mercoledì 17 giugno 2009

Miami Vice


Sono tornato in città, ma non è cambiato nulla, o quasi!
Novità non c'è ne sono tante, tranne che un capoccione aziendale si è presentato nella Tana dei Controllori chiedendo ai controllori se secondo loro il tasso di evasione era aumentato negli ultimi tempi, la risata generale dei verificatori presenti penso abbia dato la giusta risposta, ha chiesto anche secondo loro quale potesse essere la causa, ma a quel punto è calato il silenzio, farsi una risata ogni tanto può fare anche bene, offendere chi sta dall'altra parte della scrivania non è bello quando il tuo unico scopo è arrivare al 27 del mese per incassare lo stipendio!
Ma questo infondo non è un problema, come si dice, qualcosa ci si inventerà, infondo sono solo statistiche e le statistiche sono composte da numeri, che girati in molti casi danno risultati diversi, quindi il problema si può risolvere senza spargimenti di sangue, ma con un buon software di calcolo!
E in città che si dice?
Per adesso niente, solita roba, soliti abusivi, in questi giorni di mia assenza sul blog si è parlato di extracomunitari e non, che palle ragazzi, non sapete discutere di altro?
Ma voglio farvi contenti e darvi un po' di carne da mettere sulla brace, vi voglio parlare di Carlos!
Carlos era comodamente seduto quando sono saliti i controllori, era comodamente seduto anche dopo 2 fermate quando hanno iniziato a controllare, lui giustamente aveva una moneta da due euro e l'emettritrice prende solo quella da un euro!
Giustamente Carlos alla richiesta di un documento faceva notare che essendo turista ed essendo in Italia, il documento lo tieni a casa di amici, casomai te lo fregassero, in più nessuno gli aveva detto che la macchinetta non prendeva i due euro, insomma che c'è di male a farsi un giro senza biglietto, cosa che lui voleva fare se non gli fosse stato impedito da una macchinetta che non da resto!
Insomma Carlos era in multa, senza biglietto e senza documento e sopratutto non parlava la stessa lingua del controllore!
Poco male, il controllore è un uomo di mondo e un po' di inglese lo parla, spiega la situazione "...fortiuan iruo or mast call polis..", ma Carlos nulla, non aveva soldi, non aveva documenti!
Vabbo!!! Procediamo a norma di legge, chiediamo al passeggero di declinare i suoi dati, lui li declina. Si scopre che Carlos è americano, di Miami, Florida, o meglio di un paesino fuori Miami, il controllore compila il verbale, il passeggero sembra onesto nel senso che non ha dichiarato dei dati falsi, insomma tutto secondo la legge, perché chiamare la polizia a questo punto?
Si stacca il verbale e lo si consegna, il controllore si sbilancia in un commento nel suo inglese maccheronico "Tobay is a christmas day for you, but remember, christmas day not forever!", ma del resto il controllore non è Sonny Crockett, e un avvertimento fatto da lui, di questi tempi vale meno di una scureggia fatta in un recinto di maiali!
Carlos si allontana chiedendo un buon autobus per raggiungere un posto panoramico dove poter fare delle ottime foto ricordo, il controllore consiglia alcuni punti molto validi e sopratutto con quale autobus raggiungerli, Carlos ringrazia e sparisce tra la folla!
Volevate la storia sull'extracomunitario e ve lo data, ma potevo anche darvi quella della studentessa Erasmus comunitaria con l'abbonamento taroccato o della ragazzo con accento veneto senza documenti ma con un nome Danese simile a quello del batterista dei Metallica!
Che dire, mentre qui si discute su extracomunitari e non, Carlos, Larsen, Taila e una marea di altre persone con nomi molto più nostrani continuano a girare senza biglietto sull'autobus, nulla è cambiato e già io non vedo l'ora di tornare al mare a bere birra e far volare i miei aquiloni, purtroppo le soluzioni ci sono ma come diceva il capoccione aziendale "...la gente s'incazza!", e allora meglio abusivi che passeggeri incazzati.
Quindi non incazzatevi sempre, fate come loro, prendete un autobus e non fate il biglietto, magari oggi la vita vi sorride e riuscite a farvi un giro a scrocco alla faccia del capoccione aziendale e del controllore stronzo, se questo vi rende felici, se questo vi fa star meglio, se questo vi fa sentire tutti uguali, fatelo, ma non date poi la colpa a qualcun'altro delle vostre sfighe, ma sopratutto non chiedete al controllore di farsi prendere a sberle in nome della giustizia, il vento si è alzato e la birra è bella fresca, lui la sua soluzione a tutti i problemi l'ha già trovata!

4 commenti:

lazialefracico ha detto...

ma hai lasciato tutta quella monnezza in spiaggia?
insomma oggi ci fai capire per un'altra volta che la multa se la beccano di sicuro solo gli italiani... daje leghista fatte sentì!
p.s.: com'è che al capoccione gli interessa se la gente si incazza?

AndyCapp ha detto...

@KF bentornato :)
Mi piace sto nuovo corso, non fate un azident con la benedizione dei capi, che chiedere di piu' dalla vita?
Pensa che prendi molto di piu di un ricercatore universitario, insomma non te ne mettere e vivi felice !!

KingFreak ha detto...

insomma oggi ci fai capire per un'altra volta che la multa se la beccano di sicuro solo gli italiani

Come sempre non hai capito, il senso era un altro, ma preferisco che ci arrivi da solo!

com'è che al capoccione gli interessa se la gente si incazza?

Ad esempio, prendi un invornito che non riesce a contare otto timbri su un citypasss e fa il nono, ecco uno cosi, che pensa di essere dalla parte della ragione, s'incazza, e siccome il 99% di quelli che prendono una multa per un motivo o per l'altro pensano di subire un sopruso, s'incazzano!

non fate un azident...prendi molto di più di un ricercatore universitario

Un azident sti du maron...il laureate se vuole fa una bella domandina in via saliceto 3, 7 anni di guida e poi che venga a farsi il culo su un autobus se vuole guadagnare di più, altrimenti stia pure a piangere miseria che a me non fa ne caldo e ne freddo!

Poi non tocchiamo questo tasto che per quello che mi riguardano i ricercatori universitari potrebbero andare anche a zappare la terra che a me non cambierebbe un marone, quindi se hanno scelto di studiare non è un mio problema se guadagnano poco, io a 15 anni pulivo buche di ascensori e respiravo merda, adesso ho 20 anni di contributi sul groppone, quindi se guadagnano poco problemi loro, due sputazze sulle mani e la vanga è sempre pronta se vogliono guadagnare di più!

Anonimo ha detto...

Riguardo a quel che dici su ki trovi privo di biglietto (ossia trattenerlo a forza fino all’arrivo della polizia):

Tu non trattieni nessuno, porco d’un controllore. Tu sei pubblico ufficiale solo perché svolgi pubblico servizio, nulla più. Prova a trattenermi: io becco la multa perché sono senza biglietto, e tu la becchi per sequestro di persona! Limitati a fare il tuo lavoro e non sfogare le tue repressioni in manie da giustiziere, che nessuno te lo fa fare e a te non vien in tasca un cazzo. Lavora e basta, non voler fare il protagonista; limitati a lavorare, represso di merda. Altrimenti ci lasci lo zampino.
Mattia
testorimattia@yahoo.it