martedì 26 maggio 2009

Precisione svizzera


Immaginiamo...sono in Svizzera, salgo su un autobus e mi siedo, non parlo Tedesco, ma davanti a me c'è questo simpatico cartello che dovrebbe a grandi linee farmi capire le regole del viaggio!
Il primo divieto da sinistra mi sembra abbastanza chiaro, "Divieto di Fumare", io sono un fumatore, ma di sicuro non fumo in autobus, quindi dovrei essere apposto.
Non so di che importo possa essere il verbale in caso infranga questa regola, per la cronaca in città fumare sull'autobus comporta una sanzione di 2 euro!
Il secondo divieto è strano, non capisco cosa c'è scritto sotto, ma potrei pensare che siamo davanti ad un "Divieto di salita per i morti di fame"!
Ahh!! La Svizzera, troppo avanti, in effetti una delle scuse classiche degli abusivi è "...non avevo i soldi!", per questo oltralpe lo mettono subito in chiaro, se non hai i soldi vai a piedi, il fatto di non avere i soldi per il biglietto non può essere una scusa valida per girare a scrocco in autobus!
Qui vorrei aprire una parentesi, in città il biglietto costa un euro, un caffè, un quarto di pinta di birra, un gratta e vinci, insomma, costa un cazzo. Adesso l'idea che qualcuno non abbia un euro da spendere per risparmiarsi due passi a piedi mi sembra assurdo, se poi ci mettiamo che esistono circa 15 tipologie di biglietti adatti ad ogni esigenza e di ogni tasca, chi mi dice che non ha fatto il biglietto perché non ha i soldi mi fa un po' ridere, ma in Svizzera mettono le mani avanti, quindi come scusa non la posso usare, il cartello è molto chiaro!
Il terzo divieto mi lascia perplesso, io sono un chitarrista e non riesco a capire se per me esista il divieto di salire a bordo dell'autobus elvetico, forse mi sto sbagliando e magari si tratta di un semplice "Divieto di accattonaggio", l'idea che però abbiano usato una chitarra un po' mi offende, ma non sono cosi permaloso quindi penso che se mi viene voglia di fare uno slego con la mia Ibanez aspetterò di scendere dall'autobus!
Il quarto divieto mi sembra un po' esagerato, "Divieto di segare i sedili", forse sta ad indicare che è meglio se non danneggi l'autobus e magari l'utilizzo di una sega potrebbe indicare che se lo fai ti seghiamo le gambe, comunque rimango calmo e cerco di non rovinare nulla, cercherò di lasciare l'autobus come l'ho trovato, cercherò di comportarmi come una persona civile!
Il quinto divieto potrebbe essere un "Divieto di occupare più di un posto a sedere", in città la sanzione prevista è di 7 euro, ma visto lo sbrago e la postura disinvolta dell'omarino disegnato nel cerchio rosso, potrei pensare che questo cartello stia ad indicare "Divieto di comportarsi come uno studente fuori sede", o meglio, vedi di comportarti da essere umano e non da animale, quindi se ho una birra in mano non salgo, se salgo mi siedo sto al mio posto e non rompo i coglioni agli altri passeggeri con atteggiamenti scortesi e strafottenti!
Ahhh! La Svizzera, dove le cose te le dicono in faccia, dove ti dicono che se sei un morto di fame è meglio che non prendi il bus, dove ti dicono che se sei un cagacazzo è meglio che non prendi il bus, peccato questa avversione per i musicisti, ma a qualcosa bisogna pur rinunciare per avere un po' di civiltà a bordo degli autobus, non trovate?
Poi mi avvicino meglio al cartello e leggo la scritta in basso, per fortuna è scritta anche in inglese, io un po' lo capisco e allora vado a leggere:
"...travelling without a valid ticket may be required to a pay a penalty of CHF 80. -or more (CHF 120.- and 150.- for a second and third offense). Their identity will be a record."
Mi sembra chiaro, se giri senza biglietto ti becchi la prima volta 50 euro di multa, 80 la seconda volta, 100 la terza!
Naturalmente quel "Their identity will be a record" comporta che non te ne vai finché non sei stato identificato e che i tuoi dati verranno registrati, mi domando che fine farebbero gli abusivi nostrani che hanno 20 o 30 verbali, la crescita esponenziale della sanzione in base alle multe prese creerebbe diversi problemi a tutti quelli che "...tanto un paio di multe all'anno le posso prendere, costa sempre meno di 270 euro di abbonamento...", per fortuna che qui da noi non siamo cosi avanti come gli Svizzeri!
Vabbo, è arrivato il momento di scendere da questo mio giro virtuale a bordo dell'autobus Svizzero, ringrazio il collega che mi ha inviato questa foto, e ritorno a bordo nell'autobus nostrano.
Oggi pomeriggio suono in Piazza Maggiore, la piazza principale della mia città, per fortuna che qui da noi sono più permissivi ( e incivili), altrimenti non saprei proprio come fare a portarmi dietro la mia chitarra, fumarmi una sigaretta e svaccarmi al ritorno su qualche sedile, sapete la stanchezza post concerto.
Ma sopratutto per fortuna che da noi anche i morti di fame possono salire sull'autobus, il rock non da pane e oggi niente paga per la mia band, concerto gratuito, proprio una bella fortuna essere in Italia piuttosto che in Svizzera, proprio una bella fortuna, proprio...

26 commenti:

Toosi ha detto...

Credo che il quarto cartello vieti di farsi le pippe in autobus.

La Cassiera ha detto...

ahahah divertentissimi questi cartelli!!!
hai visto le varie re-interpretazioni di cartelli e segnali vari che ci sono su youtube? fanno riderissimo!

lazialefracico ha detto...

boni quelli, co tutti i capitali riciclati in cui sguazzano se permettono pure di quei cartelli! può essere che quello raffigiurato sia un mandolino, non una chitarra!
comunque vai nel canton ticino, che lì parlano italiano! ti fai un wurstel in un panino a lugano, per strada (squisito), poi vai al supermercato MIGROS e fai incetta di cioccolata (magari in una stagione più fresca se no te se squaja) poi ti fai un megapieno di benzina (lì costa parecchio di meno) e te ne torni alla tua bulugnazza...

lazialefracico ha detto...

comunque in svizzera saranno più rigidi nel reprimere l'abusivo, ma mi piacerebbe anche vedere come sono le procedure di gestione di eventuali ricorsi, e in genere le regole di trasparenza nella relazione con l'utenza. dubito che le aziende si servano delle leggi riservate allo Stato, sovrapponendo natura privatistica a retaggi da Prefettura!

Anonimo ha detto...

Però vuoi mettere quanto è triste essere svizzero? Sarà tutto ordine e disciplina (insomma un tedesco mancato) ma minchia, come dice la classica battuta, in 500 anni hanno inventato giusto l'orologio a cucù! ;-)

MAO

lazialefracico ha detto...

vedo che la sede della lega in via pietralata è costantemente presa di mira dalle solite teste di kazzo violente dei centri sociali. Siccome nessuno di quei barbagianni del centrosinistra al potere a bologna ha avuto il coraggio di solidarizzare con la lega (solo perché hanno rifatto l'alleanza elettorale ampia stile prodiano a sostegno di Delbono) allora la solidarietà la do io, all'antikomunista leghista che scrive su sto blog. Io che i leghisti non li voterei mai.... ma le ipocrisie dell'establishment bolognese mi hanno veramente rotto i coglioni!

AndyCapp ha detto...

laziale: hai mai pensato di scrivere sul forum del carlino?
Che kaspita c'entra sto commento?

100% Antikomunista ha detto...

@ Laziale

I comunisti, più o meno rossi che siano, non daranno mai solidarietà alla Lega, visto che i parassiti del Tpo e di Bartelby hanno preso VAGONATE DI SOLDI PUBBLICI elargiti con munificenza anche dallo "sceriffo" Cofferati.

Sapete che solo per ristrutturare il loro cesso sociale si sono beccati dal Comune quasi 500MILA EURO (lo ammette anche il noto quotidiano radical chic)

Ci si potevano fare 100 buoni da 5mila euro per aiutare le famiglie bolognesi in difficoltà, ma si è preferito darli agli sfasciavetrine in cambio dell'appoggio elettorale alle elezioni per il Sindaco.

Anche per finirla con questi scempi, il 6-7 giugno è importante NON VOTARE LA SINISTRA.

Se "Papi" vi fa schifo, votate Lega. Se anche la Lega sono rozzi e ignoranti, andatevene al mare... ma non date il voto a Delbono, perchè significa portare quella gente a comandare la città.

Ricordatevi di Prodi, moderato, che in realtà è stato per 2 anni una marionetta di Ferrero e di Rifondazione.

AndyCapp ha detto...

@AK: se non ti piacciono i centri sociali ti consiglio di votare Del Bono, visto che il buon Cofferati li ha chiusi quasi tutti (assieme a parchi, festival, giardini ecc ecc ecc)
Ho letto ora la cosa della sede della lega, il mio commento è tristezza vedere ste cose in un paese democratico.

UnGayComeTanti ha detto...

Forza Bologna!!!
Di Vaio idolo locale!!!

lazialefracico ha detto...

@antikomunista, a bologna con 500mila euro si potevano aiutare le famiglie che stanno in graduatoria per il contributo per l'affitto, ma che non vedono nulla perché i soldi non arrivano a coprire tutta la lista, ad esempio!
Io a bologna città non voto più (faccio parte dei centomila costretti a uscire dall'urbe causa carovita felsineo). Se risiedessi lì, comunque, col cavolo che voterei Delbono and company. Il mio voto andrebbe sicuro alla lista Grillo. Favia è il milgiore senza dubbio, e penso che sia l'unico che da consiglere comunale si metterebbe a chiedere le carte di HERA, di ATC, del CAAB. Al ballottaggio (se ci si va) mi asterrei.
Nel mio Comune (dove abbiamo l'addizionale irpef all'otto per mille, record italiano, senza eccezione neanche per i redditi bassi) annullerò la scheda delle comumnali, visto che l'avversario del centrosinistra è un forzitaliota che si tiene la foto di berluskaz sul comodino! alle europee IdV con preferenza De Magistris, senza dubbio, altro che mare!
kingdreak t'è piaciuto delbono con la bandana rossoblù in piazza del Nettuno?

100% Antikomunista ha detto...

Laziale,

i soldi per i contributi all'affitto non bastano perchè quella lista è piena di immigrati (anche clandestini), arrivati qui magari da un mese, che passano automaticamente avanti a bolognesi onesti in attesa da anni!

Lo sapevate che IL COMUNISTA ERRANI nel 2004 ha approvato una legge che regala contributi per iniziare un'attività imprenditoriale SOLO AGLI IMMIGRATI?

Bene, oggi GRAZIE ALLA LEGA, quei soldi sono stati estesi anche agli italiani!

.link.

Sarebbe sufficiente fare come NEL VENETO LEGHISTA, dove le case popolari e il welfare si assegnano a chi ha la cittadinanza italiana o la residenza da almeno 5 anni, e il problema che dici sarebbe risolto!

Quanto a votare Grillo, alcune idee sono buone, ma per il resto è un miliardario come tanti che usa la politica per vendere i suoi dvd e i biglietti dei suoi spettacoli.

E' vero che tanti candidati del PdL sono dei pagliacci lecchini, per questo dico DIAMO FORZA ALLA LEGA, e non ci sarà più a destra chi tiene la foto di Berluska come un santino, ma persone con le palle.

Quanto a ATC, nelle note vicende delle lettere ai giornali, io so che SOLO LA LEGA è intervenuta in difesa dei dipendenti. Grillo e il PdL non mi pare...

Di sicuro non i comunisti, nè i loro sindacati rossi, che i lavoratori li difendono solo quando fa comodo per insultare Berlusconi...

(e ora comunque, con il nuovo divertimento di Papi e delle orge a Villa Certosa, Franceschini e Delbono sono troppo impegnati a leggere Novella 2000 e a inseguire i paparazzi per occuparsi dei problemi della gente!)

JYog ha detto...

Ma il blog del controllore si è trasformato in palco di propaganda elettorale spicciola?
Se è così - lo chiedo ora ufficialmente anche a KF - fatemelo sapere che lo metto subito nell'apposita lista fra i miei "bookmarks"!...

KingFreak ha detto...

@JYog

Come dico sempre io, l'autobus è un minimicromondo viaggiante...


...e comunque alla fine è sempre e solo una questione di biglietto!

lazialefracico ha detto...

@antikomunista: sulle liste per i contributi all'affitto bisogna che ti correggo. La legge che li ha istituiti è una delle poche cose meritorie dei governo di centrosinistra (anno 1998). Il fondo nazionale che li alimenta è stato dimezzato da Tremonti, e mai più riportato all'origine da Padoa Schioppa, grandissimo fetentone pure lui (i bamboccioni ancora sò incazzati). E'impossibile che quei soldi vadano ai clandestini perché per partecipare ai bandi bisogna esibire una supe precisa e puntuale documentazione, essere in regola sotto tutti i profili. Certo anche così molti stranieri, che non sono cittadini italiani, avanzano di posto tante vecchiette o famiglie italiane, le quali a causa dell'esigiutà dei fondi non si beccano un cazzo. A Roma, ad esempio, la seconda metà graduatoria rimane così, senza un euro... e si parla di gente con meno di 15000 euro annui di reddito, se no non puoi neanche partecipare al bando.

oggi a punto radio c'era manes bernardini della Lega. Uno degli argomenti era quello degi attentati continui alla sede di via pietralat. Oh, poco ci mancava che il conduttore della trasmissione, Libero Mancuso e varie persone intervenute al telefono il processo lo facessero al segretario leghista!

AndyCapp ha detto...

@laziale: te lo dico da straniero: se paghi le tasse come gli italiani allora e' giusto che tu abbia gli stessi diritti degli italiani (e ci mancherebbe altro)

Anonimo ha detto...

Scusa l'off topic, ma dov'è stato fotografato quel bellissimo
"autobus bipiano urbano ATC 2724 - tipo FIAT 412h (1962)"?
Grazie mille, Giulio.

KingFreak ha detto...

COLLEZIONE STORICA ATC
http://www.atc.bo.it/azienda/collezione_storica_intro.asp


La raccolta è situata in fondo alla via Vittorio Bigari al n° 1/a, tra il complesso del Sacro Cuore, l'area del Dopolavoro Ferrovieri e la Ferrovia. Si effettuano solo visite guidate a pagamento previo appuntamento. Per informazioni e prenotazioni telefonare, da lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 13.00, al numero: 051379006 email: atcitta@atc.bo.it

Condizioni particolari sono riservate:

* a visitatori singoli che siano abbonati annuali ATC;
* a gruppi familiari sino ad un massimo di tre persone;
* ed agli istituti scolastici di Bologna e Provincia.

Sconti sui servizi ATC di noleggio con conducente per chi si reca in visita alla Collezione Storica. I minori devono essere sempre accompagnati da un

lazialefracico ha detto...

@kingfreak: ah, c'è pure il museo dei catorci? mecojoni! ma che se paga pure, pe entrà? me sa de sì, da quello che leggo! il più antico de che anno è?

@andycapp: se paghi le tasse e sei residente partecipi a qualunque prestazione dello Stato sociale, pure che non sei italiano. Bene. Ma siccome in Italia le prestazioni sono limitatissime, e gli italiani spesso e volentieri finiscono nella parte bassa delle graduatorie, allora lo Stato deve mettere le risorse bastevoli per tutti, come già avviene tipo in Francia Germania ecc ecc. Se no al cittadino italiano povero o medio-povero je girano i cojoni! E vota Lega, perché non accetta di pagare lui le conseguenze di fenomeni così mal regolati, e che convengono solo a padroni e sfruttatori del lavoro, magari a loro volta leghisti (contraddizioni italiche!)! Se la sinistra italiana non capisce ciò, e non lo capisce, sta fresca!

@antikomunista: e comunque dare più punti ai residenti da tempo, rispetto ai nuovi residenti, come vuol fare la Lega, non risolve più di tanto la questione: perché una massa di stranieri residente in un Comune che so, da tre anni, avrà la precedenza su un italiano che si è spostato lì da poco, da un anno, per dire! E all'italiano je girano sempre i cojoni, come sopra!

AndyCapp ha detto...

@laziale: sono d'accordo con te, ma dillo al governo, mica all'opposizione.
Qui oltre ad avere tutti i diritti di un inglese posso anche votare (cosa che mi pare sensata) mentre in italia ad esempio no.
Le case popolari, che sappia io, sono assegnate in base al reddito, indipendentemente se tu sia italiano o meno: cosa ci vedi di sbagliato?

lazialefracico ha detto...

@andycapp: niente, anche in Italia è così, solo che le poche che ci sono gli italiani le vedono col cannocchiale! e quando ha governato il centrosinistra poco è cambiato, per un motivo o per l'altro!

@kingfreak monteventi è il candidato tuo! vuole il potenziamento dei bus ATC, testuali parole della giornalista del tg3 locale ieri sera! che ci vuole mettere sui bisonti, i rostri?

lazialefracico ha detto...

andycapp fammi capire: non sei cittadino inglese ma voti alle loro elezioni? a tutte? pure alle politiche? così, per capire, è una domanda neutra

AndyCapp ha detto...

@laziale: no, solo alle europee (ovviamente) ed alle amministrative.
per le politiche devi chiedere la naturalizzazione che ti viene data, a loro discrezione dopo un esame, dopo tre anni che sei, come me, un resident w/out restrictions (in pratica chi ha la residenza, paga le tasse ed e' iscritto all'equivalente della nostra INPS)

mg_cartman ha detto...

mmhh.. secondo me il secondo cartello può significare "divieto di salita agli aquilotti"!!

KingFreak ha detto...

A dire la verità il mio candidato sindaco era Beppe Maniglia, ma è stato silurato perché ha presentato le liste con il bianchetto!

Per il resto io sono una "puttana" del rock, e un palco in Piazza Maggiore se lo rifiuti per ideologia politica sei solo un coglione!

lazialefracico ha detto...

mbè alle europee per forza, alle amministrative è già un qualcosa che qui non si dà allo straniero. Ma la Lega lo impedirà sempre...