venerdì 25 settembre 2009

Il cane invisibile


Merda!
Non so da dove cominciare per raccontare questa storia!
Cosa ci sarà mai di cosi peso in questa storia da renderla cosi difficile da raccontare?
Bhe!!!...questa è una storia di sangue, abusivi, sbirri e controllori, e di solito con questa combinazione è molto difficile trovare qualcosa su cui farci sopra una cara e vecchia risata.
Mhm...da dove comincio?
Immaginate di camminare per strada quando il vostro sguardo vi scappa verso una pensilina dell'autobus, ci sono tre controllori in splendida forma con ai loro piedi un ragazzo con i vestiti sporchi di sangue...minchia!!!
Come un giudice di un tribunale che non è mai salito su un autobus e non ha mai avuto a che fare con degli abusivi, sicuramente la prima cosa che vi viene in mente è che quei bastardi dei controllori abbiamo fatto la solita "violenza privata" contornata da del buon vecchio "abuso di potere" per poi finire nelle immancabili "lesioni".
Non ditemi che non pensereste questo, vi conosco, voi odiate i controllori e infondo, dal vostro lato oscuro, provate una certa ammirazione-pena nei confronti degli abusivi, lo so, non negatelo che tanto non ci credo!
Proviamo a fare un passo indietro, la volete sentire la versione del controllore o vi siete già fatti la vostra idea, il vostro giudizio e avete già trovato i colpevoli?
Io ci provo, poi mi saprete dire...
Non sto a raccontare la solita storia...i controllori salgono...trovano il passeggero sprovvisto di titolo di viaggio, senza documenti e soldi...bla..bla..bla...solita mediazione....Polizia...bla...bla...bla....perdita di tempo....bla...bla...bla....si arriva ad una conclusione!
Il ragazzo era tranquillo, insomma aveva ammesso il suo errore ma neanche lui voleva avere a che fare con le forze dell'ordine, sembrava in ordine insomma, la forza non serviva, nulla di che preoccuparsi, si offre di chiamare la ragazza che gli porterà i 40 euro della multa alla fermata e tutto si sarebbe risolto in breve tempo!
Per i controllori niente di più facile.
L'autobus prosegue la sua corsa, il ragazzo chiama la morosa, spiega la situazione, lei è d'accordo e ci si da la punta alla fermata, ottimo cosa chiedere di meglio ad un abusivo!
Arrivati alla fermata, in piena fiducia nei confronti del ragazzo lo si fa scendere per primo dall'autobus, chiunque avrebbe tentato una fuga, ma lui aspetta la discesa dei controllori che istintivamente lo circondano una volta scesi!
Poi qualcosa cambia, non lo so cosa sia, chiamatelo istinto da controllori, chiamatelo che nella vita fai finta di fidarti, ma alla fine è sempre meglio mettersi dalla parte giusta quando sospetti che stia per succedere qualcosa...e infatti qualcosa succede!
Uno dei controllori non fa in tempo a dire "Potrebbe mettersi seduto sulla panchina mentre aspettiamo!"...boom...il giovane spinge i controllori e tenta una fuga!
Apro una parentesi prima di andare avanti, immaginate la possibilità di avere 4 possibili vie di fuga, verso ovest c'è l'autobus ancora fermo, verso nord ci potrebbe essere il piccolo spazio tra la pensilina e l'autobus oppure tra la pensilina e il muro di un palazzo, a est c'è il muro del palazzo, a sud ci sono i tre controllori...capita bene la situazione logistica? Se volete vi faccio un disegno, ma so che voi avete capito....non siete stupidi.
Voi, nell'eventuale fuga che direzione avreste scelto?
Lo scattista abusivo ha scelto di sfondare la linea dei controllori, o meglio il piccolo spazio fra il muro e i controllori, senza sapere che i controllori conoscono i loro polli, nel senso che visto lo scatto, si spostano, lui si sbilancia e finisce drammaticamente contro il muro. Drammaticamente e rovinosamente!
Ahh!!! Dimenticavo un piccolo particolare, il muro non era un classico muro liscio e di mattoni, no signori, adesso io non sono un muratore e non so come si chiama in gergo, ma dalle mie parti è molto tipico.
Insomma immaginate un muratore con una cazzuola e con un buon colpo di polso che riesce a creare una serie di spunzoni fatti di ottimo cemento, duro, resistente e soprattutto"che fanno male" se ci finisci contro!
Il giovane si rialza, è incazzato, e se mi permettete, vorrei vedere voi.
Uno dei controllori chiama subito una volante, insomma stiamo parlando di "resistenza a pubblico ufficiale" e "rifiuto di declinare le generalità" e non voglio aggiungere il fatto che uno dei tre verificatori è caduto per terra procurando "lesioni" al fondo scheda, meglio chiamare la Polizia, qui si entra nel campo dei reati penali!
Il giovane è sempre più incazzato, non trova più il suo BlackBerry che nella caduta è misteriosamente sparito, i controllori rassicurano il giovane sul fatto che il cellulare è in buone mani e che a questo punto e meglio che si aspetta la Polizia per chiarire meglio la situazione.
Il giovane è sempre più incazzato, ma dalle mie parti si dice che in questi casi "...stai facendo due fatiche..." perchè dovevi vedere come erano decisi i controllori. Infondo, cazzo, loro ti hanno dato tutta la fiducia di questo mondo e tu hai provato a fotterli, a questo punto si dice "Game Over", mo so' cazzi!
Il giovane si accascia a terra e rassegnato aspetta. I verificatori visto il sangue che sporcava i vestiti dell'abusivo, nel frattempo avevano chiamato anche un'ambulanza del 118, il resto è attesa.
Ritorniamo all'immagine che vi avevo descritto all'inizio, pensate ancora quello che pensavate prima o qualcosa in voi è cambiato?
Vado avanti con il racconto?
Fermiamoci un attimo, perchè parliamoci chiaramente, anche i controllori sono esseri umani, anche loro si rendo conto della situazione, si rendono conto che la loro versione non regge.
Cazzo! Come fai a dire che in tutto questo casino non c'è stata una colluttazione? Come fai a dire che il tipo si è fiondato da solo contro un muro? Come fai a dire che non siano stati i controllori a provocare quei graffi sulle braccia dell'abusivo magari sbattendolo violentemente contro il muro?
Cazzo! Cazzo! Cazzo!
L'ambulanza arriva, la Polizia arriva.I controllori si avvicinano alla volante, mentre gli operatori del 118 vanno dal ferito.
La situazione è tosta, nervosa, come dicevamo prima tutto sembra un altra cosa, anche voi ci sareste cascati.
Le facce sono serie, molto serie, l'agente chiede, il controllore inizia a raccontare la sua versione....
"Siamo scesi dall'autobus quando ad un certo punto il ragazzo ha tentato la fuga verso di noi, si è sbilanciato ed è caduto contro il muro...".
Da dietro un urlo "Non è vero!", il giovane sfregiato voleva dare la sua versione, un brivido dietro la schiena percorre il controllore.
L'abusivo si avvicina, il controllore si sposta dalla visuale dell'agente e lascia spazio, in questi casi l'esperienza insegna di evitare discussioni, infondo non hai fatto niente di male, non sei colpevole di niente, lasciamolo parlare...signori, vi avviso, qui superiamo l'immaginabile e tocchiamo il paranormale!
"Non è vero! Non stavo scappando, e che un anno fa un Pit Bull mi ha morsicato ai testicoli e da allora sono rimasto traumatizzato, ho visto un cane passare...non so cosa mi sia preso e sono scappato per istinto!"
Silenzio del Poliziotto.
Silenzio del controllore.
"Se non ci credete chiedete a quelli dell'ambulanza, loro dovrebbero avere le mie cartelle cliniche!"
Il controllore si allontana, questa versione dell'accaduto dava una visione chiara e "credibile" dell'accaduto, togliendo di fatto da ogni responsabilità i controllori, perchè contraddire il giovane eunuco?
Il poliziotto era titubante ma invitava il ragazzo a salire sull'ambulanza per le medicazioni e si avvicina al trio dei verificatori..."Spiegatemi bene cosa è successo!"
I verificatori spiegano tutto dall'inizio, da quando sono saliti a bordo, e fanno notare che loro non hanno visto nessun cane, per loro il giovane aveva tentato la fuga facendo cadere per terra uno di loro ed è finito contro il muro!
Il secondo agente, una volta fatte le medicazioni, invita il giovane a salire sulla volante e invita i controllori a fare le solite denunce poi sale sulla vettura anche lui, mentre l'altro agente identifica i controllori!
Si chiacchiera ancora un po', poi ci si stringe la mano e ognuno prende la sua strada!
I controllori non erano convinti e per sicurezza vanno anche loro in questura, non si sa mai, meglio fare subito le denunce di rito.
Entrano, attendono il loro turno e si presentano d'avanti all'agente proposto a ricevere le denunce, spiegano il fatto ma qualcosa non torna!
L'agente rintraccia la gli agenti della volante e li fa venire nell'ufficio, chiede informazioni...
"Non lo so! Il ragazzo è ancora di la che farnetica qualcosa riguardo un cane...che si è preso paura...è scappato...comunque voi potete fare le solite denunce tramite il vostro ufficio legale, non c'è bisogno che state qua!"
I controllori salutano, ringraziano ed escono dalla questura. Fine della storia.
Non lo so ragazzi, è un po' che bazzico tra controllori, poliziotti e abusivi, ma anch'io di tutta questa storia non ci ho capito molto, l'importante è che è finita bene, i dati giorni dopo sono arrivati alla Tana dei Controllori, il verbale è stato compilato, le denunce sono state fatte e a distanza di mesi nessuno ha avuto da ridire sull'operato dei controllori!
Mi è tornato in mente questo fatto perchè giorni fa ho incontrato l'agente che era intervenuto sul posto e gli ho chiesto come era andata a finire quella storia, lui non ricordava, poi ho citato il famoso cane invisibile e gli è tornato in mente...
"Ahh! Si!"
"Ma la storia del cane come è andata a finire?"
"Seee...ma quale cane!"
Certo, raccontare che il controllore ti ha pestato per farti una multa è molto più credibile, c'è chi lo ha fatto e purtroppo conosco un controllore che fra un paio di giorni dovrà presentarsi davanti al G.I.P e poi subire l'umiliazione di un processo.
Ma se proprio ve la vedete brutta e non riuscite uscire "dall'imbarazzo" di aver aggredito un controllore per non prendere una sacrosanta multa, evitate di trovare dei testimoni falsi , imbastire un processo inutile e rovinare la vita a una persona che sta semplicemente facendo il suo lavoro, alla faccia della testimonianza dei controllori, alla faccia della testimonianza dell'autista dell'autobus, alla faccia della testimonianza degli agenti di Polizia, alla faccia di chi fa il biglietto!
Provate a tirate fuori la storia del cane invisibile, può essere che da qualche parte, in qualche tribunale, un giudice vi creda e vi eviti problemi legali. Insomma qualcuno che vi asseconda lo trovate sempre, se siete un abusivo per una cazzo di volta provate a passare per coglioni piuttosto che buttare merda sui controllori!
Lo so! Lo so! Troppo facile direte voi, voi non conoscete la storia e sentite sempre e solo la mia versione, certo non vi chiedo di fidarvi della mia parola, ma non ho mai sentito di controllori trattare male gente in regola, ripeto in regola, non gente che pensa di essere in regola!
Merda!
Alla fine ho raccontato questa storia nella speranza di spiegare qualcosa che a "vista" è difficile da comprendere, ma mi sa che alla fine neanche voi ci avete capito qualcosa, poco male, ma se passate dalle mie parti, state in occhio, il cane invisibile è sempre pronto a mordervi i coglioni, ma per favore non ve la prendete con i controllori se vi vogliono fare 40 euro di multa e nel dubbio fate sempre il biglietto, quello vero, non quello invisibile!

17 commenti:

Orologiaio Frustrato ha detto...

Appunto: il cane invisibile ha mangiato il biglietto invisibile.

Controllori maledetti e malfidati, a non credere alle storie vere di cittadini onesti che pagano sempre il biglietto.

Silvia ha detto...

beeeello sbregato contro il muro! Ben gli sta!

eugy ha detto...

per come la vedo io, davanti ad una scena simile senza sapere come sono andati i fatti avrei pensato solo: "qualsiasi cosa i controllori abbiano fatto a quel cretino, se l'è meritata"! (ma io son troppo di destra!

AndyCapp ha detto...

Questa è di diritto nella top ten delle scuse

Brazov ha detto...

ROTFL!

Solo un appunto al tuo post: a Roma si dice che fai TRE fatiche. La terza? "Te la piji n'der..." :))

Ciprovo ha detto...

Ma alla fine il signor "senza testicolo per colpa del cane" è stato denunciato per tutto quello che ha commesso oppure ci si è accontentati della multa?

lazialefracico ha detto...

e a sud che via di fuga c'era?

beh vedrai che il tuo gip archivierà tra due giorni, non mettere il carro davanti ai buoi...

ma davanti al gip chi ti difende, un avvocato scelto da te o quei genii della tua azienda?

lazialefracico ha detto...

@kingfreak sulla motorizzazione civile saranno dei cagacazzi, ma io mi ricordo che mio padre mi ha detto che quando si facevano le revisioni alle auto solo lì da loro, ogni 10 anni mi pare, ammollavi le cinquantamila lire al tipo che si impadroniva della tua macchina, e non nascevano mai problemi, anche se avevi un catorcio. Faceva due manovre e tutto a posto. Infatti non mi pare che all'epoca la vigilanza sulle auto in circolazione fosse altissima (fino a metà anni '90)

@brazov: ce vai allo "zio d'America", a via Ojetti? bignè enormi e squisiti, tramezzini altrettanto, ma diplomatici deludenti. non riesco a trovarne più di soddisfacenti, zuppi di liquore aspro come piacciono a me e solo a Roma si trovavano.

per voialtri di umarell's land la pasticceria è una cosa ignota...

Anonimo ha detto...

Ma voi pensate sul serio che umarell's land sia Bologna?
Provate a farvi un giro a Trieste... :-(

MAO

Brazov ha detto...

Il Mattino di Padova ha pubblicato la mia lettera di reclamo all'APS!

@laziale

ce vai allo "zio d'America", a via Ojetti?

Colmerò la lacuna al mio prossimo viaggio.

KingFreak ha detto...

@Ciprovo

Stamattina ho portato dai Carabinieri l'ennesima denuncia querela, la prima l'ho fatta 4 anni e non ne ho saputo ancora nulla, ormai ne ho un raccoglitore pieno!
Le persone che un paio di anni fa mi hanno preso a morsi e pugni continuano regolarmente ad essere multate sull'autobus, io domani vado davanti al G.I.P con accuse infamanti nei miei confronti, con l'unica colpa di essere stato a bordo di un autobus mentre aggredivano un collega e aver fatto da testimone!

Adesso ti chiedo, ha importanza se è stato denunciato o meno?
Tanto alla fine davanti ad un giudice gli stronzi sono sempre i controllori, perchè alla fine "...tutto il casino per un biglietto..." lo hanno fatto loro!

KingFreak ha detto...

e a sud che via di fuga c'era?

Ho rimesso a posto i punti cardinali, in effetti avevo fatto confusione anch'io!

lazialefracico ha detto...

@mao: a scoprire l'obbrobrioso muro a Como, che offuscava il lago, è stato un omarello che sbirciava il cantiere nelle fessure del legno....

@brazov: vai a montesacro e non sei stato mai allo zio d'america? devi colmare sì la lacuna! sta a talenti, per la precisione. io bazzico conca d'oro e dintorni, ma a talenti per lo zio d'america ci sono tornato dopo anni ed era un concentrato di magna magna come al solito. fedele alla tradizione!

@kingfreak hai poca fiducia nei giudici... in bocca al lupo per domani!

lazialefracico ha detto...

doveva scappare a nord, l'abusivo: invece s'è buttato in bocca ai controllori. Non ci stava mica tanto co la testa

CiProvo ha detto...

@ kingfreak:
Era semplice curiosità.

Ero curioso di sapere se i carabinieri hanno preso per buona la storia del "cane invisibile" pur di chiudere alla svelta e non fare pezze ai controllori.

Poi che alla gente i controllori non stiano simpatici è un dato di fatto, ed è anche logico visto che molti viaggiano senza biglietto.

Poi c'è che crede di avere sempre ragione anche quando non ce l'ha, ed ora come ora in italia lo stato di diritto premia chi querela rispetto al querelato,anche se quest'ultimo ha ragione. Succede in grande ed anche in piccolo.

In questo quadro d'insieme capisco e stimo anche chi, vedendo che il destino una volta tanto ha punito chi voleva fare il furbo, ha rinuciato ad infierire ulteriormente.

Dopotutto il disgraziato si è contuso da solo in una specie di harakiri per l'espiazione dei peccati. Ha regalato una bella scena e qualcosa da raccontare.

E soprattutto ha fatto la figura del coglione, ed un coglione in mezzo a molti bastardi potrebbe essere un po più apprezzato

cusa se mi sono dilungato

KingFreak ha detto...

@CiProvo


Non lo so come sia andata a finire la situazione giudiziaria dell'abusivo, in genere queste cose partono d'ufficio!
Capisci che tre controllori fermi per due ore, l'intervento di una volante con successiva identificazione in questura e le medicazioni dell'ambulanza del 118, non possono vedere la conclusione con una semplice multa da 40 euro, altrimenti faresti delle differenze con uno che magari non ha fatto storie e pagato subito la multa!
Insomma non basta essere simpatico e anche un po' coglione per evitare problemi con la giustizia!

Anonimo ha detto...

ma lo zio d'america è un covo di fassisti!