venerdì 19 giugno 2009

Vorrai spennarli tutti


Ieri salgo sull'autobus e su un sedile trovo un freepress, mi siedo ed inizio a sfogliarlo.
Le solite micronotizie, poi al paginone centrale uno spot di un sito di gioco online "VORRAI SPENNARLI TUTTI", insomma una foto dove una serie di polli sono seduti su un autobus, con un controllore, anche lui pollo, che molto probabilmente sta compilando un verbale!
Adesso che dire, certo siamo nel settore dei luoghi comuni, per la maggior parte delle persone chi chi ti sta facendo una multa lo fa solo per fare cassa o per qualche complotto fantapolitico, a nessuno passa mai per la testa che di solito la sanzione amministrativa viene fatta a chi infrange una legge, e per non prenderla basta semplicemente rispettare la legge, ma qui si va oltre!
L'ho ripetuto molte volte, in alcuni casi quando il controllore trova una abusivo, nel portafoglio di quest'ultimo è più facile trovare una ricevuta della Snai o un Gratta e Vinci piuttosto che un biglietto dell'autobus, sono poi quelli che come scusa usano il fatto che non ci sono soldi a causa della crisi!
Clamoroso fu un signore una volta che lo ammise senza tanti giri di parole, chiamo ladro il controllore e quando gli è stato fatto notare "... però i soldi per la giocata li ha!", candidamente rispose che lui le multe non le pagava perché lui soldi hai truffatori non ne da, il controllore ha provato a chiedere dove stava la truffa alla fine l'autobus l'ha utilizzato, non vedeva in che modo l'azienda di trasporti potesse fregarti 40 euro truffandoti, il signore rispose con un semplice "Fatti i cazzi tuoi!", stacco il verbale e tutto fini con l'ennesima multa carta straccia!
Comunque una cosa è vera di questo spot, sull'autobus ci sono parecchi polli, ci sono persone che le multe te le strappano proprio di mano, anche fisicamente ci assomigliano, sopratutto in quel gesto di alzare il collo appena vedono un controllore, oppure quando alla rinfusa scappano dagli autobus, ma la cosa che mi fa morire è quello sguardo trepidante tipico di chi sta seguendo una corsa di cavalli in un'agenzia ippica, di chi sa che tra un po' gli tireranno il collo...assurdo...patetico...drammatico!
A volte un abusivo lo battezzi ancora prima di salire sull'autobus, quasi come puntare su una corsa sicura e in genere il controllore ci prende, sa riconoscere un purosangue abusivo, ultimamente poi non è neanche tanto difficile, sta diventando come lo slogan del gratta e vinci "Ti piace vincere facile!".
Il bello viene dopo però, di solito quando fai una scommessa metti anche in conto di non vincere, ma l'idea che persa la scommessa ti tocchi pagare anche 40 euro in molti fanno fatica ad accettarla e un vero pollo si sa distinguere anche nelle scuse, è molto proporzionale la cosa nel senso che più sei stato pollo più t'incazzi, se poi ti accorgi che su quell'autobus sei l'unico pollo l'incazzatura è pure doppia!
L'altro giorno sulla navetta per l'aeroporto un Hostes di terra le ha provate tutte, ma "...sono appena salita!" non poteva funzionare perché la linea fa solo tre fermate nei 9 chilometri di percorso, "...lo faccio sempre!" non è credibile dal momento che il biglietto costa 5 euro, andata e ritorno fanno 10, fai 22 giorni lavorativi sono 220 euro al mese, l'abbonamento mensile per l'aeroporto costa 45 euro, se di solito fai sempre il biglietto non sei un pollo ma un super pollo, comunque anche questa scusa non reggeva!
Tralasciamo il discorso sull'onesta e sul fatto che essendo lei una lavoratrice precaria quei 45 euro erano giusto la paga della giornata di lavoro che si apprestava a fare, ma alla fine ha ceduto e ha chiesto al controllore se esiste una buona scusa da dire al controllore per non prendere una multa, il controllore ha sorriso pensando a questo blog, ma gli ha risposto che come il gioco d'azzardo non esiste un metodo per vincere puoi solo scegliere se non perdere e basta, nessun metodo, nessuna scusa, solo una questione di scelta!
Concludo! Nell'immaginario collettivo il controllore, colui che ti multa o l'ente che decide le sanzioni, sono gli spennatori e tu che prendi la multa sei quello che subisce il sopruso, il pollo, la cosa che non capisco però sono le persone che preferiscono buttare via i soldi nei vari giochi d'azzardo. Di sicuro spot cosi non aiutano a far cambiare idea alle persone, ma che ci vogliamo fare la gente è stupida o forse è ingorda, qualcuno è anche disperato lo ammetto, ma di sicuro almeno sull'autobus non è una questione di fortuna, sei in un recinto, non puoi andare da nessuna parte e prima o poi il contadino sceglierà il suo pollo da spennare, solo una questione di tempo, il culo non centra nulla, state in campana....Bom xibom xibom bombom...non me la fate troppo facile!


20 commenti:

Anonimo ha detto...

in realtà la multa è perché la gallina fighetta ha i piedi sul sedile, cosa pensavi!?!?! :)

(questo vale come parlare di figa?)

lazialefracico ha detto...

scusa kingfreak ma la multa non è 50 volte la posta, cioè il ticket da un euro? 1 per cinquanta quanto fa? 50! invece scrivi sempre 40, tu.... quisquilie comunque!

ieri scherzavo quando dicevo "la multa la pagano solo gli italiani", ma mi sa che comunque un po' sia vero: si fa più affidamento sulla certezza della riscossione delle multe agli italiani, ed è forse per questo che non rinunciate assolutamente a farla quando l'invornito nato sotto le Alpi e sopra capo passero vi presenta un citiypass con il timbro del giorno nell'ultimo spazio, e una sovrapposizione della minchia semiilleggibile risalente a più di un mese prima in uno degli spazi precedenti, avvenuta perché la macchinetta era 'mbriaca! quando arriva l'acchiappapolli ndo coje coje!

KingFreak ha detto...

La sanzione sono 40 volte il titolo evaso, 1 euro per 40 uguale 40 euro più uno del titolo evaso 41 euro, al sesto giorno diventano 51, al 61esimo 151!

L'anomalia è sull'aerobus dove il biglietto costa 5 euro e 5 per 40 fa 200 euro, ma a questa domanda nessuno mi ha mai dato risposta!

@Anonimo

Vale vale!

lazialefracico ha detto...

eh no a me la fecero di 45 euro rispetto a un biglietto di 0,90 euro! 50 volte e c'è scritto pure nella vostra cazzo di legge regionale, mi pare! poi 50 diventa 150 quando mandate l'ordinanza ingiuntiva de sta cippa dopo 60 gg dalla multazza!

lazialefracico ha detto...

45,90 fu la multa, cioè

KingFreak ha detto...

Minkia!!!!!

Sei pesissimo!!!
Allora 40 volte la tariffa minima!

area extraurbana, tariffa minima 0-8 KM, 90 centesimi, 40 per 0,90 uguale 36 euro + 90 centesimi del titolo evaso!

36,90 se la paghi subito entro 5 giorni, 45,90 se la paghi entro 60 giorni, 135,90 euro al 61esimo!


Fidati laziale, nessuno ti ha truffato!


Legge Regionale Emilia Romagna n. 30 del 2/10/98

Art. 40



Condizioni di trasporto e sanzioni amministrative
1. Le condizioni di trasporto sono stabilite dalle agenzie e/o dalle imprese di gestione in apposito regolamento di servizio, nel rispetto delle norme di legge, e devono essere portate a conoscenza del pubblico in modo permanente.
2. Se il regolamento è stabilito dall'impresa è trasmesso all'Agenzia locale o all'ente affidante e assume valore dopo due mesi dall'inoltro in assenza di rilievi.
3. Gli utenti dei servizi di trasporto pubblico regionale e locale sono tenuti a munirsi di valido titolo di viaggio, a convalidarlo e conservarlo per la durata del percorso e a esibirlo su richiesta degli agenti accertatori.
4. La violazione degli obblighi indicati al comma 3 comporta:
a) il pagamento dell'importo relativo alla tariffa di corsa semplice per il servizio già usufruito;
b) la sanzione amministrativa non inferiore a quaranta e non superiore a centocinquanta volte la tariffa ordinaria in vigore relativa alla prima fascia tariffaria; l'importo della sanzione è arrotondato ai 0,50 euro superiori;
c) il pagamento dell'importo corrispondente al valore del titolo abusivamente utilizzato, nel caso di utilizzo di titolo di viaggio contraffatto o alterato, oltre a quanto previsto alla lettera b) e fatta salva l'azione penale.

lazialefracico ha detto...

ah ecco, tu parli della minima quando dici 40. però sul verbale ti scrivono già la botta da 50 volte. E nun te incazzà, che t'ho detto cotica?

ma com'è che in partenza dal deposito 2 madonne il 25 esce sempre fuori orario, spesso in coppia? gli abitanti del fossolo la dicono spesso sta cosa...

KingFreak ha detto...

gli abitanti del fossolo la dicono spesso sta cosa...

Le persone dicono tante cose...

lazialefracico ha detto...

"ma se c'ha le zinne viola, de colore ce l'avrà er culo?" questa vale, parlando di quell'altro argomento?

Pel(l)acani ha detto...

King, e fatevi pagare con il gratta&vinci o la ricevuta snai. Hai visto mai?

lazialefracico ha detto...

una volta un autista a Roma quando al capolinea dell'80 in largo val sabbia gli ho chiesto a qual orario corrispondeva la corsa su cui era appena salito, mi ha risposto: "nun lo guardà er cartello, se rispettavamo quegli orari stavamo tutti ar paesello, belli tranquilli"
al fossolo deduco che vige la stessa regola più o meno...

AndyCapp ha detto...

ha chiesto al controllore se esiste una buona scusa da dire al controllore per non prendere una multa
Mostrare le tette non vale ?

Orologiaio Frustrato ha detto...

Laziale, secondo te l'azienda trasporti di bologna denuncerà l'inserzionista per diffamazione? ;)
Sai che loro ci vanno a nozze coi cavilli legali no? ;)

ahaha!

KingFreak ha detto...

@laziale

Io ho guidato per 7 anni, ti potrei dire 200 motivi per cui 2 autobus partono uno attaccato all'altro, ma per la gente è più facile pensare che sia l'autista che si imboschi!
Infatti quanto la gente si veniva a lamentare con me io di solito gli rispondevo che era passata la mia morosa al capolinea e mi ero fatto una sveltina causando un forte ritardo...come si dice a domanda stupida, risposta stupida!

JYog ha detto...

ok, king...
però, quello nella foto della pubblicità non è un bus: è chiaramente un tram milanese mod. carrelli - uno di quelli arancioni che si vedono nelle classiche foto di milano! ;-)
[precisazione tecnica per un controllore/ex-autista come te! :-)]

lazialefracico ha detto...

@orologiao frustrato sui cavilli fanno a gara, ma secondo me hanno altre gatte da pelare: quelli dell'atm di milano pure! per giustificare la non assunzione di un marocchino all'azienda (chiedeva di stare al reprto manutaenzioni) hanno tirato fuori un regio decreto degli anni '30, figurati un po', per rispondere alla vertenza che questo qui gli ha scatenato tramite sui avvocati altrettanto scassamaroni...

@jyog: i tram ci stanno pure a Roma, quelli vecchi e stretti dico: cinque sei linee che fanno pure percorsi lunghi: una dai parioli arriva fino a centocelle! meglio quelli rispetto a certi cassoni diesel puzzlenti anni '80 che ancora circolano.

@kingfreak: basta capire se dal capolinea partono a gli stessi mezi che sono appena rientrati (e allora i ritardi si giustificano di più agli occhi dei profani) oppure no: nel qual caso perché non partono in orario? e allora perché mettere degli orari precisi sui cartelli alle fermate? per le corriere che passano una volta ogni tanto va bene, ma in fondo per gli autobus urbani per anni e anni si sapeva che passavano ogni x minuti l'uno dall'altro e basta!
alla risposta che gli davi cosa rispondevano?

lazialefracico ha detto...

@kingfreak scusa ma sui verbali che compili, la cifra di 40 euro o (36 per le extraurbane) ce la scrivi tu o è già prestampata nella colonnina apposita? nel mio caso era già prestampata, ma 50 volte: ora avete cambiato pure quei moduli? se l'avessi pagata subito, fisicamente presente alla cassa, mi avrebbero fatto lo sconto facendomi pagare 40 volte? può essere... e se pagavo sempre subito ma per posta, cosa avrei dovuto indicare nel bollettino, le 40 volte o le 50volte come da verbale della mia multa? d'altra parte, quando tu scrivi 40 euro, il multato mettiamo che paga al 59mo giorno, si deve ricordare che deve pagare 50 euro, e non quaranta... giusto no?

KingFreak ha detto...

@Laziale
E' scritto tutto nel retro del verbale!

espritfolllet ha detto...

@laziale: il marocchino di Milano NON aveva neppure fatto la domanda di assunzione...
In più se le leggi sono in vigore si applicano, indipendentemente dalla loro data di promulgazione.
EspritFollet

Pel(l)acani ha detto...

le leggi non sono poesie di montale, si cambiano perche' stiano al passo coi tempi, altrimenti arrecano piu' danni che benefici