martedì 27 novembre 2007

Che fine hanno fatto i controllori?


E' un po' che non mi faccio vivo, magari qualcuno ha pensato che i controllori siano spariti, non vi preoccupate, ci sono, sono sempre vigili, ma una nuova parola d'ordine aleggia nell'aria, semplice, che dà libera interpretazione. La parola d'ordine è "soft"!
Non so cosa significa, qualcuno ha provato a spiegarmelo, ma ho ancora dei dubbi. Qualcuno dice che visto che ultimamente sono aumentate le aggressioni, è di poche settimane fa la notizia di un autista pestato al capolinea perché aveva rimproverato dei ragazzini che scampanellavano sull'autobus, forse è meglio andarci calmi, se si inizia a spargere la voce che gli autobus sono posti pericolosi succede che poi nessuno lo prende più, e allora è meglio andarci "soft" nei controlli!
Altri pensano invece che il problema più grande sia la visibilità, purtroppo viviamo in un mondo dove le persone fanno il biglietto perché hanno paura di prendere una multa, invece che fare il biglietto perché stai utilizzando un servizio ed è giusto pagarlo, quindi "soft", significa meno multe ma più autobus controllati, ti fai vedere di più cosi gli abbonati sono più contenti, anche se qualcuno poi ti fa notare che se li fai scappare sei un po' un pirla, ma il controllore non è uno sbirro, lui controlla i biglietti, se una persona non se lo fa controllare e preferisce scendere al volo, che colpa ne ha il controllore? Ma soprattutto dove finisce il suo potere e inizia il buon senso?
Ed è in questo buco legislativo che forse troviamo la spiegazione della parola "soft", si perché alla fine il controllore è un dipendente dell'azienda adibito alla verifica dei titoli di viaggio, un pubblico ufficiale, certo, ma non uno sbirro, e visto che ultimamente pestano anche i poliziotti, il rischio è quello che alla fine, il povero controllore si becca una denuncia per aver semplicemente fatto il suo lavoro, denunciato da una persona senza biglietto, senza documenti che per scappare non ha esitato a sbattere il controllore contro la porta di uscita, riducendo in pezzi la porta e procurando lesioni al controllore!
Insomma, i controllori ci sono, ma non si vedono, o meglio, si fanno vedere la dove ci sono persone in regola, cosi sono tutti felici, controllori, abusivi e abbonati, cosi la cittadinanza tutta non si indigna più, stop hai controllori violenti, stop agli abusivi violenti, stop agli abbonati "Perché non venite la mattina quando l'autobus è pieno di quella gente li...", insomma "soft", un po' per tutti!
Ho ancora dei dubbi, devo essere sincero, ma del resto "un mondo migliore" è un traguardo troppo complicato per un semplice controllore, meglio il "27 del mese", più tranquillo, più alla portata di tutti, più "soft"!

7 commenti:

Actarus ha detto...

"Soft"? Fati le multe con tanto di sconti...!?!?!?

Anonimo ha detto...

Soft vuol dire leggero, tranquillo... lo sappiamo tutti la fine che ha fatto "tranquillo", vero?!?!

Cheo ha detto...

Boh, per come la vedo io c'è sempre la politica dietro, meglio non muovere troppo le acque, meglio passare inosservati ed ognuno rimane al proprio posto, se si comincia ad alzare la polvere magari qualcuno starnutisce e poi contagia qualcun altro e magari un terzo che stava dormendo si sveglia arrabbiato...

KingFreak ha detto...

Parole sagge!

kore ha detto...

Uhm bella. Come trenitalia, loro sono sempre stati per il soft. Ma per soft intendono stare dentro la cabina e non uscire. >.<

KingFreak ha detto...

E dire che i controllori delle FS prendono una cospicua percentuale sulle multe, anche se a mio avviso, pure per loro, il gioco non valga la candela!

Meniscoinferocito ha detto...

.ihihihihih...è così anche da noi ....ihihih... vieni a trovarci,noi siamo il Zena Blog Bus Team....http://blog.libero.it/ex700 ... bye