giovedì 3 dicembre 2009

Cattivo

I controllori salgono sull'autobus, un autobus tranquillo, un autobus con poca gente a bordo, giusto per confermare il fatto che i controllori non salgono mai sugli autobus affollati, perchè i controllori si sono rotti le balle di prendere schiaffoni dagli abusivi e insulti dagli abbonati che hanno fretta, meglio ripiegare, meglio salvare il culo!
La solita signora si alza e con fare indifferente si avvicina all'emettritrice di titoli di viaggio, infila il suo euro e con disinvoltura si risiede!
Impossibile non notarla, ma ormai sono stanchi e la lasciano fare, del resto ormai ci si è ridotti a quello, anche ai controllori sta venendo fuori la questione morale, sono stanchi di multare ragazzetti, nonnine, cazzoni che non hanno fatto in tempo a scappare e furbi che tanto non pagheranno mai le multe. Stanchi.
Un controllore inizia la verifica nel momento in cui la signora stacca il biglietto, questione di attimi, del resto se il regolamento parla di "All'inizio del viaggio..." e all'inizio del viaggio la signora non era in regola gli estremi per un verbale ci sono tutti. Uno scambio di cenni convenzionali, ma si preferisce non intervenire, o meglio, il controllore "anziano", quello con ormai 180 giorni di infortunio in 4 anni, fa cenno di lasciar perdere, non ne vale la pena e non ne ha voglia un cazzo, se il mondo va a puttane ormai non è più un problema suo!
Ma se la vuole togliere la soddisfazione, qualcosa gli deve dire, del resto se fino a ieri credevi in qualcosa, non basta un idiota che ti butta giù dalle scale per cambiare totalmente modo di pensare. Forse basta ad affrontare il lavoro in un altra maniera, ma non basta per tollerare le persone che ti prendono per il culo e prendono una cosa senza pagarla, persone che rubano con il sorriso di quelli che la faranno franca.
Forse quel controllore non sta capito, forse quel controllore potrebbe farsi i cazzi suoi che tanto gli autobus girano lo stesso, ormai era tutta la giornata che faceva dei "bonus" perchè andare a rompere i coglioni ad una persona che bene o male il biglietto lo ha fatto?
Bene o male un cazzo...se il controllore non saliva, quella corsa per l'abusiva di mezz'età sarebbe stata gratis, e allora qualcosa bisognava dirgli!
C'è che dice che ormai a questo punto l'idea di andare a sussurrare qualcosa è da coglioni, ormai lo ha fatto il biglietto e se anche è legittimo andare a contestare una multa chi cazzo te lo fa fare?
Il rispetto per chi regolarmente utilizza il titolo di viaggio?
Il rispetto per il tuo lavoro?
Il rispetto per chi ti da uno stipendio?
No fanculo! Quello che ti muove è rabbia, è quella vena gonfia che ti viene sulla tempia sinistra quando vedi le cose che non vanno per il verso giusto, quando vedi un'ingiustizia!
Ma chi è il controllore per decidere cosa è giusto o sbagliato?
La conoscenza del regolamento?
Non lo so cosa sia, non riesco a spiegarvelo, è qualcosa che non ti scrolli di dosso, è qualcosa che prima o poi ti porterà a fare una brutta fine, a giocarti tutto per un ideale, per poi scoprire un giorno che hai solo perso del tempo inseguendolo!
Il controllore cammina lungo l'autobus chiedendo i biglietti e arriva alla signora, le allunga il biglietto ma lui non lo guarda, non gliela da questa soddisfazione. Del resto lo hanno visto tutti che lo hai appena fatto, il semplice gesto di mostrarmelo sarebbe l'ennesima presa per il culo e il controllore non ci sta a questo gioco.
Si avvicina all'orecchio della signora, e gli sussurra "La prossima volta però lo facciamo quando sale e non quando salgono i controllori!".
"Cosa vuole il biglietto ce l'ho!"
"Certo, signora le sto solo dicendo che l'ideale sarebbe farlo appena si sale!"
"Sono salita alla fermata precedente e stavo cercando la moneta..."
"...e guarda caso la trovata proprio nel momento in cui salivo sull'autobus!"
"Ma io che ne so che lei è un controllore!"
Inutile dire che ormai in città anche i sassi conoscono le facce dei controllori, inutile dire che in città anche i controllori conoscono le facce degli abusivi.
La signora va avanti....
"Comunque il il biglietto ce l'ho quindi non mi disturbi!"
Ecco, dopo essere tornato da poco a lavorare dopo un infortunio il buon senso ti consiglierebbe di mollare il colpo, lascia perdere, certa gente capisce solo se gli stampi la faccia contro il vetro dell'autobus.
Non aveva senso andargli i rompere le palle dopo averla vista fare il biglietto, figuriamoci mettersi a discutere con una persona che non ha neanche le palle di ammettere la propria furbizia da quattro soldi.
Ma eri un bravo controllore ed è difficile smetterlo di essere da un giorno all'altro!
Forse non ci crederete, ma fidatevi, non era intenzione del controllori multare quella signora, gesti cosi li vedi fare su tutti gli autobus, ormai è una prassi, perchè impuntarsi proprio con questa signora?
E' un attimo, un attimo brevissimo, un attimo in cui dici a te stesso che questo è un buon momento per fare una multa, una multa che non hai fatto a 200 abusivi che hai incontrato durante il turno, ma oggi, adesso, su quell'autobus quell'abusiva non scenderà da quell'autobus senza la ricevuta gialla, cosi ha deciso, cosi sarà!
"Signora, mi serve un documento!"
"Perché?"
"Perché le devo fare una multa!"
"Io ho il biglietto e non le do niente!"
Inutile raccontare la tiritera, la spiegazione della dicitura sul verbale "Motivo della sanzione: timbrava in ritardo", la minaccia di far intervenire un volante della Polizia con successiva denuncia per rifiuto di declinare le generalità, e giuro su Dio che quella signora se non tirava fuori il documento, invece che andare a casa a preparare la cena per il marito e i figli, avrebbe passato 3 ore nello stanzino delle identificazioni della questura insieme a puttane, spacciatori e borseggiatrici!
Il documento salta fuori, il controllore lo prende e si allontana per compilare il verbale.
La signora inizia a sbrodolare merda sul controllore, ma lui rimane in silenzio e compila il verbale, registra il seriale del biglietto, scrive nelle dichiarazioni del verificatore "Inseriva euro nell'emettritrice appena salivo sull'autobus" e chiede alla signora se ha qualcosa da dichiarare per un eventuale ricorso...
"Cosa scrivo signora, ero appena salita e stavo cercando l'euro?"
"Non scriva niente, cosa vuole scrivere, non sono mica schiava di 40 euro!"
Sarebbe stato bello dire che forse schiava di 40 euro non lo era, ma di uno sicuramente. Che per un merdosissimo euro sei pronta ad offendere e a prendere per il culo chi sta lavorando per portare il tuo culo da qui a la, ma certe cose non si possono dire e allora non le diciamo!
Poi conclude con una frase..."Questa comunque è cattiveria!"
Certo signora, i controllori sono come li volete voi.
Cattivi, forse incattiviti, con quel pizzico di "Figlio di Puttana" che non gusta mai. I controllori sono bastardi, che non multano gli zingari e gli extracomunitari, che non salgono sugli autobus affollati, autobus che non passano mai e quando passano sono in ritardo, sporchi e puzzolenti.
Forse è vero, e se vi fa piacere ci tolgo anche il forse, forse tutto il sistema fa schifo. Ma raccontarlo a chi subisce tutti i santi giorni tutto lo schifo del sistema, non solo per quei 20 minuti in cui aspetti l'autobus e nella mezz'ora del viaggio, io vi parlo di tutti i santi giorni da 10 anni a questa parte e molto probabilmente per i prossimi 20. Diventare cattivi è molto facile se a raccontare questa storiella è una persona che invece di migliorarlo il sistema lo sfrutta per farsi anche lui il suo giro a scrocco per poi nascondersi dietro alla cattiveria di un controllore.
Un euro non basta per avere la coscienza pulita, un euro non basta per pensare di avere pane è figa per tutti, ci vuole molto di più, ma non è più compito mio o del controllore, adesso tocca a voi, perchè siete voi che prendete l'autobus.
Se volete vi posso raccontare tutto quello che non funziona e perchè non funziona, vi posso fare i nomi dei colpevoli, ma a voi non frega nulla, a voi frega solo quando l'autobus è in ritardo e il sevizio non funziona come dovrebbe, aspettate il primo stronzo con la divisa da tranviere gli buttate addosso un po' di merda e pensate di aver fatto del bene, perchè quelli cattivi sono loro!
Troppo facile.
Io ho imparato ad abbassare lo sguardo quando sbaglio, la signora purtroppo non lo ha fatto quando il controllore era disposto a perdonarla, anzi quando l'aveva già perdonata.
Ho imparato anche ad essere cattivo, me lo avete insegnato voi, ho imparato da voi a prendermela con il primo stronzo vestito da passeggero senza biglietto, non funziona cosi? Non è questo il metodo per migliorare il mondo?
Era un po' che non scrivevo qualcosa e qualcuno potrebbe anche dire che se devo scrivere di quanto è merda il controllore nei confronti del povero passeggero che subisce un abuso potrei anche risparmiarmi di stare in piedi fino alle 4 di notte davanti ad un monitor. Ma io so che si trattava di un abusivo e non di un abuso, lo so ma non ve lo posso dimostrare!
Però fate un esperimento, provate a chiedere ad un abbonato o a uno che fa sempre il biglietto l'importo della sanzione, in molti vi risponderanno che non lo sanno...capite adesso perchè la signora non era "...schiava di 40 euro"?
Una fottuta guerra tra poveri ma io sono stanco di perderla sempre.

32 commenti:

S ha detto...

intanto quella stronza paga! avete fatto bene!

littlecaesar ha detto...

Io ti dò ragione, come te l'ho sempre data, e come inconsciamente te ne dò anche in quei rari casi in cui sono in torto. Anzi, ti dirò di più. Secondo me un blog del genere fa venire maggiormente voglia di pagare sempre il biglietto.

littlecaesar ha detto...

Parafrasando Padoa Schioppa (troppo a lungo strumentalizzato per questa frase):
"... dovremmo avere il coraggio di dire che i biglietti (was: le tasse) sono una cosa bellissima.
È un modo civilissimo di contribuire insieme al pagamento di beni indispensabili come i trasporti pubblici (was: la sicurezza), come la tutela dell'ambiente

Anonimo ha detto...

Intanto bentornato. E poi una considerazione: fare il proprio dovere non vuol dire essere stronzo. Stronza è la signora che avrebbe fatto a meno di spendere l'euro, e ci ha provato a non beccarsene 40 di multa. Stronza è lei, e tutti quelli come lei che credono di essere più furbi degli altri. E, se non fosse contro la legge, meritava i 40 euro e pure un paio di schiaffoni, per insegnarle il rispetto nei confronti degli altri che, evidentemente, nessuno le ha mai insegnato.
Saremo pure un paese di furbetti e ladri, ma sapere che c'è qualcuno che ancora è onesto ed ha una dignità solleva il cuore.

Baron Beer ha detto...

Bentornato, King!

Anonimo ha detto...

Bah. Certe persone proprio non le capisco. Sono in torto marcio e invece di stare zitti straparlano a sproposito. E se la vanno a cercare pure col lanternino. E poi gli str...i sarebbero gli altri?!?! Ah, è vero, non ho la più pallida idea di quanto sia la multa qui a Genova.
Avete letto quest'articolo? http://www.leggo.it/articolo.php?id=34799&sez=CRONACA&ctc=0
Andare a pagare la multa no eh? Andare a chiedere informazioni no eh? Meglio andare dagli Avvocati, così si spende meno. Mah?!?!

DByte ha detto...

Caro KingFreak, è un annetto circa che ti seguo, e devo dire che gente come te se ne trova davvero poca in giro, gente che quando fa il suo lavoro cerca di farlo al meglio rispettando le regole. Quando poi il tuo lavoro è quello di far rispettare le regole a qualcun altro, ecco che si diventa antipatici\cattivi\stronzi che dir si voglia, ma sopratutto dobbiamo farci gli affari nostri. Questo dal punto di vista del tuo "cliente". Ma qui sbaglia, perchè gli affari tuoi riguardano proprio lui, quindi non ha scusanti!
Purtroppo in Italia si sta perdendo il senso dell'educazione, sempre più giovani (e non) fanno quello che vogliono fregandosene del fatto che esistano delle regole da rispettare, pensate apposta per una convivenza civile.
Ritengo che tu Kingfreak puoi permetterti di dire "il sistema fa schifo", perchè sei uno di quelli che lotta quotidianamente per migliorarlo, al contrario di molti che lo dicono e non agiscono, e solo per questo sei da considerare un eroe dei giorni nostri.
Io stesso svolgo l'attività di maschera in un cinema, ed è mio dovere far sì che la gente non si comporti in maniera maleducata dentro la sala. Ti confermo che ne ho viste di tutti i colori, sopratutto da parte dei ragazzini: rovesciare il cibo, tirarsi il cibo, urlare apertamente in sala, accendere lucine varie, rispondere al cellulare mentre si proietta... Ma è niente in confronto al ragazzino che ha fatto scattare l'allarme antincedio! :P Visto che la popolazione media è così maleducata, serve che ci sia qualcuno che inculchi nella loro zucchina le regole del posto anche a costo di usare la forza o fare i cattivi, tanto so che in cuor mio sto facendo la cosa giusta.
Eppure, se non lo faccio io, chi lo farà? Qualcun altro? No, se voglio cambiare il mondo devo iniziare a farlo io stesso!

Bufalo ha detto...

o.t.

Quell'autista che ieri sulla via Mazzini ha tirato una gran frenata per non investire un vecchio bagaglio che attraversava la strada COL ROSSO - e, per giunta, senza guardare a destra e a manca - è un idiota inefficiente e un criminale : infatti, gli autisti (dell'Atc e di qualunque compagnia del mondo) hanno PRIMA il dovere di salvaguardare l'incolumità dei propri passeggeri, e POI devono pensare a chi - fuori dal mezzo - non rispetta le regole (che ti sono tanto care e giustamente, Kf).

Avrebbe dovuto tirare dritto, poi fermare con dolcezza il mezzo e chiamare i mezzi di soccorso.

La proporzione - drammatica - è di 1 (vecchio, ma anche se fosse stato giovane non sarebbe cambiato niente, in concreto) contro 70 (tra i quali una donna incinta) ... risultato : 14 all'ospedale.

I miei più sentiti complimenti ... su quel n. 27 avrei potuto esserci anch'io ... è stato meglio per l'autista, che io non ci fossi ...

:-) .

Bufalo ha detto...

(beh ... mica tanto o.t. : il post s'intitola "cattivo").

Anonimo ha detto...

bella Freak ! bentornato !
Pablo

Anonimo ha detto...

Il dramma non è provar a fregare il sistema (che già è sbagliato), ma fare pure gli arroganti quando si viene scoperti.
Ormai il paese è in mano a sti furbetti che non conoscono la vergogna...gente di merda!
Bentornato king!

MAO

Rusce ha detto...

Finalmente una buona notizia!! King è tornato!

Comunque hai fatto bene! Almeno avere la dignita di ammettere le cose....

lazialefracico ha detto...

je la potevi ammollà subito la multa, invece hai voluto vederla illudersi e disilludersi....

Simone ha detto...

Bentornato King!
Come scrivevo nei commenti all'altro post è proprio questo il problema: la gente inizia a fregarsene delle regole (la mia esperienza parla della circolazione stradale) e se glielo fai notare ti risponde come han risposto a te o ti manda direttamente a quel paese.
A me piacerebbe essere un ispettore della stradale per far passare la voglia a tutti questi spavaldi, però poi mi rendo conto che non sta a me fare il giustiziere anche perchè il sistema è abbastanza marcio.
Per questi motivi ti capisco perfettamente quando dici di voler fare il tuo lavoro in maniera più soft.
Ma cavolo, certe volte la cattiveria te la tirano fuori con la forza.
Tieni duro.

Gas ha detto...

Bentornato King =)
Ricorda sempre che noi onesti timbratori (anche per 2 fermate) siamo dalla tua parte ;)
-Gas-

Bufalo ha detto...

i.t.

@ Kf : tu non sei affatto "cattivo", non ti contraddire ... "cattivo" perchè sai fare bene il tuo mestiere, con ottimo uso della psicologia ?

Quando quella stronza (con pochi o tanti soldi in tasca, non me ne frega, sempre merda è) t'ha risposto "Non scriva niente, cosa vuole scrivere, non sono mica schiava di 40 euro !" ...
beh : hai fatto un capolavoro, l'hai spinta a togliersi la maschera, platealmente, davanti a tutti.
A scoprire la contorsione mentale che sta dietro a quello che - per i protagonisti - è sempre un "furto legittimo" (?) e veniale.

Forza Kingfreak : ti ho visto al lavoro, implacabile E giusto, e spero che tornerai bello carico come ai "vecchi tempi".
Da abbonato annuale (prima) e utente col Citypass (adesso), HO GODUTO nel vedere un controllore (finalmente) determinato, prima ancòra di riconoscere le sembianze dell'amico di rete.

Hai il carattere per "risorgere", e pure l'inclinazione coatta.

(un abbraccio).

autistaxcaso ha detto...

x Bufalo:

l'autista doveva tirare dritto e stirare il vecchio ?
... tu riesci a controllare l'istinto di frenare ?

Spero fosse una battuta infelice la tua perchè a stirare una persona che anche non sia sugli attraversamenti ci si incasina l'esistenza; il codice della strada parla chiaro:
Bisogna rallentare e all'occorrenza fermarsi quando un pedone attraversa ...
anche se è fuori dalle strisce
(E senza parlare dei sensi di colpa e dei rimorsi postumi ... maddai lascia stare)

La gente che cade sul bus invece è uno spiacevole imprevisto che può capitare ...
Diciamo che sul bus bisognerebbe reggersi saldamente agli appositi sostegni, cosa che nessuno fa forse perchè hanno tolto l'affissione della regola che una volta era ben visibile)

Giusto dire cmq che dei 14 all'ospedale poi nessuno si è fatto male seriamente ...
leggere escoriazioni nel peggiore dei casi ...
x fortuna certo e qua occorrerebbe avere l'onesta di porsi la domanda:
Sono andati all'ospedale perchè stavano male o soprattutto perchè l'occasione faceva sperare in un risarcimento danni da parte dell'azienda ?
(... come quando si viene tamponati in auto e ci si mette il collarino ... quasi mai perchè si ha subito davvero un danno, quasi sempre per arrivare ad incassare del denaro)

Brazov ha detto...

Aggiungo il mio bentornato a King!!
E giusto per "rompere" un po', sulla saga mio-figlio-non-può-prendere-l'autobus... a seguito delle mie proteste (anche pubblicate sul giornale), sai che ha fatto l'azienda? Ha mandato un'automobile di servizio alla fermata, immagino per vedere se davvero l'autobus passava completo. Ridicoli: bastava chiedere all'autista. Rimborsi? Neanche parlarne.

Conclusione: in tutto questo mare di abusivi, sono l'unico in Italia che anziché fregare, è stato fregato da un'azienda di trasporto pubblico. 50 euro: come una multa. Rode un po' il culo, ma pazienza. Bentornato!!!

Bufalo ha detto...

@ autistaxcaso :

1) "Diciamo che sul bus bisognerebbe reggersi saldamente agli appositi sostegni".

Diocristo : questa paraculata (o "deviazione in calcio d'angolo") te la potevi anche risparmiare ... se afferri saldamente il tubo verticale e l'autista tira una frenata molto brusca, come minimo ruoti di 180° e sbatti la testa contro qualcosa (suppellettile, finestrino, altro essere umano o cane), come massimo ti sloghi un polso e/o una spalla (sempre che tu non cada, ovviamente).
Maddài ... la colpa è SEMPRE dell'utente, eh ?
L'autista doveva stirare l'umarèll :

AMMAZZIAMO TUTTI GLI UMARELLS !!

ABBASSO MASOTTI !!

2) "Sono andati all'ospedale perchè stavano male o soprattutto perchè l'occasione faceva sperare in un risarcimento danni da parte dell'azienda ?".

E che i rapporti tra una parte del personale viaggiante e l'utenza sono macerati e inaciditi, me la conferma questa tristissima chiusura.
Qui bisogna inventarsi dei meccanismi di ricucitura del rapporto ... è urgente, e non vale usare come scusa "tanto è tutta la società, che è fatta così".

Komma ha detto...

Welcome back King!!!

era un pezzo che aspettavo un tuo post e non me ne frega se è un post incazzato, non me ne frega se hai fatto la multa a qualcuno. Mi viene solo da pensare che anche io quando ho torto abbasso lo sguardo e l'ultima cosa che mi viene in mente è infamare qualcun'altro...ma ormai ho imparato che oggi se un cinno torna a casa con una multa (una insufficienza, una ramanzina...è la stessa cosa) la colpa non è mai del cinno ma di quello stronzo di controllore (maestro, professore, poliziotto) e che c'è un padre idiota sempre pronto a sputare merda e menare chi ha osato infangare il nome del suo pargolo idiota...
SIAMO CON TE!

Anonimo ha detto...

X Bufalo:

Visto che lo sport nazionale, a quanto pare, è criticare il lavoro altrui, la prossima volta vieni tu a guidare un bestione snodato di oltre 18 metri spesso pieno bombato di gente, mentre io (autista da 4 anni) sto ad osservare come te la cavi bene, chissà mai che non impari qualcosa......comoda fare i finocchi col culo degli altri, vero?

P.s. Non so chi fosse l'autista in questione, comunque se alla guida dell'autobus che prendi tu ci sono io, e se capita qualcosa tipo frenata brusca, vedrai come fai presto ad abbassare la cresta.

Fabio

Brazov ha detto...

pensierino della sera... metti che la strxxxx si riconosce nella protagonista del blog (perché magari qualcuno glielo dice)... vuoi vedere che nasce un reclamo, basato sui contenuti del post? Voi dite: e su quali basi? Per esempio uno comincia a dire il controllore era prevenuto e il tono del post e le "parolacce" lo dimostrano; oppure: il controllore ammette di aver "graziato" altri e quindi le multe venivano comminate arbitrariamente. Lo so che sarebbero tutte caxxate, ma siamo in Italia!

Insomma KingFreak, prima o poi succederà. Basta saperlo! O_o

autistaxcaso ha detto...

x Bufalo:

Maddài ... la colpa è SEMPRE dell'utente, eh ?

da che pulpito viene la predica ?
Chi ha fatto dell'ironia sulla storia del 27 ?
x quelli come te mi pareva di aver capito che la colpa è SEMPRE dell'autista.

I sostegni cmq (salvataggio in calcio d'angolo o no) esistono e li avranno ben fatti per qualcosa (credo) senno diciamo a chi costruisce i bus che nn servono e si risparmiano tempo e soldi ...
e cmq al limite ...
x me meglio un polso slogato di una testa rotta.

Concordo con te che i rapporti autisti/utenza andrebbero ricuciti ...
x farlo bisognerebbe iniziare a pensare che noi autisti nn è che ci divertiamo a frenare bruscamente, ad essere in ritardo, a rischiare di investire le persone, ecc ecc ...

Sarebbe un ottimo inizio

P.S.
scusami King se sono andato fuori post ma nn potevo nn replicare ;-)

KingFreak ha detto...

Boni ragazzi...boni!

Fa sempre piacere vedere che questo blog da sempre diversi spunti per poter discutere sul tema del trasporto pubblico...

Mi piacerebbe essere super partes, ma io tengo le parti dell'autista, chi non ha mai fatto questo lavoro sicuramente non può capire.
Ma dentro di me ho anche rispetto per il passeggero, l'unico rammarico è che essendo un mezzo pubblico non puoi sceglierlo e quando qualche collega dice che "c'è chi va a soldi" non sbaglia di molto!
A Bufalo posso dire che per certi versi ha ragione e un giorno racconterò di quando ho fatto una fiancata ad un Porche Cayenne che si era dimenticato di mettere la freccia e ai giovani tranvieri insegnerò il trucchetto del colpo di coda...in 7 anni di guida ne ho fatti fuori parecchi di specchietti nella speranza che gli automobilisti prima o poi imparino a non parcheggiare in seconda fila!
Ma quando si tratta di persone che attraversano la strada in maniera irresponsabile dobbiamo starci molto attenti, li si va sul penale e conosco colleghi che si sono anche beccati delle condanne per omicidio colposo senza contare la sospensione dal lavoro senza stipendio!
Per quello che riguardo il discorso del "tenersi stretto" confermo l'idea che forse è meglio che la gente impari a farlo, sei pur sempre su un mezzo in movimento e devi mettere in conto che la circolazione stradale è un caos. Ciò non toglie che è sempre un dovere dell'autista evitare, dove è possibile, brusche frenate o manovre improvvise, e posso confermare che c'è qualche autista che quando c'è il controllo a bordo non ha ancora capito che il controllore mentre scrive ha in una mano il blocchetto e nell'altra la penna, e con tutto il rispetto anch'io sono stanco di tornare a casa con i lividi sulle ginocchia, ma questa è un altra storia!

KingFreak ha detto...

@Brazov

Mi dispiace per la storia di tuo figlio, ma se ti può consolare una volta siamo rimasti a piedi con la macchina di servizio, batteria scarica, chiamata la centrale operativa ci consigliano di spingere la macchina per farla ripartire, cosa che ci si è rifiutati di fare, un po' perchè non mi metto a spingere una macchina su una statale secondo perchè ho comunque una dignità e il rispetto per chi sta lavorando dovrebbe partire prima da parte dell'azienda per cui lavori!
Sta di fatto che invece di mandare un carro attrezzi o un meccanico di piazza con i cavi, hanno mandato un ispettore, senza cavi per batteria, per controllare se realmente stavamo dicendo la verità!
Brazov come ti dicevo tempo fa quello che dice un autista non conta nulla, sai quante segnalazioni di "troppo carico" si fanno, ma qualcuno pensa sempre che sia la solita scusa del lavoratore fannullone per rompere le palle!
Poi come ti dicevo il passo successivo è quello di mandare i controllori e verificare che non ci siano abusivi a bordo, quando poi si accorgono che sono tutti abbonati e che effettivamente ci vuole una corsa bis non ti rispondono neanche, come ti dicevo l'unico modo per risolvere il problema è rivolgersi più in alto, con l'unica soluzione poi di sanzionare l'autista che ha permesso l'eccessivo carico!
E' un circolo vizioso e ci siamo tutti dentro!


Sempre per te Brazov

...il controllore ammette di aver "graziato" altri e quindi le multe venivano comminate arbitrariamente..

Per fare un discorso di questo tipo devi sempre dimostrare che le persone scese prima del controllo siano persone senza un regolare titolo di viaggio...per quello che mi riguarda, per me, erano tutti abbonati con tanta fretta di scendere!

Un ultima cosa, ho scritto circa 250 post in questo blog è sicuramente in tanti si saranno riconosciuti, in un modo o nell'altro, in quello che scrivo...dimostrare anche in questo caso in che luogo si sono svolti i fatti e di quale azienda stiamo parlando diventa un pelo più difficile, possibile certo, ma difficilissimo da dimostrare!

Voi non lo sapete, ma per me scrivere certe cose è molto pericoloso, qualche capoccione aziendale mi ha più volte minacciato di farmi la festa e in molti non vedono l'ora di rimettermi un volante in mano e a testa basta tornare a prendere insulti nel posto guida!
Prima o poi ci riusciranno,molto presto, e io sono anche un po' stanco di fare il martire, ero quasi tentato di chiudere baracca, e ringrazio tutti voi per i numerosi messaggi di ringraziamento per il mio ritorno sulle scene.
Cercherò come sempre di fare del mio meglio per non offendere nessuno, anche se certi abusivi meriterebbero di essere appesi a testa in giù nella pubblica piazza. Ma la fuori è una jungla e io ricevo segnalazioni contro il mio operato tutti i giorni, del resto sono quello che ti fa 40 euro di multa, ma non dimentichiamoci mai che tu sei quello che era senza biglietto,e a casa mia chi prende una cosa senza pagarla io lo chiamo ladro, anche se hai una buona scusa da raccontare quando vieni scoperto, anche se il controllore e l'uomo più di merda sulla faccia della terra!

Brazov ha detto...

Voi non lo sapete, ma per me scrivere certe cose è molto pericoloso

Lo capisco bene invece, per quello ho postato il mio commento! E anche per quello mi stai simpatico :-)

Bufalo ha detto...

@ autistaxcaso : io mi tengo SEMPRE ai sostegni, perchè è facile perdere l'equilibrio anche solo con una frenata "normale" (e il traffico è incasinato, lo sappiamo) e penso al passeggero (giovane, vecchio, di mezz'età) che mi sta di fianco (potrebbe non gradire i miei 90 Kg sul piede, o addirittura addosso, "a slavina").
Però ...

@ Fabio : se non percepisci la differenza tra guidare un mezzo pubblico con anche 100 e passa persone sopra, e il mezzo personale ... beh, è meglio che cambi mestiere.
Anche se conduci la tua auto privata con un solo passeggero sopra, di cui TU HAI LA RESPONSABILITA' ... prima devi pensare a lui, poi all'idiota che ha trasgredito il codice della strada e ti sei trovato all'improvviso davanti.
Se non hai la sufficiente freddezza per farlo ... come sopra : CAMBIA MESTIERE.

@ Kf : il bello del tuo blog, è che si scrive-e-legge della vita VERA, e non le "solite" seghe mentali fini a sè stesse.

"un giorno racconterò di quando ho fatto una fiancata ad un Porche Cayenne che si era dimenticato di mettere la freccia".

E per questo, sei ancòra più "mito" di prima ...

Sull'omicidio colposo ... cazzo, ma non c'era nessun passeggero che ha visto e ha testimoniato in tribunale ?

...

ABBASSO GLI UMARELLS !

KingFreak ha detto...

...ma non c'era nessun passeggero che ha visto e ha testimoniato in tribunale ?

Quando hai assistito al mio magistrale intervento ricordi quanta gente è rimasta a bordo per offrirsi come testimone?

Anonimo ha detto...

@ Bufalo: E tu non percepisci la differenza (sia a livello di responsabilità civile e penale che a livello di rimorso di coscienza)tra qualche persona contusa e un eventuale omicidio colposo? Se non percepisci la differenza...PRENDI IL TAXI!!! Anche perchè nel secondo caso in tribunale tocca di andarci a me che, come tanti miei colleghi, mi alzo alle 5 di mattina per portare a spasso il vostro culo per 1000 euro al mese. Inoltre quando non ho più la patente e l'azienda mi ha messo in aspettativa non pagata ci pensi tu a pagarmi il mutuo e le bollette e a farmi la spesa?

Fabio

Bufalo ha detto...

@ Kf : io !

@ Fabio : NO ! PRENDO L'AUTOBUS !

E poi : qualche contusione contro 1 morto andrebbe ancòra bene - facendo il calcolo col bilancino, come se giocassimo ad un rpg tranquillo, senza clessidra - ma se si sbatte la testa con violenza, ci si può rimanere duri.
E a bordo c'era una donna incinta ...

Anonimo ha detto...

@ Bufalo:

Andrà bene a te, non certo a me che guido. Fidati che in casi come questo io continuo a frenare e (se proprio non posso farne a meno) a ribaltarvi.

I casi qui sono due: o veramente non arrivi a capire che la colpa di tutto è del pedone che ha attraversato col rosso, oppure ci arrivi ma non vuoi ammetterlo solo per poter continuare a polemizzare. Per quanto mi riguarda, con me hai già finito di parlare. Ho cose più interessanti da fare che darti corda, e continuerò a svolgere il mio lavoro come meglio credo, a prescindere dalla tua opinione.

Fabio

Bufalo ha detto...

@ Fabio : quello che ho scritto, me lo disse un tuo collega, qualche tempo fa.
E gli dò pienamente ragione.
Mica per polemizzare : ma QUANTI regolamenti Atc sono attualmente in vigore ?

;-) .

Affermare che la colpa di TUTTO è del pedone, è il solito modo di eludere le critiche al personale viaggiante ...
il PEDONE DEL DESTINO !

Certo che lui ha avuto la sua grossa fetta di responsabilità ... e proprio per questo, secondo me, andava "stirato" per bene ...

;-) .