mercoledì 14 maggio 2008

Divieto di gettare oggetti fuori dal finestrino


Siamo a tre fermate dal capolinea, 18 metri di autobus, due persone a bordo, i controllori salgono, sembrava una verifica come tante altre, sembrava!
"Buonasera, controlliamo i biglietti!", due donne corrono versa la porta d'uscita, la prima, anziana, scampanella ripetutamente, la seconda, più giovane, impreca!
"Un attimo signore, controlliamo i biglietti prima di scendere?", la nonna cede subito, si era dimenticata di timbrare il suo multi corse, alla richiesta di un documento non fa una piega, però il controllore deve promettere di non farle la multa, un po' difficile il documento serve a quello, ma il controllore con un astro trucco passa il documento ad un collega che scende con l'anziana signora, lui non farà questa multa, un patto è un patto!
L'altra signora, 45 anni, alla richiesta di un biglietto...
Sono appena salita? Troppo facile.
Lo faccio sempre? Non ne è il tipo.
Solo due fermate? Scontatissimo.
...attenzione, sto per rivelarvi una new entry nella top ten delle scuse...
"Ho buttato il biglietto dal finestrino!", senza ombra di dubbio geniale!
Il controllore è sconcertato, i colleghi ammutoliti, questa è troppo anche per loro, "Ma scusi signora perché l'ha buttato?", non segue una risposta precisa, del resto per quale motivo una persona sale su un autobus, timbra il biglietto e poi lo getta fuori dal finestrino, a suo dire stava per scendere e visto che il biglietto era scaduto ha preferito sbarazzarsene senza un vero perché.
La mediazione continua, la signora non ha neanche un documento e la situazione diventa tosta, in più non può rivelare la propria identità, questione di sicurezza nazionale, inoltre aveva la figlioletta che l'aspettava all'uscita della scuola e sorvolo sulla discussione relativa ai mezzi poco efficienti, la signora lamentava il fatto che un biglietto da un ora, quello volato sulla strada, non era durato abbastanza per soddisfare il suo bisogno di trasporto in relazione al costo troppo alto.
Insomma in poche parole il delirio, la situazione degenera, ma si riesce ad avere un tesserino sanitario, molto poco visto che non c'è una foto, ma è un inizio, almeno sappiamo qualcosa, diciamo abbastanza per compilare un verbale, ma non molto per effettuare una identificazione!
Nel frattempo la signora fa una telefonata, chiama un numero misterioso e spiega la situazione alla persona dall'altra parte della cornetta, il controllore incalza, la cosa sta diventando una macchietta, è questo non piace ai controllori, ma la signora insiste e passa il cellulare al controllore!
Viene spiegata una situazione molto ambigua, in parole povere nessuno doveva sapere "per questioni di sicurezza" che la signora in questione si trovasse in città, il controllore replica dicendo che se uno paga la multa nei tempi previsti dalla legge nessuno la verrà a cercare. La signora nel frattempo urla, non so se al controllore o alla persona che era al telefono, ma lei i soldi per la multa non li tirava fuori, visto che il biglietto lo aveva fatto, a mio avviso si era arrivati alla follia. Il controllore si stanca, compila il verbale, lo fa firmare alla signora X, consegna, augura la buona giornata e si allontana!
Adesso faccio un appello, cara CIA, se metti sotto copertura qualcuno, oltre a procurargli nuovi documenti assicurati anche che abbia anche l'abbonamento per l'autobus, se proprio non ci riesci perché capisco che la questione possa essere molto "delicata", almeno addestrali, "Ho buttato il biglietto dal finestrino!" non è una buona scusa da raccontare al controllore, ma soprattutto non è molto "Intelligence" sulla bocca di una persona molto "Deficient"!

16 commenti:

CarMas ha detto...

Ahahah! seguo sempre il tuo blog con un certo divertimento, ma ti giuro che l'uscita della signora "Ho buttato il biglietto dal finestrino" mi ha fatto scoppiare in una fragorosa risata! bisogna ammettere che questa ha usato una certa originalità e una buona dose di fantasia...

Bruno ha detto...

Troppo divertente!

Slurp ha detto...

Eheheh... la fantasia umana è immensamente sconfinata certe volte: cosa non si farebbe per non pagare una multa! :)

Comunque, King, volevo farti una domanda "tecnica": tu, in caso di timbro illeggibile causa obliteratrice malfunzionante (nello specifico inchiostro mancante o quasi terminato), come ti comporti con l'utente? Se la colpa non è imputabile all'utente (che ha effettivamente timbrato), ma all'Azienda (che non controlla gli apparecchi) non è possibile fare una multa, d'altro canto, il personaggio potrebbe non essere onesto...

A me è successo diverse volte di ritrovarmi con biglietti (trenitalia) timbrati ma illeggibili e mi sono sempre chiesto che fa il controllore in questi casi.
Grazie per la risposta!
Ciao!

00pie00 ha detto...

ma non c'è una multa anche per aver gettato oggetti dal finestrino visto che è vietato?

KingFreak ha detto...

Rispondo a Slurp:
Tu timbri, il biglietto è tuo, tu devi controllare che la timbratura sia leggibile, la responsabilità e tua, è scritto ovunque, sui biglietti e sulle obliteratrici!

Se ti accorgi che la timbratura è venuta male devi subito segnalare a chi di competenza il guasto della macchinetta, nel caso degli autobus, lo si segnala all'autista che lo scriverà sul giornale di bordo dell'autobus, ricordandosi la matricola dell'autobus ed eventualmente il seriale della macchinetta difettosa!
In caso di biglietto urbano poco male, dopo un ora scade, nel caso di un abbonamento si va presso le biglietterie l'operatore controllerà la segnalazione del diario di bordo e sostituirà l'abbonamento!

Se il controllore trova un passeggero con una timbratura anomala comunque fa la multa, se il passeggero si è preoccupato di segnalarlo all'autista, si fa ricorso e la multa viene tolta d'ufficio!

Considerazioni personali, molti tentano la truffa del biglietto non timbrato dall'obliteratrice, conosco decine di trucchetti e al controllore basta un attimo per capire chi ci sta provando e chi è in buona fede, basti pensare che tutti quelli che lamentano un biglietto non timbrato, lo hanno fatto sempre su un altro autobus. Il controllore prima di iniziare il controllo si assicura dell'efficienza dell'obliteratrice timbrando un fac simile, tra l'altro serve anche contro gli abusivi "sono appena salito", il controllore è l'ultimo a salire quando lui timbra chi c'è c'è, gli altri si attaccano al tram, in tutti i sensi!

Rispondo a 00pie00:
La multa va da un minimo di 7 euro ad un massimo di 23, personalmente l'ho fatta solo una volta ad un abusivo che aveva buttato la ricevuta gialla fuori dal finestrino, nel caso della signora non avendo accertato l'infrazione il controllore non può procedere, e poi con tutti i problemi che c'erano non mi sembrava il caso, anche se in effetti per un attimo ci avevo pensato!

citaro85 ha detto...

Fantastica la scena della signora che chiede se per cortesia la multa non gliela fa e il controllore la passa al collega "perchè un patto è un patto!"
Credimi che sono scoppiato a ridere...hihihihi
Visto che ti hanno fatto alcune domande, te ne porgo una anche io.
Ho acquistato un Citypass. Solo che al primo timbro che ho fatto, la macchinetta me l'ha forato "troppo in giù" quasi a livello del secondo spazio. Insomma, adesso sono a tre timbri, ma sembra che ne ho fatti già quattro perchè il terzo è arrivato al livello del quarto, ma le scritte sono solo 3.
Posso timbrare anche il quarto e il quinto senza problemi anche se il quinto andrà al di sotto dello spazio corrispondente, oppure mi sono mangiato un viaggio?

(spero di essermi spiegato...)

Ciao!

Nicola ha detto...

Che gente strana che gira sugli autobus!! pure le persone sotto copertura! ; )

Grazie della risposta, nel post precedente, che non ho trovato tanto più pesa di altri giorni in cui si vede davvero che ti stan girando a elica...!

Non avevo pensato anche all'insofferenza degli altri utenti in regola, che costringono l'autista ad aprire!
Ma che fessi, hai ragione, se non si agevola il lavoro del controllore, che ci si lamenta a fare dei portoghesi??

peccato che per varie esigenze mi muovo più spesso in bici e uso si e no un citypass al mese, mi farei volentieri un viaggetto sui mezzi pubblici più spesso, fai proprio una bella pubblicità alla tua azienda e vien voglia di vivere i posti che racconti...

@ citaro85: il citypass può avere al massimo 10 timbri, non è necessario che siano tutti accanto ai numerini, basta che siano al max 10 e che il titolo sia "integro e riconoscibile" dal primo all'ultimo.
Rimando all'addetto ai lavori qualunque ulteriore precisazione!

KingFreak ha detto...

Confermo, l'importante è non avere più di 10 timbri e che siano possibilmente leggibili!

In molti hanno la tua stessa fobia, tutti i giorni c'è sempre qualcuno che viene a lamentarsi che la macchinetta gli ha fregato una corsa, e allora gli spieghi come funziona.
Una volta rimborsavano le corse che non si riuscivano a fare, poi come sempre se dai un dito si prendono la mano e ti ritrovavi con persone che pretendevano il rimborso di citypass lavati a secco, quindi il biglietto è tuo e se non sei in grado di conservarlo "integro e riconoscibile" problema tuo!

Se la macchinetta te lo strappa mentre lo timbri, solito iter segnalazione all'autista del malfunzionamento dell'obliteratrice e reclamo all'azienda, rimborso del titolo, tutto il resto sono considerate scuse inutili di abusivi che ci provano!

00pie00 ha detto...

però rispondere "ah, bene in questo caso ci sarebbe anche un'ulteriore multa" sarebbe stato figo. e avrei voluto vedere la faccia della tipa!

citaro85 ha detto...

Grazie della risposta.
Visto che si parla anche di multe "differenti" dall'assenza del biglietto, King ti è capitato di fare delle multe per altri motivi (vedi quando hai fatto la multa al tizio che ha gettato fuori dal finestrino la ricevuta)? Che so, ad esempio qualcuno che saliva dall'uscita o scendeva dall'entrata...o qualcuno che sporcava il bus, che fumava...(figurati che io una volta vidi uno in fondo al bus che si fumava bellamente una canna...evvai...)

KingFreak ha detto...

Art. 2. - La salita, il viaggio, la discesa
12. usare i dispositivi di emergenza solo in caso di grave necessità, per motivi di sicurezza

Art. 7. - Sanzioni
Per le infrazioni previste dall'art. 2 punto 12 (relative ai dispositivi di emergenza) è prevista una sanzione che va da un minimo di €. 258 ad un massimo di € 1549.

ostelinus ha detto...

KF hai compromesso la stabilità del paese con questa multa... il degrado cominciò proprio da lì...

:)

Anonimo ha detto...

Davvero strano quest'ultimo episodio! Ma volevo farti una domanda... Io abito fuori Bologna, e per andare in centro ho l'abbonamento annuale. Per mia fortuna, il posto dove lavoro è lungo il tragitto della corriera. Ma se per caso non lo fosse, dovrei fare anche un abbonamento dell'autobus, anche se dovessi fare solo due o tre fermate. Ma non ti sembra un po' ingiusto che chi paga un biglietto da 3 €, o ha un abbonamento da 350€, non possa poi girare in città, dove un biglietto costa 1 € e l'abbonamento 250 €??? Solo un parere personale, Grazie.

Orologiaio Frustrato ha detto...

WOW!!!
io ho il cliente dell'FBI, tu l'abusiva della CIA!

ma almeno non potrebbero essere del sismi, per mostrare orgoglio italico? :)

KingFreak ha detto...

Non ho un pensiero personale al riguardo, ma potrei dirtela dal lato del controllore, finché ci saranno abbonati extraurbani che pagano l'integrazione per l'area urbana anche solo per fare due fermate dopo la corriera, colui che non lo fa è in multa!

autistaxcaso ha detto...

Ma voi siete riusciti a restare seri ?
Nel caso complimenti ...
Non era mica scontato riuscirci ...