martedì 16 dicembre 2008

Il legionario


Vi è mai capitato che qualcuno vi minacciasse di staccarvi la giugulare a mani nude?
Al controllore è successo, e se vi dico che il sanguinario autore della minaccia non era neanche un abusivo la storia inizia a rasentare l'assurdo, ma si sa certe abitudini sono difficili da togliere, e se sei stato un soldato della legione straniera, il cerchio si chiude e nulla è cosi irrazionale come sembra!
Ma da dove nasce tutta questa avversione nei confronti del povero controllore tanto da desiderare di vedere la sua nuda carne schizzare sangue in ogni dove?
A mio avviso si è trattato di un gesto di orgoglio, perché il legionario in questione era un ex tenente colonnello di 80 anni, nessuno ha preteso niente da lui, è salito senza problemi, poteva sedersi tranquillamente, e invece no, quale momento migliore se non durante una battuta di caccia all'abusivo per ritrovare quei vecchi cameratismi di una volta!
Il controllore stava per scendere insieme ad un abusivo, aveva già il suo documento in mano e la situazione era molto tranquilla, quando si presenta questo signore, molto distinto, vestito a festa che ordina "Cambiami una moneta da 2 euro!".
Adesso io dico, vabbè il rispetto per gli anziani, ma sti cazzi, il controllore anche se giovane è pur sempre un pubblico ufficiale, quando ti rivolgi a lui devi usare il giusto tono e la dovuta cortesia, e sopratutto non pretendere!
Per fortuna che il controllore è addestrato a questo, e nonostante l'atteggiamento arrogante del passeggero, lui, mantenendo la giusta calma risponde che non poteva esaudire la sua richiesta perché sprovvisto di spicci!
Non lo avesse mai detto, il nonno si agita "Ascolti, non è neanche per me, io sono invalido al 100%, giusto per mia moglie che si fa degli scrupoli!".
Il controllore si volta, alza lo sguardo e lo fissa negli occhi, passi per te, ma il fatto che tua moglie faccia il biglietto solo per scrupolo, merita di aspettare un attimo prima di scendere per verificare i titoli di viaggio dei signori appena saliti!
"Signore lei dovrebbe avere l'abbonamento per invalidi, altrimenti deve fare il biglietto!"
"Come si permette, io sono un ex tenente colonello della legione straniera in pensione, cambiami questi due euro!"
In momenti come questi ti aspetteresti di vedere la telecamera con dietro un tipo che dice "Sorridi, sei su Candid Camera!", ma questa è la vita reale!
Tu sei un controllore, hai davanti a te un ragazzo straniero senza biglietto che ti ha dato il documento e sorride, di fianco un nonno di 80 appena uscito dalla tombola parrocchiale, frustrato dal fatto di essere diventato un vecchio piscione, che tu urla nell'orecchio di scambiarli due euro a tutti i costi...sei su scherzi a parte!
Ma non ci stai a questo show, sei un cazzo di controllore, tu ti sei fatto 365 giorni nel glorioso 32° Reggimento Carri, sei un ex carrista, e qui non siamo in caserma, siamo su un autobus!
"Signore, lei sarà un tenente colonnello invalido al 100%, ma io sarei anche un pubblico uffiaciale!"
"Te!?!? Con quella faccia li? Cambiami sti due euro?" E no cazzo! "Signore, io sono il controllore, non sono un bigliettaio, chieda a qualcuno se glieli cambia, altrimenti scende e lo va a comprare in biglietteria!"
Il legionario va giù di testa, inizia ad offendere il controllore, continua ad elencare tutta una serie di battaglie memorabili, "Te che sei giovane, guarda su internet...cerca!".
Intanto la moglie, imbarazzatissima, trova da cambiare i due euro e va a fare i biglietti, e si arriva alla fermata dove l'abusivo, ancora sorridente, doveva scendere.
Il nonno però non è ancora convinto.
Il controllore aveva già smesso di parlare, si era già reso conto che la situazione stava degenerando, ma il meglio doveva ancora arrivare.
Aperte le porte si scende, meglio sganciarsi da questa situazione, l'ex ufficiale deve aver interpretato questo come una fuga altrimenti non si spiegherebbe tutta questa ferocia nei confronti del controllore!
"Cosa fai scappi? Vengo giù e ti strappo la giugulare con le mani!"
Ora io mi dico, ma immaginate di trovarvi alla fermata, arriva l'autobus, apre le porte, e vedete scendere il controllore con un ottantenne dall'alto che lo minaccia di dissanguarlo a mani nude, non è una bella scena, per fortuna che l'autista ha intuito subito, ha chiuse le porte ed è sparito nel traffico cittadino, non so come sia andata a finire la storia ma in questi casi penso sia meglio non saperlo!
Ero un po' di tempo che non scrivevo qualcosa, ultimamente di pazzi in città ne girano parecchi e il più delle volte c'è poco da ridere, non sempre sai come ti devi comportare oppure cosa sia giusto e cosa sbagliato, non esiste un ordine preciso alle cose, devi saper improvvisare, qualcuno lo chiama buon senso, anche se in questo ultimo periodo in troppo si sono creati una idea di buon senso molto personale, e cosi non va bene!
Ci sono momenti in cui hai la sensazione che la follia dilaghi, ed ad imparare ad andare con lo zoppo è un attimo, altri momenti invece l'apatia generale crea brutti vizi, ed anche in questi casi finire in un girone di lussuria e perdizione costa caro come tutte le debolezze. Io non so cosa stia succedendo in città, so solo che la minaccia di una giugulare squartata da parte di un ottantenne e l'ennesimo verbale con il "sorriso", messi insieme fiaccherebbero chiunque, ma cerco lo stesso di avere il tempo per raccontarvi qualche bella storiella.
Per adesso resisto, primo o poi spunterà l'omarino con la telecamera che mi chiederà di "sorridere", ci credo fortemente, altrimenti siamo messi male, perché non c'è un cazzo da ridere, certi giorni, non c'è veramente un cazzo da ridere...solo da divertirsi, se stai dal lato giusto dell'obliteratrice!

FERREA MOLE FERREO CUORE

8 commenti:

AndyCapp ha detto...

Quando si ferma il fante, non passano i carristi..chi chiamano chi?
Noi noi paracadutisti!!

EEEhhh bei tempi, si era giovani (eppero a noi come strappare una giugulare a mani nude non l'hanno mica insegnato)

8' 93, SMIPAR

Federico Distefano ha detto...

Beh, non è difficile è che poi ti sporchi tutto di sangue...
Hehehe! (risolino maligno)

girl68 ha detto...

Quando diventano anziani pensano di potersi permettere qualunque cosa perchè tanto bisogna rispettarli data l'età.
Potevi multarlo per minacce a pubblico ufficiale!!!

Anonimo ha detto...

Maddai! Un carrista del 32esimo! Allora sei stato dalle mie parti ... :)

Per il nonno non c'è nulla da dire. A chi mi dice che dagli anziani bisogna imparare rispondo che sbaglio già da sola, senza i cattivi esempi :)

Cris // italianeowyn

KingFreak ha detto...

Ad essere sincero non ho mai visto un carro armato dal di dentro, io avevo l'incarico 25, elettricista!

Ho dei bei ricordi della naja e del Friuli, compreso anche qualche cuore infranto lasciato in quel di Spilimbergo!


ARIETE!

Orologiaio Frustrato ha detto...

"Ci sono momenti in cui hai la sensazione che la follia dilaghi"

boh. droga nell'aria?
o progressivo invecchiamento della popolazione?

comunque condivido il pensiero, lo sai.

Anonimo ha detto...

La follia dilaga... il problema è che nel mondo la quantità totale di intelligenza è costante, ma la popolazione è in aumento :-)
EspritFollet

Anonimo ha detto...

Sì, King, la follia dilaga e io, per esperienza personale, ne so qualcosa.

Sono troppi anni che svolgo il tuo stesso lavoro e ne ho le b...e piene, per usare un francesismo!

Non possiamo assolutamente paragonarci ai berlinesi e da come descrivi quella città verrebbe da dire anche a me "ich bein berliner"...
Putroppo siamo in Italia e l'atteggiamento di moltissima gente sottintende quasi "anche io sono mafioso".
Perdonami l'esagerazione!