giovedì 14 maggio 2009

Violenza privata


Art. 610 c.p
Violenza privata Chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa e' punito con la reclusione fino a quattro anni.


In città è possibile fare il biglietto a bordo degli autobus urbani, basta avere un euro in monete, salire, infilarle nell'emettritrice e sei in regola!
Vi sembra una cosa difficile?
Che differenza c'è tra "...ma all'estero l'autista fa il biglietto!", che non da resto aggiungo io, e una macchina automatica in vettura?
Nessuna penso! Per questo tutti quelli che mi dicono che ci vorrebbe l'autista che fa il biglietto in genere gli rido in faccia, perché con 2500 rivendite di titoli, 5 biglietterie aziendali, 29 macchinette automatiche a terra e la Ducati a bordo, se non hai il biglietto è perché non lo volevi fare, e mentre mi racconti l'ennesima scusa, non ti incazzare se il controllore ti continua a ridere in faccia!
Ma non è di questo che voglio parlare, questo era il prologo, giusto per dire che se sei a bordo di un autobus extraurbano o suburbano, a differenza dell'urbano, non è possibile fare il biglietto in vettura.
Quindi di cosa vogliamo parlare oggi?
Oggi parliamo del privato cittadino che sale sul mezzo suburbano, in area urbana, si trova i controllori a bordo e pretende di aver ragione perché sui mezzi urbani è possibile fare il biglietto con un euro!
Si ma cosa centra la violenza privata citata all'inizio?
Ci arriviamo, è che avevo in mente due post differenti e gli ho voluti unire, giusto per risparmiare un po' di tempo!
Ricominciamo partendo dal regolamento?
Ottimo!
Siamo alla fermata, c'è una tabella oraria e c'è un simpatico cartello che andremo a leggere, si perché se qualcuno si sbatte ad informare, se tu non leggi, il pirla sei tu, fin qua siamo d'accordo tutti vero?
Poi signori non siamo stupidi vero?
La frase "OCCORRE PREMUNIRSI DI TITOLO DI VIAGGIO PRIMA DI SALIRE" è chiara a tutti, non è difficile, se poi ti do la possibilità di fare il biglietto a bordo e ti segnalo la macchinetta funzionante con un cartello verde e non funzionante con un cartello rosso sulle porte di salita, se non le vedi o non le comprendi, siamo d'accordo tutti che colui che sale senza biglietto una multa se la merita?
Se poi ci aggiungiamo il fatto che è scritto anche in inglese e c'è un simpatico disegno che capirebbe anche un bambino, non mi venite a dire "...non sapevo, non capivo, non è colpa mia!", il pirla che prende le multe continui ad essere tu, chiaro?
Ma raccontiamo i fatti e arriviamo al nocciolo della questione!
I controllori salgono e, appena questo succede, un passeggero seduto subito dietro all'autista, distinto e sulla quarantina, si fionda sulla porta centrale di discesa. La porta è aperta, ma lui non scende!
Ecco il primo potenziale pollo!
Un secondo dopo, dalla porta centrale di discesa, sale un ragazzo con una valigia. Si chiudono le porte e l'autobus parte.
Il ragazzo "nasa" la situazione, “ravana” nervosamente nelle tasche per racimolare qualche spiccio, si avvicina ai controllori, che non si sono ancora qualificati, e gli chiede dov'è l'emettritrice!
Certo, il controllore avrebbe già dovuto tirare fuori il blocchetto e chiedere un documento, ma siamo in quel clima di distensione dove se si può evitare di fare una multa, se ci sono le condizioni, si può anche fare...
"Signore, questo è un autobus suburbano, non è possibile fare il biglietto a bordo, c'è scritto fuori!"
"Ahhh!! Allora scendo!", inutile dire che se non ci fossero stati a bordo i controllori il giovane in questione non si sarebbe mai messo il problema, ma lui ha fatto finta di chiedere un informazione ad un altro passeggero, il controllore ha fatto finta di essere un passeggero ben informato, l'abbonato non ha capito la mossa, tutto fila liscio!
Fermata, il giovane con la valigia scende.
E il signore distinto di prima? Ve lo ricordate? Quello che era scattano come una pallina del flipper alla vista dei controllori, lo avete ancora presente? Sarà sceso anche lui?
No! Non scende!
Diamine!!! Allora i controllori si sono sbagliati! Partono prevenuti i maledetti, appena vedono uno che scatta pensano subito male!
Inutile dire che tra le due fermate, anche i sassi avevano capito che a bordo c'erano i controllori , chi "doveva" scendere era sceso, solo un coglione può rimanere a bordo senza biglietto!!
State pensando quello che penso io?
"...volevo appunto dirlo all'autista, ma voi facevate chiacchiere con lui e non volevo disturbare!!"
Adesso voi capirete che dopo aver fatto di tutto per farsi notare, dopo aver dato non una, ma ben due possibilità per scendere, il controllore non può subirsi tutta la "gnola" del "...ma io l'euro ce l'ho....lo volevo fare...mi sono distratto...", deve dare un fermino alla discussione alzando un po' i toni...e che cazzo, oggi tu sei il pollo di turno e oggi ti prendi la multa!
Il signore dice che non ha documenti.
Un signore distinto, sulla quarantina con un portatile in mano e la pettinatura anni '80 dice che non ha un documento.
"Allora mi dia i suoi dati a voce!"
"Ma cosi le potrei dare dei dati falsi!"
"Certo, ma se mi da quelli giusti forse è meglio!"
"Allora scriva!"
Il signore sbrodola una serie di dati udibilmente falsi, il controllore scrive, non resta che firmare il verbale.
"No! Io non firmo, io non firmo mai niente e devo scendere!"
"Signore, mi deve dare il tempo di verificare questi dati non può scendere!"
"Non mi può trattenere, è violenza privata, la potrei denunciare!"
Lo fai scendere?... perché alla fine che cazzo tene frega, la legge permette di dare i dati a voce, la legge non obbliga a portarsi dietro i documenti, tu stesso legalmente parlando non esisti, stacca sto cazzo di verbale, daglielo e vaffanculo....
Fermi l'autobus, lo trattieni e aspetti la Polizia?...fermeresti veramente una corriera piena di gente che vuole andare a casa, piena di gente incazzata "che ha pagato" che vuole andare a casa, cioè mi vuoi far credere che veramente ti prenderesti una denuncia per violenza privata? Che palle cazzo!...avvocato...tribunale...Giudice di Pace...ricorsi...du maron...
Lo facciamo scendere sto scemo e chi se visto se visto?
Vabbo!! Non vi racconto come è andata finire, io mi fido del controllore, so che qualsiasi scelta abbia fatto, è stata sicuramente la migliore, i controllori fanno sempre la scelta migliore!
Lo so che voi non vi fidate del controllore, so che voi avreste fatto sicuramente una scelta diversa dalla sua, per questo non ve la dico. Infondo ho parlato di soluzione migliore, voi non c'eravate su quell'autobus, non sarà mai la scelta migliore per voi o la scelta migliore per il bene della società, sarà la cosa migliore da fare in quel momento, peccato che chi debba poi giudicare sono sempre quelli che sull'autobus non ci sono mai!
Nel frattempo, finché ci sono ancora questi dubbi, su quello che si deve fare, su quello che si può fare e su quello che si dovrebbe fare non vi incazzate se è più facile vedere un controllore al bar piuttosto che su un autobus a far verbali, del resto avete pagato, siete incazzati, avete diritto dopo il lavoro di arrivare a casa in orario e il controllore ai vostri diritti ci tiene, molto di più di quello che pensate!

29 commenti:

100% Antikomunista ha detto...

Questo forse potrà aiutare anche i controllori...

L'oltraggio a pubblico ufficiale torna ad essere reato penale, punibile con la reclusione FINO A 3 ANNI (in alternativa, si estingue con il risarcimento del danno al P.U. e all'ente di sua appartenenza)

Emendamento introdotto GRAZIE ALLA LEGA NORD nel ddl sicurezza

Indovinate un po' chi lo aveva depenalizzato? I comunisti e il Mortadella...

Indovinate chi si oppone? I giudici dell'ANM...

Domanda per KingFreak:

Può essere uno strumento utile?

(con tre anni, un po' di galera te la fai, e la prospettiva di rimetterci i soldi del risarcimento è un ottimo deterrente)

Se sì, a giugno regolatevi di conseguenza...

AndyCapp ha detto...

@AK uhm fino a tre anni difficile farsi la galera, un terzo se patteggi diventano due, un po ti attenuanti ecc ecc vai in condizionale.
Per me è un reato cretinissimo e cavilloso ma vabbè, anche perchè in Italia tra un po ci sono più PU che cittadini.
Poi però non venire qui a lamentarti che la giustizia è lenta...

@king: in effetti capisco che fermare una corriera per un bamboccione che non ti da i dati sia seccante, anche se poi la colpa è del bamboccione: non si può il verificatore aspettare la polizia alla fermata assieme al signore ? O è sequestro di persona ?

-leti- ha detto...

domanda, fosse stato un extracomunitario il problema di fermare un autobus ve lo sareste fatto?

AndyCapp ha detto...

@leti non vedo proprio cosa cambi, il problema è fermare il bus, non a cuasa di chi :o

KingFreak ha detto...

Art. 605 Sequestro di personaChiunque priva taluno della liberta' personale e' punito con la reclusione da sei mesi a otto anni.
La pena e' della reclusione da uno a dieci anni, se il fatto e' commesso:
1) in danno di un ascendente, di un discendente o del coniuge;
2) da un pubblico ufficiale con abuso dei poteri inerenti alle sue funzioni.


Devo essere sincero, i sequestri sono quelli che fanno in Aspromonte, il problema AndyCapp è sempre quello, se faccio scendere il tipo e una volta sceso vuole andare via come lo fermi?
Almeno su un autobus chiudi le porte e riga, non c'è contatto fisico, a terra devi per forza mettergli le mani addosso rischiando pure una denuncia per aggressione!

@100%Anticomunista
Mi spieghi chi denuncio per oltraggio a pubblico ufficiale se non mi dai gli strumenti per poter identificare una persona?
Se danno otto mesi di arresti domiciliari a chi ha puntato un coltello alla gola, quanto mai vorranno dare per un "vaffanculo", non parliamo poi dell'ennesima sanzione pecuniaria che non pagherà mai nessuno!

@Leti
Ti ha già risposto AndyCapp e per favore non entriamo nei discorsi extracomunitario o non, la legge è uguale per tutti!
Anzi, non proprio uguale, l'extracomunitario può sempre aggiungere anche una bella denuncia per razzismo che ultimamente va tanto di moda!


Un ultima cosa per 100%Anticomunista, il nostro Ministro dell'Interno si è preso una condanna a 4 mesi e 20 giorni per Resistenza a Pubblico Ufficiale, convertiti poi in una multa, questo per farti capire il motivo per cui non faranno mai delle leggi serie per tutelare chi si occupa di sicurezza e controllo, devono sempre lasciarsi una finestra aperta!


Però la mia domanda è un altra, voi rischiereste una denuncia per fare in modo che questa persona venga in qualche modo punita?
Perché di questo stiamo parlando, del fatto che in Italia alla fine è più tutelato chi delinque, piuttosto chi è preposto a mantenere l'ordine e la sicurezza!
Possiamo inventarci tutte le leggi che vogliamo per punire una persona, ma se non ne facciamo nessuna legge che permetta a chi ti deve punire di identificarti con certezza, diventano palliativi per far parlare la gente e raccogliere voti in campagna elettorale!

KingFreak ha detto...

Oggi sono in buona e visto che ultimamente si discute molto su leggi e applicazioni vi copio e incollo quello che c'è scritto dietro al tesserino del controllore, ditemelo voi quello che può fare e quello che non può fare

Il sig. [nome e cognome] è agente dell'[nome azienda] incaricato della vigilanza del servizio. In tale sua qualifica è abilitato, ai sensi degli artt.6 e seguenti della Legge Regionale E.R 28.4.84 n.21 e dell'art 40 della Legge regionale 2.10.98 n.30 e s.m.i, ad accertare e contestare ai passeggeri la violazione delle norme riguardanti la regolarità dei titoli di viaggio e le regole del viaggio, ad incassare le relative sanzioni in misura ridotta, a redigere processo verbale di accertamento ed a sequestrare i titoli alterati o falsificati. Ai fine dell'esatta individuazione del trasgressore può pretendere la declinazione delle generalità del trasgressore e richiedere l'esibizione dei documenti di identificazione e può avvalersi dei potere attribuitigli dall'art 13 della legge 24.11.81 n 689 e s.m.i

Brazov ha detto...

@Antikomunista

Tante cose aveva e non aveva fatto il mortadella, per esempio non aveva fatto ministro le sue amanti, ma non mi sembra il caso di trasformare il blog di Kingfreak in uno spazio elettorale. Poi l'oltraggio a pubblico ufficiale mi sembra un reato da terzo mondo. Una cosa sono le minacce, la resistenza, le aggressioni, ma non vedo proprio perché mandare a cagare un poliziotto debba essere più grave che mandare a cagare il Sig. Rossi. Più ancora, non vedo come l'esistenza del reato specifico possa aiutare i P.U. a svolgere le loro funzioni.

lazialefracico ha detto...

allora kingfreak le multe dell'episodio che dici sono state giuste, tutte e due. Così chiariamo subito come la penso. Ma tutto il tuo post è pieno di cazzate, scusa eh!

1) Cosa minchia è questa storia che tu ripeti sempre da qualche tempo, del dare possibilità ai sospetti trasgressori di scendere, in una fermata o due dopo la salita del controllore? cos'è tutto questo buonismo peloso?

2) poi perché ti fai tanti problemi sul cosa fare quando il tipo non dà il documento, se fermare o no una corriera dove c'è gente che deve andare a casa? non si molla il tipo finché non si ha la certezza dei suoi dati! E se non firma si scrive rifiuta firma sul verbale. Avete sempre fatto così, chiamando pure le forze dell'ordine, quindi dov'è il problema?

3) la tua spiegazione sul biglietto urbano sopra il mezzo suburbano non è chiara, poi: se uno usa il mezzo suburbano solo in area urbana ha diritto di usare quello da un euro, come se fosse sul tredici, per dire. Ma non chiarisci dove stava il tipo, quindi non si capisce. Del resto chi se ne frega: è un caso di palese multa e basta (tu nei tuoi post citi sempre casi palesi, di torto marcio di passeggeri stronzi e teste di cazzo...)

4) poi non citare a sproposito l'eventuale rottura di maroni di ricorsi al gdP da parte dei multati, perché in questo caso del tuo ultimo post non è roba da ricorsi, e se il cittadino lo fa ATC lo vince di sicuro e giustamente. E poi voi anche in caso di multe dubbie non voi fate la multa, e non temete affatto l'eventulaità del ricorso al gdP. E comunque il gdP non sta lì per dare fastidio alle aziende e ai controllori.

5) peggio mi sento quando citi quegli articoli delle leggi regionali sui trasporti. Sono articoli che attriubuiscono poteri di autorità pubblica ai controllori di una s.p.a, privata, e una legge che recita tout court così, semplicisticamente, è sospetta di incostituzionalità, e ci vorrebbe qualcuno che portasse la questione alla Consulta. Oppure quantomeno quelle norme non sarebbero più valide per quelle aziende che nel frattempo sono divenute spa. Le leggi in materia sono del '84 e del '98, no? e ATC ad esempio è divenuta spa nel 2001, quindi non dovrebbe più servirsi di queste norme, mutuate sulla 689/81, e dedicate quindi alla AUTORITA' AMMINISTRATIVA, cioè alle Prefetture, ai Comuni, alla sfera pubblica insomma. Cosa che una spa non è, anche se posseduta a maggioranza di azioni da un ente pubblico (il che potrebbe anche non essere, nel senso che nulla vieta a quell'Ente di vendere quelle azioni).

ciao kingfreak

lazialefracico ha detto...

errata corrige: al punto 4 ho scritto: "e poi voi anche in caso di multe dubbie fate la multa, e non temete..."

AndyCapp ha detto...

@bravoz: si, e per altro e' falso quanto detto da AK, Prodi non era al governo quando fu abrogato (assieme ad altri reati minori) l'otragio a pubblico ufficale.

Silvia ha detto...

Anche se a volte ho tentato di viaggiare senza biglietto (e ci sono anche riuscita...a volte vai di corsa e prendi il tram/treno e basta - ma non è una regola ovviamente), massimo rispetto per te e per il tuo lavoro, che personalmente ritengo uno dei più ingrati, soprattutto in Italia

Brazov ha detto...

Caro King ma insomma dov'è finita la tua vena.

Lo abbiamo capito (e ci crediamo!!) che i controllori hanno le mani un po' legate. Devi anche capire che se per caso sul bus c'era un conoscente del coglionazzo, lui è rovinato per sempre. Che figura fare tutto 'sto casino prima per risparmiare un euro e poi fingere e urlare come una gallina all'ingiustizia solo perché non vuoi pagare la multa.

Ecco, io spero che sia andata così: si è reso conto che sull'autobus c'era un vicino (un collega, il capufficio, un dipendente!) dopodiché si è fatto piccolo piccolo e ha dato la carta d'identità al controllore. E' andata così?

Anonimo ha detto...

Antikomunista:
"Indovinate chi si oppone? I giudici dell'ANM..."

Ah, ma pensa, un po' come dire: "la Lega ha proposto una legge sulla balneazione, e indovinate chi si oppone? I bagnini..."

Il sospetto che la legge sia una ciofeca non ti sfiora?

JYog ha detto...

Ma basta, 100%antikomunista! Ti stai coprendo di ridicolo, suvvia!

Ancora con questo reato di oltraggio a P.U., tra l'altro in odore di anti-costituzionalità: perchè offendere un P.U. dovrebbe risultare più grave di un'offesa a un cittadino comune?
Sappiamo benissimo che la norma era stat introdotta in epoca fascista per un preciso scopo; qui non è questione di P.U. o non P.U.: è questione di pene certe, leggi severe, giustizia che abbia i mezzi per funzionare.

Piuttosto che perdere tempo dietro alle sciocchezze del tipo "hai detto vaff***ulo, siccome sono P.U. al posto che 100 euro me ne dai 200 di sanzione", pensate a dare i "mezzi" ai P.U. per identificare, accertare, contestare!
Pensate a dare i "poteri", non i contentini!

JYog

girl68 ha detto...

ma siamo sicuri che la legge ti permette di girare senza documenti?
A meno che non sia cambiato qualcosa di recente almeno un documento valido devi sempre averlo con te perchè se si viene fermati anche a piedi dalla polizia/carabinieri o chi si voglia per un controllo bisogna essere in grado di dimostrare chi siamo o si viene multati e poi portati in questura per verifiche.

AndyCapp ha detto...

girl68 sicurissimi

Hai l'obbliglo invece di fornire dati sulla tua identita' su richiesta di pubblico ufficiale nell'esercizio delle sue funzioni.

lazialefracico ha detto...

certo girl 68, in questura ti ci portano se chi ti becca senza documenti è un poliziotto o carabiniere; se è un controllore di una società di trasporto pubblico non ti ci può portare, e bisogna chiamare la polizia per farlo.

Sull'inserto affari e finanza di Repubblica di lunedì c'era un articolo in prima pagina con seguito a pag.3, dove si ricordava che entro il 2010 la legge prevede la gara pubblica per tutti i servizi di trasporto pubblico su gomma. Poi si criticava l'atteggiamento dei Comuni di Roma e Milano, che hanno fatto di tutto (a Roma Veltroni come anche Alemanno) per ostacolare la cosa e garantire le ex municipalizzate della loro città. Voglio proprio vedere cosa farà la nuova amministrazione di Bologna: voglio vedere se l'anno prossimo sul territorio di bologna e provincia avremo la gara pubblica, e con quali requisiti previsti! secondo voi l'avremo?

KingFreak ha detto...

Caro Laziale, dovremmo chiarire una volta per tutte questo tuo problema nei confronti dell'azienda per cui lavoro!
Io so di lavorare per una SPA, le cui azioni sono di proprietà del comune e della provincia.
Ho sempre saputo di essere un dipendente pubblico, tante che quando si fanno gli integrativi aziendali viene interpellato il prefetto e l'assessore al trasporto!
Ma diciamo che come dici te la mia azienda sia un'azienda privata, però come ben sai il trasporto pubblico viene dato in concessione, quindi ne deduco che se fai un lavoro per un ente pubblico verranno applicate tutte quelle norme tipiche del pubblico, nel senso visto che fai un lavoro al posto dell'ente pubblico, il minimo che devi fare è farlo come lo farebbe l'ente pubblico, non trovi?

Poi se hai la paranoia che da anni l'azienda sia illegale nelle modalità di gestione, vai in prefettura e fai un esposto, altrimenti basta con sta storia di privato e pubblico, che secondo me continui a sparar minchiate senza sapere di cosa stiamo parlando!

Poi un ultima cosa, pensi veramente che il trasporto pubblico trasformato in privato potrà essere migliore?

Ricordati che finché è pubblico il servizio viene garantito per legge, quando diventa privato il servizio c'è se c'è un guadagno!

Per quello che mi riguarda io sono un autista, a me non interessa molto chi mi paga, però tu sei altrettanto sicuro che con un azienda privata il biglietto costerà sempre un euro?
Sei sicuro che un'azienda privata si possa permettere il lusso di far girare gli autobus vuoti?

Non lo so caro laziale, ma a volte la tua avversione non ti fa ragionare bene, non è che per caso qualche autista ti ha fregato la morosa?

Orologiaio Frustrato ha detto...

Sì c'è proprio qualcosa di morboso, di freudiano, nell'atteggiamento di laziale che continua ad attaccare a testa bassa ATC, commentando episodi che non c'entrano niente con il post, e conoscendo a memoria qualsiasi legge. Una multa contestata non può giustificare tutto questo livore! Vogliamo tutta la storia!!!

AndyCapp ha detto...

Che gli sia passato un 11C sui piedi da piccino?

KingFreak ha detto...

@JYOG

Ancora con questo reato di oltraggio a P.U., tra l'altro in odore di anti-costituzionalità: perchè offendere un P.U. dovrebbe risultare più grave di un'offesa a un cittadino comune?L'amico AntiKomunista a volte esagera e non sempre condivido il suo pensiero, però permettimi di aprire una piccola parentesi!

Se mi chiedi perché è più grave un offesa ad un PU piuttosto che a un cittadino comune, ti rispondo che un PU ha un ruolo istituzionale, piccolo lo ammetto, ma in quel momento rappresenta la collettività e lavora nell'interesse di tutti, offendere lui significa offendere le persone alla quale la nostra costituzione garantisce diritti e doveri, ovvero tutti i cittadini, quindi non parlare di anti-costituzionalità, quando parliamo dei diritti di persone al servizio della costituzione!

Un ultima cosa, se vogliamo proprio togliere le differenze tra un cittadino normale è un pubblico ufficiale, allora togliamole anche nei reati descritti nel codice penale come aggravanti nel caso a commetterli sia un pubblico ufficiale, perché un reato contro un cittadino comune, dovrebbe risultare più grave se fatto da un pubblico ufficiale?

AndyCapp ha detto...

@KF le aggravanti esistono esattamente per i motivi che hai spiegato.
Il reato fu tolto per snenllire la giustizia (e lasciami dire che la cosa mi trova d'accordo, un vaffa non ha mai ammazzato nessuno) e perche' la pena era (ed ora di piu) sproporzionata al reato (tre anni per un offesa? ma andiamo, il massimo e' uno per le minacce)

JYog ha detto...

@KF

non posso darti torto.
Sono semplicemente punti di vista. Per quanto mi riguarda, se si vuol dare n anni di carcere al cittadino che offende un PU se ne diano n anche al cittadino che offende un cittadino non PU.

La differenza tra PU e non PU in caso di reati simili (offese, minaccie, ...) non dovrebbe -a mio modesto e contestabilissimo avviso- esistere. Si devono quindi equiparare, si questo fronte, entrambi i soggetti (rimane un'opinione, eh!, se poi mi dici "per Legge non è come dici tu" sono il primo a darti ragione).

Al più, potrei essere d'accordo con le aggravanti nel momento in cui il PU sta svolgendo un'attività di pubblico servizio (quando, dunque, "esercita le sue funzioni" in modo effettivo), ma anche in questo caso sarei piuttosto cauto nel "differenziare" (PU/nonPU).

I PU - sempre per come "vedo" io le cose - dovrebbero avere a disposizione poteri "stra"ordinari (monopolio della forza, potere identificativo, potere di arresto, ... ) nei limiti della Legge; per altri reati, però (e tra questi includo l'"offesa"), non vedo come una stessa parola possa risultare più o meno offensiva a seconda della "classificazione" del soggetto.

Ciao!
JYog

AndyCapp ha detto...

@JYog giusto un appunto, funziona esattametne come dici tu, le aggravanti ci sono, da ambo le parti, SOLO nell'ercizio delle funzioni ( cioe adesso posso mandare in culo KF impunemente ghghghg)
E' un vecchio problema di fondo, qualcuno ci si DEVE fidare (i poliziotti o i PU sono onesti, i magistrati neutrali, ecc ecc)
Se non si assume questo, diventa ogettivametne difficile, se non impossibile, avere un sistema "nazione"
Tutto questo ovviamente, parere personalissimo

KingFreak ha detto...

Vedete ragazzi, queste discussioni mi appassionano!
Ultimamente il mio blog ha preso una piega polemica, qualcuno me lo ha fatto notare, spero presto di tornare ai cari buon vecchi post dove ci facevamo due risate insieme, ma purtroppo gli equilibri sono saltati!
Il motivo?
Una volta io odiavo gli sbirri la divisa e l'autorità, ero un ribelle e lo sono anche adesso!
Ho preso manganellate e l'umiliazione dell'assistente sociale del SerT, poi per questione di turni, domeniche libere e ferie garantite ho fatto la domanda per fare il controllore!
Ho iniziato a vedere il mondo dall'altra parte e mi hanno dato un potere, piccolo, ma pur sempre un potere!
Come diceva lo zio di Peter Parker "Da un grande potere, derivano grandi responsabilità!", e io, nel mio piccolo ho provato a fare il mio lavoro con serietà e responsabilità, ma sopratutto rispettando quelle persone che pagano un biglietto e hanno diritto ad una corsa sicura e confortevole, avevo trovato un equilibrio tra quello che pensavo prima e quello che pensavo dopo!
Dopo tre anni cosa ho capito?
Che hai due scelte, o ti imboschi, come fanno la maggior parte delle forze dell'ordine, che dopo due anni di strada fanno carte false per un posto in ufficio, o finisci a fare il ranger solitario, dopo anni di umiliazioni e vaffanculo, quando ne becchi uno e non ci sono testimoni in giro, gliele fai pagare per tutte quante!
Ecco, questi sono i due atteggiamenti che odio di più, io però sto diventando come loro!
Perché?
Perché è frustrante, e giorno dopo giorno perdi motivazione, mentre gli altri litigano su cosa sia giusto fare, a me rimane meno di una manciata di secondi per decidere cosa fare, e quando scegli la cosa più facile piuttosto che la cosa giusta, l'equilibrio salta, tu non sei più una persona, tu non sei più nessuno, sei solo un paraculo, un parassita che vive alle spalle degli altri!

Adesso voi potete dire quello che volete, se un anno di galera è giusto o meno per un vaffanculo, ma ditemelo quando vi ci manda un ragazzetto di 14 anni e lo fa davanti a 40 persone, umiliando te, la tua famiglia, i tuoi colleghi e l'azienda che ti da da mangiare, provate a chiedermelo in quel momento qual'è la giusta pena!
Quando poi dietro di lui c'è un extracomunitario, che vede un ragazzino umiliare la persona preposta a garantire la sicurezza, e vede il ragazzino, l'ultimo degli stronzi, farla franca, ditemelo che valore ha in quel momento quel vaffanculo?
Cosa pensereste andando in un paese nuovo vedendo una scena simile?
Forse penseresti che puoi fare quello che vuoi, e finché si tratta di un biglietto dell'autobus potrebbe anche andare bene, il peggio e quando non si ha più fine alle cose che puoi fare!
Allora capite che quel vaffanculo, ha un altro valore, non è solo un comune cittadino che manda affanculo un PU, e tutto un sistema che va a puttane, noi però lo permettiamo!
perchè in un'aula di tribulnale davanti ad un giudice e all'avvocato, quel vaffanculo non ha più valore, diventa solo una brutta parola detta in un momento di tensione, diventa perdonabile!
Ancora ci stiamo chiedendo cosa sia giusto fare, perché odiamo gli sbirri e tutto quello che ci controlla e ci dice come comportarci!
Non capiamo che nel frattempo la cosa si amplifica, e più andiamo avanti va sempre peggio!
Ma non per me signori, io posso scegliere per adesso, posso scegliere se avere a che fare o meno con certe situazioni, la mia paura è quando non avremo più scelta, quando arriveremo al punto che in città regnerà l'anarchia! Però una cosa certa ve la posso dire, non venite poi dopo a chiedere a me, a gente come me, al pubblico ufficiale o all'agente di polizia, di tutelarvi e proteggervi, perché se non vi hanno mandato a fare in culo prima, domani è un buon giorno per farlo, e domani sarà solo è semplicemente un problema vostro!

AndyCapp ha detto...

@KF ok hai perso la strada di casa come al solito.
Respira, profondamente, espira

vaffanculo non ha più valore, diventa solo una brutta parola detta in un momento di tensione, diventa perdonabile!Dillo ad Andy tuo: non hai mai mandato in culo il vigile che dopo una filadi un ora ti fa segno di tornare indietro?
Mai augurato di crepare di accidenti all'impiegata delle poste che ti chiude lo sportello in faccia?
Mai fatto notare il precedente lavoro di meretrice alla dottoressa del PS che ti da un bel codice bianco e ti tiene su una panca 5 ore in mezzo a tossici ed ubriachi?

Si? Ok, sei pronto per tre anni di galera.
Non voglio dire che sia giusto offendere un PU, ed una pena va data, ma mesi anni di galera? Ma andiamo...


Però una cosa certa ve la posso dire, non venite poi dopo a chiedere a me, a gente come me, al pubblico ufficiale o all'agente di polizia, di tutelarvi e proteggervi, perché se non vi hanno mandato a fare in culo prima, domani è un buon giorno per farlo, e domani sarà solo è semplicemente un problema vostro!Non mi intendo di controllori, ma molto di poliziotti.
Se qualche vecchio amico mi facesse un discorso cosi, lo prenderei per una spalla, gli offrirei un caffe e gli direi: "vecchio, è ora che cambi mestiere: tu sei pagato per proteggeri i cittadini (poco, meno di un controllore ma piu di un professore di liceo) e per fare rispettare le leggi, sia a quelli ceh ti piacciono sia a quelli che non ti piacciono; sei pagato per difendere chi ti ha sorriso cosi come quello che ti ha sputato all'ultima manifestazione.
Mestiere di merda, ma è il tuo mestiere, e tu sai che se lo vuoi fare c'è una sola maniera di farlo.
E gia che ci siamo, vaffanculo"

AndyCapp ha detto...

tagliato a me ta, mondo cane.

TUtto per dire, diamo il loro peso alle cose.

Non si puo dire

quando vi ci manda un ragazzetto di 14 anni e lo fa davanti a 40 persone, umiliando te, la tua famiglia, i tuoi colleghi e l'azienda che ti da da mangiare e via dove siamo?
Mi pare de Amicis "Franti tu uccidi tua madre!"
Giusta pena du scupazon e via

Ma mica per farmi i cazzi tuoi, ma sei sicuro di volere ancora fare il tuo mestiere?
Perchè a me sembri molto logorato, magari giustissimamente, ma nel mio mondo non vale la pena di farsi venire male al fegato per il lavoro...ci son tanti lavori al mondo.

JYog ha detto...

Questo è il "burnout" che si manifesta quando si lavora a contatto con il pubblico.

KF, tanti lavori sono così: credi che i docenti (in particolare alle superiori, dove io stesso insegno) si divertano a sentirsi mandare affan**lo tutti i giorni, a sentirsi dare degli imbecilli dai "ragazzetti di 14 anni" che altro non fanno che scaldare il banco, che quando entri in classe e dici "bene, tirate fuori i compiti di algebra che vi ho assegnato ieri!" ti rispondono "prof, non mi rompa i coglioni!"?

E sapere che in certe situazioni se reagisci come dovresti, pur con i pochi, deboli e insufficienti mezzi che ci fornisce lo stato - il "sistema" - [la nota? pff, ridono!; la sospensione? massì, un po' di vacanza non fa male...], metti a rischio la tua incolumità perchè "prof., ti aspetto fuori!" e ti ritrovi all'uscita con quattro minorenni (!) che ti puntano il coltellino, pensi che sia tutto "rose e fiori"?

Che dovremmo fare noi? La situazione è difficile per tutti, è il contesto socio-culturale di fondo che non permette di fare questa piccola, grande "rivoluzione" che tu (e, in fondo, anche io) auspichi(amo).

"Il popolo vuole Barabba!..." - diceva qualcuno - "... perchè il popolo, in fondo, È Barabba!".

Finchè la maggior parte della gente continuerà a volere questo status quo dei fatti non si andrà da nessuna parte. E non bastano i pochi "ranger solitari" a cambiare il mondo. Per fare questo ci vuole la base di appoggio solida, le idee devono essere condivise!

AndyCapp: lo so che funziona esattamente come ho detto! :-)
Infatti ho ben specificato che potrei, al più, essere d'accordo con tale tipo di aggravanti (previste dal nostro sistema penale); sicuramente non con l'aggiunta di reati specifici e generici (vedi: "oltraggio a PU").
Ovviamente, rimane una personale opinione condivisibile o meno.

Ciao!
JYog

privote lai ha detto...

Scontato per l'offerta di prestito rapido e di finanziamento tra particolare essere il promotore del vangelo di Dio nel tuo quartiere
il prestito viene effettuato € 3000 a € 800 mila dollari con un tasso di interesse del 2%
Per maggiori informazioni:

E-mail di contatto: duroumarcel@gmail.com