venerdì 16 novembre 2007

Al ladro!


E' vero, non posso negarlo, gli autobus sono pieni di borseggiatori, tutti i giorni sentiamo di persone che vengono private del proprio portafoglio a bordo di un mezzo pubblico, i controllori non ci possono fare niente, al massimo possono avvisare i passeggeri di stare attenti alle proprie tasche!
I borseggiatori di solito sono sempre abbonati, abbonamenti fregati ad onesti passeggeri, ma legalmente non si può vietare alle persone di salire sull'autobus se provvisti dei titoli di viaggio! Diciamo quindi che se sentiamo qualcuno sull'autobus che denuncia un furto, purtroppo siamo nella normalità, il problema è che questa furtiva abitudine ha generato la possibilità agli abusivi di recitare la scena madre "Oddio, mi hanno rubato il portafoglio con dentro il biglietto!".
Per carità, il controllore non parte prevenuto, ma per esperienza la reazione che ha una persona a cui gli hanno appena rubato il portafoglio è leggermente diversa dall'abusivo derubato!
Le donne ad esempio, se pensi che ti hanno rubato il portafoglio, frughi nella borsa per sicurezza, se non lo fai è forse perché se apri la borsa il controllore si accorge che in realtà è li dentro, oppure le persone che appena gli chiedi il biglietto ti dicono del furto, "Mi fa vedere la denuncia!", chi è stato veramente derubato te la mostra subito, chi no, dice che la sta andando a fare. Certo, mi rubano il portafoglio, prima mi faccio un giro in autobus, poi dopo con calma vado a fare la denuncia, mentre invece la cartina tornasole dei controlori, "Ha già chiamato per bloccare bancomat e carte di credito!", naturalmente no, ma è semplicemente perché nel portafoglio l'unica cosa di valore era il biglietto e il documento, hai visto mai il caso, ti hanno rubato giusto quello che serve per fare una multa! Un punto limite è quando il controllore per cortesia chiama una pattuglia della Polizia per fare subito la denuncia finché siamo sull'autobus, in molti cedono dicendo che forse lo hanno lasciato a casa e non c'è ne bisogno!
Devo essere sincero, la scusa del "Me l'hanno rubato!" è usata pochissimo, per il semplice fatto che per sostenerla devi avere molto fegato, denunciare un finto reato commesso da altri per pararti il sedere è molto squallido, ma c'è chi lo fa, le donne per la maggioranza delle volte, quelle brave riescono a fare anche qualche lacrima, niente in confronto alle lacrime che fa una persona quando scopre che gli hanno rubato il portafoglio, l'esperienza in fiera da quel margine di sicurezza che permette al controllore di capire subito chi ci è da chi ci fa!
Concludo con un consiglio, al di là dell'ironia che ho descritto in questo post, state sempre attenti ai borseggiatori, borse chiuse, portafogli nelle tasche anteriori e diffidate sempre da chi ti chiede se l'autobus va in stazione e poi suona il campanello per scendere alla fermata successiva!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

......magari, visto che ne sai più di me, aggiungi pure qualcosa sul fatto che alle fermate di via indipendenza la possibilità che qualcuno, magari in gruppo, ti si blocchi proprio sulla pedana davanti, mentre dietro qualcunaltro spinge da dietro sia altissima, il pomeriggio ancora di più, se sei donna anziana ancora più; aggiungi che il trucco non è neanche troppo raffinato, dalla via che in tanti se ne accorgono; aggiungi che mai ho visto personale atc (in divisa o in borghese)intervenire, aggiungi che i borseggiatori in autobus SONO TANTISSIMI, aggiungi che è vero che il passeggero ha il dovere di non fare il coglione, ma ha anche diritto a non dover affrontare una corsa in bus da un euro (ovviamente da pagare!) abbracciato alla borsa, con il portafogli nelle mutande e il cellulare tra i denti.
di tutto ciò atc se ne fotte, e i foglietti sui bus con le precauzioni contro i borseggi che periodicamente venivano affissi erano una vera e propria presa per il culo verso quelli che hanno la sfiga di dover prendere per forza il 27b in via indipendenza alle cinque del pomeriggio.

mazzinioblitera

KingFreak ha detto...

L'ultima volta che mi sono permesso di dire qualcosa ad un borseggiatore mi ha minacciato di tagliarmi la gola, e con tutto il rispetto la mia gola vale un pelino di più del portafoglio dei passeggeri, sugli autobus ci lavoro corro già abbastanza rischi per mettermi contro i borseggiatori!

Parlando con un poliziotto in borghese che fa servizio sull'autobus, la possibilità di fare realmente qualcosa è quasi nulla, li prendi, li porti dentro e un ora dopo sono fuori!

Un altra cosa, se sai chi sono, se sai come lavorano, se sai dove lavorano perché non fai qualcosa tu, legalmente parlando hai lo stesso potere di un controllore per quello che riguarda i borseggiatori!

Forse è più facile pagare un euro di biglietto e sentirsi la coscienza pulita, ma alla fine la colpa e di tutti, mia, tua e di tutte le persone che pensano che debba essere sempre qualcun altro a risolvere il problema!


Nel frattempo occhio alle tasche. che è meglio per tutti!

Actarus ha detto...

Mi sa un po di scusa scolaresca... come: il cane mi ha mangiato il compito...
Bella King tutto bene.... forse sono tornato pure io a scrivere sul mio blog... il mio feed rss è cambiato se vuoi aggiornare?!?!?!?
Mi è arrivata all'orecchio che i Los Regis si sono sciolti.... è vero.... scusa l'offtopic.