mercoledì 13 gennaio 2010

Thank you Sara

Oggi in bacheca nella Tana dei Controllori c'era affissa un mail!
Molte volte quando i controllori ricevono segnalazioni da parte di passeggeri che non apprezzano il loro operato, vengono chiamati in privato nell'ufficio del capoccione aziendale di turno per dare le dovute spiegazioni.
In quell'ufficio ci sono stato parecchie volte, ho sentito parole come "maleducato", "arrogante", "razzista" e "ingiusto", tutto questi discorsi molte volte finivano con "So di aver sbagliato e pagherò la multa, ma vorrei che voi prendiate provvedimenti nei confronti di....".
A volte credi di pensare che se l'abusivo che sbaglia paga, anche il controllore che sbaglia deve pagare, tutto sta nel vedere dove si sbaglia.
Per quello che riguarda l'abusivo non ci sono dubbi, lui era senza biglietto, ma stabilire dove ha sbagliato il controllore diventa molte volte difficile!
Dove avrà sbagliato?
Nel fare la multa?
Nell'alzare la voce all'ennesimo rifiuto di esibire un documento?
Nell'incantonare in un angolo l'abusivo con la gambetta pronta alla fuga?
Nel reagire ad una offesa?
Nel non accettare un "Non capisco!" o un "Non parlo italiano!" come un buon motivo per non avere un biglietto?
Il controllore sbaglia in tante cose, per qualcuno ha già sbagliato a priori nello scegliere quel mestiere, ma se partiamo dal presupposto che non sarebbe successo niente se fossi stato in regola con il titolo di viaggio, oppure nella peggiore delle ipotesi a farti multare in grazia di Dio con un documento pronto e senza fiatare, diciamo che forse oltre al "Grazie...Buonasera..." avresti avuto più dialogo con un distributore automatico di sigarette piuttosto che con un controllore, infame che sia!
La gente è strana si sa, non parliamo poi degli abusivi, loro non si sa per quale motivo pensano sempre di aver ragione. Certo pagheranno la multa, ma un motivo per cui quella multa sia ingiusta e chi te l'ha fatta sia uno stronzo, c'è sempre!
Poi un bel giorno spunta Sara, che scrive una mail dopo aver visto i controllori in azione e le parole che mi colpiscono di più sono "... a calci nel culo dato che la maggior parte di queste persone pretendono pure di avere ragione...", dove naturalmente queste persone sono gli abusivi, e conclude sempre la sua lettera con un "Grazie...spero di vederli più spesso questi controllori...".
Adesso apro una piccola parentesi, immagino che Sara abbia usato un eufemismo, non è che se uno non vuol pagare la multa lo si caccia giù dall'autobus a calci nel culo, piacerebbe lo so, ma l'ideale sarebbe che la multa la paghi, poi oltre ai 40 euro viene sempre aggiunto l'eurino del titolo evaso, quindi perchè a quel punto non gli si lascia proseguire anche la corsa?
Poi se questa certezza non l'abbiamo, la certezza che quella multa prima o poi qualcuno la paghi, possiamo parlarne, ma ai controllori interessa solamente che quella multa venga fatta con tutti i criteri necessari, identificando con precisione l'identità dell'abusivo, poi ci penserà qualcun altro a tirare dei calci nel culo se prorpio c'è ne bisogno!
Comunque vada, ringrazio Sara, a volte basterebbe fare un reply automatico a questa mail con destinatario tutte quelle persone, abusivi per lo più, che scrivono mail con richiesta di giustizia sommaria nel confronti del controllore che gli ha appioppato una multa da 40 euro...che si hai sbagliato, ma se pensi che bastino 40 euro per pulirti la coscienza e buttare merda sul prossimo, la tua permanenza nella Settima Bolgia sarà molto lunga e non penso li che diano la possibilità di inviare lettere di lamentele!
A parte gli scherzi, anche i controllori sbagliano e in alcuni casi non ci sono scuse per certi atteggiamenti, in una cosa però non sbagliano mai, se ti hanno fatto una multa è perchè te la meritavi, stop!
Ma se proprio questa cosa non l'accetti, allora prendi per buono che l'hanno fatto per Sara, perchè ha pagato un biglietto e tu no. Poi se sei appena salito, lo fai sempre e sei una persona onesta, non importa, Sara ha pagato e tu no, lei ha diritto a tornare a casa in tranquillità...tu invece?.. lo sai cosa succede alle persone che "...pretendono pure di avere ragione"?
Stai in campana che il King vigila sempre, ma se becchi un'abbonata sono calci nel culo, altro che 40 euro!

2 commenti:

Mario Pe(l)lacani ha detto...

sapessi King che mi e' successo con i nuovi citypass del tipo skipass!!!
dovresti scrivere qualcosa per allertare la popolazione, dire che hanno sbagliato le misure del biglietto, che potrebbero non riuscire a usarlo tutto, che alcuni autobus non hanno le nuove obliteratrici e quindi ne esce un casino...
dillo King, fai un servizio alla collettivita'!

p.s. sia ben chiaro che ero in regola con il mio skipass un po' letto magneticamente e un po' stampigliato meccanicamente

Bufalo ha detto...

@ MarioPe : stavolta m'hai deluso.
Oppure c'hai avuto un brusco calo della vista E del tatto, recentemente.
Perchè si VEDE chiaramente, che il nuovo biglietto (più largo del precedente tipo) c'ha un lembo strappabile lungo una bucherellatura ch'è anche percepibile coi polpastrelli, QUINDI è utilizzabile anche con le vecchie macchinette.

Una cosa da ricordare, e che è successa a me, è di NON piegare in due il nuovo biglietto (com'ero abituato coi vecchi) perchè ha una banda magnetica che DOPO non viene più letta.
Allora, l'ho fatto presente all'autista, e poi sono andato allo sportello-Atc dell'autostazione, dove lo sportellista - sensibile alle difficoltà (ovvie) che l'utenza ha con i nuovi biglietti - m'ha cambiato il citypass "nuovo" con uno di vecchio tipo.