martedì 21 luglio 2009

La mia ragazza


L'altra mattina la mia ragazza è dovuta andare il centro a fare dei giri!
Lei prende spesso l'autobus e per non rischiare di farsi beccare da un controllore senza biglietto, in casa nostra c'è sempre un citypass nella ciotola delle chiavi e uno ben conservato nell'apposito porta biglietto il plastica (50 centesimi in tabaccheria) all'interno del suo portafoglio!
Grazie a questo piccolo stratagemma, cosi complicato per la maggior parte degli abusivi, la mia ragazza non ha mai preso una multa sull'autobus. Lei è una di quelle che pensano che se i negozi sono chiusi, se non hai un euro spiccio, se devi prendere l'autobus al volo o ti trovi in una zona dove è difficile reperire un titolo, se non hai il biglietto con te una multa te la meriti, insomma se si impegna per essere sempre in regola lei, non vedo perché non debbano farlo tutti gli altri 33999 passeggeri che tutti i giorni in città utilizzano il mezzo pubblico!
Comunque, l'altra mattina la vedo uscire di casa e dopo 30 minuti mi squilla il cellulare, subito inizia a farmi la solita tiritera su quanto ha dovuto aspettare l'autobus, io gli rispondo che essendo in casa, scelgo, se posso, di evitare di girare durante le punte di carico, e se lei decide di girare quando tutti sono in per strada, non è ne colpa mia ne dell'autista se l'autobus è in ritardo!
Il problema era un altro, lei aveva timbrato, ma l'obliteratrice non gli aveva stampato nulla, questo la preoccupava molto, per lei prendere una multa è una delle cose più umilianti che gli possa mai capitare, senza contare la figura di merda che ci fai davanti a tutti per aver elemosinato su un euro!
"Ma lo spigolino lo ha tagliato?"
"Certo, deve essere finito l'inchiostro!"
Importante è lo spigolino, in molti ti fanno vedere un titolo non timbrato e con la scusa che loro il "Tac" lo hanno sentito ma non è venuto scritto niente pretendono di evitare una multa, non funziona cosi, se lo spigolino non è tagliato vuol dire che non c'è stato nessun rumore che ti potesse dare la percezione di essere in regola, quindi infilare un biglietto nella fessura non basta per essere in regola, ti devi accertare che il titolo sia stato vidimato correttamente, se non lo fai sei in multa!
Certo puoi anche trovare un Giudice di Pace che ti annulli il verbale dando la colpa ad una macchina difettosa, ma sappi che se legalmente sei innocente, moralmente sarai sempre il cazzone che non ci ha guardato prima!
Ma torniamo alla mia ragazza....
"Lo hai segnalato all'autista?"
"No! Mi vergogno, ne timbro un altro nell'altra macchinetta!"
Io insisto sul fatto che debba segnalare il problema al conducente, almeno per fare in modo che spenga l'obliteratrice e magari avvisare il tecnico che la venga a sostituire in linea e per non far capitare ad altri quello che era successo a lei!
La mia ragazza subito si stupisce di come mai nessun altro presente a bordo abbia precedentemente segnalato il malfunzionamento.
Gli chiedo su che linea si trovava e in che zona...ho capito subito perché lei è stata la prima!
E' nervosa la mia ragazza, gli ho proibito di timbrarne un altro biglietto, lei non vuole andare ad avvisare l'autista ed è preoccupata dell'arrivo dei controllori, e lei lo sa quanto sono stronzi i controllori, lo sa che non crederanno mai alla sua versione!
"Vabbo...fai cosi, stai vicina alla macchinetta, cosi se salgono i controllori gli fai notare subito il problema, proveranno l'obliteratrice e se è rotta vedrai che nessuno ti fa la multa!"
"E se si rimette ad andare che faccio?"
Stavo per mettere giù, io non sono l'ufficio informazione dell'azienda di trasporti della città e alla richiesta di rimanere al telefono per tutta la durata del viaggio "...cosi ci parli te con i controllori!" proprio non ne avevo voglia!
Si fa coraggio e timidamente va dall'autista, naturalmente gli ho chiesto di disturbarlo eventualmente solo ad un semaforo o ad una fermata, non come fanno altri che si sento in diritto di andare a rompere le palle al conducente in qualsiasi momento, prima di tutto discrezione e rispetto per il conducente!
"Ma se devo prendere un altro autobus nell'ora del biglietto come faccio a dimostrarlo su un altro mezzo?"
"Hai una penna?"
"Si!"
"Allora scriviti il numero di matricola dell'autobus!"
"Perché?"
"Se hai fatto la segnalazione all'autista lui lo scriverà sul giornale di bordo, e se su un altro autobus incontri un controllore, ti fai fare la multa poi farai ricorso!"
"Ma non è più semplice se timbro un altro biglietto?"
"No! Non ti azzardare a fare un altro biglietto!"
"Perché!", insiste lei.
"Perché con quello che vedo tutti i giorni ci manca solo che la mia ragazza faccia 2 biglietti per fare 3 chilometri di strada!"
Si sarà messa paura, perché una volta scesa ha preferito farsi 500 metri a piedi piuttosto che prendere un secondo autobus con un biglietto timbrato male!
Non vorrei che alla fine, a furia di parlare sempre di abusivi con toni ironici e coglionatori, io abbia fatto percepire un certo sadismo dei controllori nel sanzionare persone che si presentano con un titolo in mano ma non in regola perché da qualche parte, su qualche autobus, in un momento non ben definito, un'obliteratrice non ha fatto il suo dovere!
Sbagliato...non è sadismo, è la regola "Dopo la convalida, è opportuno verificare l'esattezza della timbratura (data, orario, taglio sul titolo), e, in caso di errore, avvertire immediatamente il conducente del mezzo." se non lo fai, sei in multa, niente di personale, niente "...lo fate per fare cassa!", solo una sacrosanta multa!
Dopo due ore la mia ragazza torna a casa, mi mostra il titolo incriminato. Io controllo la presenza della convalida per il viaggio di ritorno, conto i timbri, sono sei fatti più uno che non è venuto timbrato, totale sette corse utilizzate!
"Te ne rimangono tre, te lo ricordi?"
"Certo, non sono mica stupida!"
"Purtroppo gli autobus sono pieni di gente stupida!"
Naturalmente anche nel mio giorno di riposo mi sono dovuto sorbire le solite lamentele da passeggero irritato per la scarsa qualità del servizio, ma ci sta, io ci sono abituato, l'importate era non ritrovarsi in casa un abusiva, ma la mia ragazza è brava, lei non ha mai preso una multa e molto probabilmente non la prenderà mai
Molta gente chiede come fa un controllore a fare una multa senza rimorsi. Semplice, immagina di avere una ragazza come la mia, con un biglietto sempre pronto in tasca e uno in casa, che controlla la timbratura sempre e sopratutto che segnala eventuali disservizi al conducente, dopo di che, se ti trova qualcuno non in regola...nessuna pietà, si fa un semplice ragionamento, se la ragazza del controllore non ha mai preso una multa vuol dire che te non ti sei sbattuto abbastanza per essere in regola, come dico sempre io, se sei senza biglietto la colpa è solo unicamente tua, nessun rimorso, nessuna colpa, nessun dolore. Ma sopratutto se il controllore non fa una multa a chi non ha rispettato le regole, la gente che rispetta le regole s'incazza e indovinate a chi rompe i maroni?
Quindi fatemi un favore, fate il biglietto, controllate la timbratura e non inventatevi scuse patetiche su macchinette che non funzionano!
Le obliteratrici non centrano niente, quelle sono macchine, le macchine si rompono e solo un pirla potrebbe avere la pretesa che ci sia un tecnico ad ogni angolo della strada pronto a cambiare la cartuccia dell'inchiostro in qualsiasi istante!
In fondo cosa si chiede al passeggero? Due secondi del suo viaggio per controllare se il titolo è marcato bene!
E' chiedere troppo?

14 commenti:

lazialefracico ha detto...

"la mia ragazza è un gran caldo e corre spesso sotto una pioggia di mille stelle...."

poraccia, le hai fatto una testa così.... ma la ribellione sui trenta minuti di aspettativa è un segnale, statti accorto....

che le macchinette dell'ATC facciano cagare, non ti sfiora il dubbio? se persino alla ragazza di kingfreak il fenomeno si manifesta, oramai siamo ai massimi. Le macchinette non rispettano più nessuno.

comunque i tipi di errori delle macchinette non sono solo quelli descritti dalle vostre casistiche: possono anche timbrare a cazzo ma in un altro posto! la diligenza del buon padre di famiglia è l'argomento classico con cui l'azienda risponde in aula al giudice di pace. Ma la diligenza è biunivoca, eh eh: va applicata anche dall'azienda, che mi deve mettere macchina a posto, e una multa su un citypass pasticciato dalla macchinetta è alquanto dubbia

Anonimo ha detto...

ciao, ti leggo sempre volentieri.
Un solo appunto: ti prego non finire OGNI frase con un punto esclamativo! :)
Non ha alcun senso, bisogna utilizzarli solo quando ce n'è bisogno...altrimenti non ti si riesce proprio a leggere.
saluti

KingFreak ha detto...

@anonimo

Purtroppo ho la terza media e in grammatica non sono mai stato una cima, anzi...
Cercherò in futuro di starci più attento!

AndyCapp ha detto...

si giudicano i contenuti, non la grammatica

lazialefracico ha detto...

kingfreak scrive un po' alla futurista, quindi chiude pure co na scoreggia!!!!

Pel(l)acani ha detto...

ma in vacanza la obblighi a prendere i mezzi pubblici per eseguire studi comparativi sull'atc?

KingFreak ha detto...

@Pel(l)acani

Si! In ferie non ci facciamo mai mancare un giro sui mezzi pubblici della città che visitiamo, giusto per renderci conto che nella nostra città siamo migliori!

AndyCapp ha detto...

@KF: ho sentito dire che in Giappone se i mezzi arrivano con un ritardo oltre il minuto ti rimborsano l'intero biglietto!
Ti affido la missione, vai e controlla

JYog ha detto...

KingFreak: hai visto come funziona il sistema delle "emettitrici automatiche di ticket" a Londra?
http://www.flickr.com/photos/plasticbag/578303/
Ecco una dettagliata foto, con tanto di note esplicative... :-)

Anonimo ha detto...

In Giappone una volta che un treno ha fatto tipo 25 min di ritardo l'amministratore delegato della società che gestisce i treni è andato in tv a scusarsi...
Ma in compenso hanno un tasso di suicidi da paura...per cui nessun posto è perfetto! :-)

MAO

AndyCapp ha detto...

@MAO se qui ogni volta che un treno ha un ritardo cosi qualcuno dovesse andare in TV avremmo gia riempito i palinsesti ;)

SuperMario ha detto...

Ciao FreaKing :) una mia amica è stata in giappone, là i controllori spingono i passeggeri sui mezzi pubblici con degli scoponi giganti alla fermata perchè sono troppo lenti a salire, degli swifferoni lunghi 10 metri sulle caviglie, in più urlano e imprecano e trattano i passeggeri come bestiame. Se non hai il biglietto ti tagliano le falangi. Però se sei abbonato fanno l'inchino. E lo sport preferito pare che sia stare tutti schiacciati come sardine (per quello serve lo scopone). Ad ogni modo il biglietto lo faccio sempre e quando vedo che fate le multe è una vera goduria....

Anonimo ha detto...

Hai terrorizzato la tua compagna, ti rendi conto? Il servizio della ATC fa veramente schifo rispetto a quello di altre città, non parliamo dell'estero!

Anonimo ha detto...

bah... mi ricordi tanto Furio di Verdone... se non fosse ingombrante ti porteresti appresso pure un microscopio elettronico per esaminare i biglietti...
Fartene scappare uno sarebbe una grossa frustrazione, vero? Bisogna far bene il proprio lavoro, fino a farlo diventare un'ossessione, tanto da scriverne su di un blog!
Occhio che le ragazze sopportano, sopportano, ma poi mollano eh?