uno che è, per sua scelta, al servizio del cittadino, pagato coi soldi delle tue tasse secondo me non ha il diritto di imboscarsi.
Se non si ritiene sufficentemente tutelato ci sono altri modi per discuterne.
Poi siamo seri, ai tutori della legge non basta ammazzare un cittadino disarmato per fare un giorno di galera, che sara mai una denuncina ?

KingFreak ha detto...

Se non si ritiene sufficentemente tutelato ci sono altri modi per discuterne.

Il problema è che appena se ne inizia a discutere, qualcuno ha subito paura che il passo successivo sia quello di far partire i treni in orario!


..che sara mai una denuncina ?

Quando ti ritroverai addosso una denuncia per violenza privata, abuso di potere e lesioni personali senza aver fatto nulla se non il proprio dovere ne riparliamo!

BUSINESS PROMOTER ha detto...

Grande Giove!

KingFreak ha detto...

Pesante!

Brazov ha detto...

Io resto del parere che oggi le multe in Italia da soggetti diversi da Polizia Stradale o Carabinieri sono fatte del tutto a cacchio. "A cacchio" significa senza nessun criterio di utilità o sicurezza o al massimo con quello di tirar su soldi impallinando quelli che non rispettano regole assurde; come a Padova tempo fa, tangenziale identica in tutto ad un'autostrada, limite: 70 km/h.

Multe che ho preso:
- una il primo giorno di un divieto di sosta con rimozione in un posto dove per anni avevo parcheggiato quotidianamente (un avviso, un vigile che ti avverte no?);
- altro divieto di sosta in zona residenziale, strada larga e traffico zero, fatto mettere da un prete con la paranoia della delinquenza ma ormai defunto da tempo;
- divieto di transito su ponte a targhe alterne (!!!) sul quale sono passato una sola volta in vita mia (illeggibili le modalità del divieto senza fermarsi).
Poi il bel giorno che ho chiesto un carro attrezzi per un imbecille che mi aveva parcheggiato davanti al garage e non mi faceva uscire mi risposero che non avevano mezzi: per il divieto con rimozione del cacchio sì, per me no.

In compenso, mai preso multe per i limiti di velocità che violo sistematicamente (NB quando ritengo ci siano le condizioni di sicurezza): in città, intendo, perché nell'autostrada dritta a tre corsie dove potresti viaggiare a 160 c'è il tutor e vado a 130...

Insomma oggi come oggi più si contengono le amministrazioni comunali meglio è. Figuriamoci gli ausiliari.

Alessandro ha detto...

Il fatto è che questo rimarrà un dialogo tra sordi, perchè non ci si rende conto che il nocciolo della questione è un altro. Il problema non è quello di mettere gli ausiliari o chiunque altro che non faccia parte delle forze dell'ordine...il problema su cui discutere è l'assurdità di certe (molte) norme della strad. A mio avviso nulla si può eccepire sul fatto che gli ausiliari facciano multe, sui photored, sugli autovelox imboscati, ecc.: se una norma esiste e tu la violi ti meriti la multa e basta...e la formazione o le capacità sono scuse, non ci vogliono tre lauree per capire se un auto è o no in divieto di sosta! Noi invece ci dobbiamo incazzare e di brutto contro le norme assurde...il limite a 70 in tangenziale, i divieti di sosta dove palesemente non serve, i semafori col giallo a 2 secondi e via andando. Su questo bisogna fare pressione, e dura anche, sugli amministratori: inutile perdere tempo con gli ausiliari. Facciamo norme ineccepibili (almeno per la stragrande maggioranza...non è così difficile) e poi facciamole pure rispettare senza pietà alcuna: vedrete che ci sarà meno da discutere!

lazialefracico ha detto...

sul caso zaghi, dal filmato sembra una minchiata: arrivano sti vigili, aspettano educatamente, poi arriva il tipo, che comincia a discutere a mani giunte e alterandosi (non so quello che si dicono). Poi inizia il trascinamento e la resistenza passiva... il fatto è che non vediamo quello che è successo dopo, nel caminocino. comunque sembra una minchiata, abbastanza sul tipo di quella di Bonaga. A proposito come è finita quella storia? ma perché quello se mette i guanti neri? per trascinarlo meglio?

il limite di 70 in tagenziale a modena per esempio rompe un po', anche se quella è una tangenziale strettina eh!
le multe a cazzo comunque le fanno ogni tanto ance la stradale e i carabinueri. A mio padre a modena fecero un autovelox su strada statale extraurbana contestandogli il 50 all'ora; lui andava a 90, naturalmente, andatura giusta! Patente ritirata subito (discutibilissimo),non ce noera alcun estremo, e sospesa poi per un mese dl Prefetto. Multa di seicetomila lire, si era nel 2001. Non c'era sul posto alcun cartello di limite, per per chilometri, ed eravamo in piena campagna fuori dal centro urbano. Ricorso al prefetto, il quale naturalmente lo repsinge, ma con ritardo enorme sui suoi tempi di risposta (ch sono di novanta giorni ai sensi degli art. 204-205, mi pare, del codicestrada). Ricorso al gdP (una mezza sega) che per il solo ritardo di risposta della Prefettura annulla la multa senza entrare nel merito. A conferma della stronzaggine della multa, nei mesi successivi sullo stesso tratto comparvero cartelli che gradatamente diminuivano il limite per lavori: prima 70, poi 50in prossimità dei cantieri. Quindi il limite era 90, come su ogni statale!

Poi su modena ci sarebbe la vicenda fotored, dove ne hanno combinate di cotte di crude, specie sgli esordi! Lì le facce di culo si sono sprecate!

KingFreak ha detto...

ma perché quello se mette i guanti neri?

Suppongo per una questione di igiene!

Per il resto dico una cosa, 5 anni fa ho fatto un coast to coast in America, New York to Los Angeles, 8000 chilometri circa percorsi in macchina.
Non ho mai visto nessuno superare i limiti, tra l'altro bassissimi se conti che si va da un massimo di 70 miglia orarie (115 Km/h) sulle autostrade e 15 (24 Km/h)nei centri urbani, forse il fatto che se li superi i limiti finisci in galera deve essere un ottimo deterrente....

Per il resto non so dirvi altro, io ho un 126 Bis dell'89, velocità massima 90 km/h e quando vedo gente sparata ai 130 in tangenziale gli auguro sempre di trovare un palo pronto a soddisfare la loro voglia di velocità!
Per i parcheggi, non mi interessa, io in centro ci vado in autobus, al massimo in vespa e se proprio devo pagare, pago, di certo non sto ad elemosinare per 2 euro di parcheggio!

Brazov ha detto...

Mitico 126 bis: l'ho avuto anch'io. Il peggior motore mai costruito nella storia della Fiat.

Ma non è bello né giusto augurare del male a qualcuno che male non ti fa.

lazialefracico ha detto...

kingfreak con un 126 bis non ti fermano continuamente per controlli? io ti arresterei...
per la benzina verde come fai, essendo quell'auto ante benzina verde? ci metti additivi ogni volta?

KingFreak ha detto...

Ma non è bello né giusto augurare del male a qualcuno che male non ti fa.

Se hai avuto una 126 bis sai anche che una lattina di Coca Cola è più resistente agli impatti, se ci aggiungi che la causa di morte per i minori di 40 anni e l'incidente stradale, con tutto il rispetto io mi auguro che uno che corre in macchina si ammazzi da solo prima che faccia male a qualcun'altro!


per la benzina verde come fai, essendo quell'auto ante benzina verde?

Sul parabrezza della mia macchina c'è un bollino blu che certifica la regolarità delle emissioni di scarico!

kingfreak con un 126 bis non ti fermano continuamente per controlli?

No! Han cose più importanti da fare che fermare un coglione su un 126!

lazialefracico ha detto...

a me con un vecchio maggiolino wolfasvegen nel novantasette mi fermavano spesso, poi si è fermato lui da solo, a 23 anni di età