martedì 7 ottobre 2008

La parrucchiera



Usciamo dai temi religiosi e ritorniamo alla gente comune, quelli che prendono l'autobus, quelli che lo prendono per andare a lavorare, quelli che "...per due fermate..." il biglietto non lo fanno!
Adesso sei una parrucchiera, ma non hai un salone di bellezza, costa troppo e vista la crisi che c'è in giro investire in bigodini non conviene, meglio fare i capelli in casa, insomma se la montagna non si muove, la parrucchiera prende l'autobus e va a mettere in ordine i capelli a domicilio!
Adesso quanto costa un taglio di capelli non lo so, facciamo 30 euro?
Perfetto, 30 euro, adesso ti faccio una domanda, ma due euro per l'autobus non li vogliamo investire?
Risposta: "No! Ma secondo lei le sembra giusto spendere un euro per due fermate?"
Adesso quando sei un controllore, pagato da un'azienda di trasporti che spende soldi in mezzi, carburante e personale, rispondere a questa domanda è come il laterale destro che lancia un cross all'altezza giusta, alla velocità giusta, ma soprattutto nel momento giusto per colpire di testa al volo e fare un euro goal, perché la guardi negli occhi e gli dici che per lei oggi, queste due fermare costano 40 euro, più di un taglio di capelli!
Ecco, lo so, molti di voi staranno già pensando "Il solito controllore frustrato che gode a fare le multe!", momento dico io, ragioniamo insieme.
Partiamo dal concetto di due fermate, e possiamo dire che varia molto da persona a persona, in genere due fermate sono salgo, fermata, scendo, per le parrucchiere è leggermente diverso, visto l'indirizzo dichiarato verbalmente diventa salgo, fermata,fermata, fermata, fermata, fermata, controllori, scendo di corsa dalla porta posteriore.
Adesso vista questa immagine un po' ambigua del concetto di due fermate, si deduce che a meno che tu non debba girare tutta l'ora del biglietto, non conviene farlo, e possiamo tranquillamente dire, senza falsi pregiudizi, senza cadere nel retorico, che tu il biglietto non lo fai mai.
Perché se ti fai un ora sullo stesso autobus in area urbana , vuol dire che sei un tossico che arriva da capolinea a capolinea, e i tossici tirano fuori i documenti senza tante storie e ti ringraziano per avergli fatto la multa, quindi se non sei un tossico sei un abusivo, oggi è un buon giorno per prendere una multa e una risposta "sborona" ad una domanda idiota!
Naturalmente le parrucchiere girano senza documenti, perché loro non sono clandestini che non fanno mai il biglietto e "...i controllori non ci fanno le multe!", loro sono parrucchiere, e giustamente girano solo con gli attrezzi del mestiere.
Naturalmente i dati a voce non bastano, ci vogliono conferme, e la parrucchiera fa una affermazione che sconvolge il controllore, "Io sono RELIGIONE, e noi non mentiamo mai!", adesso io mi chiedo, che sia una lettrice di questo blog e si è già sparsa la voce che alcuni controllori non fanno le multe alle suore?
Vabbo, torniamo alla parrucchiera, in qualche modo si è riusciti a risalire all'identità, c'è voluto del tempo, e più la parrucchiera aveva fretta di andare, più il tempo necessario per l'identificazione aumentava, fino alla conclusione, che lei era lei, anche se si era confusa sulla data di nascita, ma alla fine era lei!
Avevo già trattato l'argomento della gente che lavora in un post precedente, ma la parrucchiera è dannosa, si sa che le parrucchiere sono portatrici sane di pettegolezzi, e da oggi si moltiplicheranno le leggende sui controllori che fanno le multe solo alla gente che lavora e non agli extraterrestri che non fanno il biglietto. Già mi sento nelle orecchie i commenti delle signore con i bigodini in testa, "...dovrebbero venire la mattina, quando ci sono quelli li!", "Cianno paura di quelli, fanno le multe solo alla gente debole!", per poi concludere con "Fa bene l'omarino, lui li!! Come si chiama?!?", insomma una tragedia per il buon nome dei controllori, ma linfa vitale per i luoghi comuni!
Non so come concludere questo post, posso solo dire che in tempo di crisi risparmiare sul costo del biglietto ci sta, ma fiondarti alla porta appena vedi i controllori mi sembra eccessivo per una professionista. Voglio provarci anch'io, di solito mi taglio i capelli con la macchinetta, magari se la prossima volta vado dalla parrucchiera appena mi toglie l'asciugamano vado via senza pagare. Se mi becca nella macchina mentre esco dal parcheggio posso sempre dire che è stata lei a non darmi il tempo di pagare, del resto ero appena entrato e mi dovevo solo pulire il collo, poi con una faccia grande come il culo la guardo e gli chiedo "Ma secondo lei le sembra giusto spendere 25 euro euro per rasare 3 mm di capelli?", e poi sto li, magari la mia parrucchiera ha una risposta più simpatica dei controllori, magari!

25 commenti:

Anonimo ha detto...

caro kingfreak,
ho scoperto il tuo blog per caso perchè stavo cercando su internet una soluzione alla multa che ho preso ieri e che davvero NON posso pagare...quindi mi viene il dubbio che possa essere tu il mio multatore dato che ho tirato fuori la questione delle due fermate...(dimmi di si...sai che soddisfazione essere la musa ispiratrice di un post sulle multe...). bhe comunque che sia o che non sia tu vorrei chiederti che cosa può capitarmi dato che ora non la posso pagare..e che fra due mesi mi sarà ancora più difficile pagare 150 euro (guadagno 700 euro al mese...pago 350 d'affitto..mi devo laureare a dicembre e quindi non posso lavorare di più e sto avendo un sacco di spese...libri..tasse..stampe..)se non pago neanche i 150 continuerà ad aumentare?..insomma ti assicuro che per me è davvero una pena scriverti questo messaggio.. ma questi 50 euro mi hanno proprio messo in crisi. poi volevo dirti che una mia amica parrucchiera da 15 anni guadagna 850 euro al mese e per arrotondare taglia i capelli in casa a 10 euro..e usa la bici. purtroppo oggi chi non guadagna almeno 1000 euro al mese ha dei SERI problemi anche per mangiare..e a volte risparmiare un euro sul biglietto ti permette di prenderti un caffè..purtroppo stiamo messi così. che tristezza. grazie. se vuoi rispondermi g.bambina@yahoo.it

Orologiaio Frustrato ha detto...

scommetto che per te la puttanata "ma erano solo due fermate" è esattamente l'equivalente del mio "ma l'altra volta la pila me l'ha cambiata subito": una puttanata che siamo costretti a sentire svariate volte al giorno, con interesse pari a zero, vista la falsità dell'affermazione, e visto invece il modo in cui pensano di essere furbe le persone che la dicono. è patetico... e una volta persa la fiducia dicendo una bugia, chi "ci ha provato" deve essere pronto a tutto, con te come con me ;)

la cosa migliore però di questa storia che hai raccontato è IO SONO RELIGIONE.

è il seguito del film "io sono leggenda"? ;)

AndyCapp ha detto...

Tutti abbiamo una nostra puttanata professionale, la mia e' "Non ho assolutamente modificato la configurazione"

Anonimo ha detto...

Buongiorno, mi permetto di intervenire, è da un po' che leggo e mi piace molto questo blog.
La mia solidarietà ce l'hai di sicuro, perchè anch'io fino a 2 anni fa lavoravo con il pubblico e di scuse per non attenersi alle normative ne ho sentite MILLEMILA.
Una domanda: com'è che una di cotanta RELIGIONE si confonde con la data di nascita? Mica ti doveva sfagiolare tutta la sua dinastia! Mah 'ste cose mi sorprendono ancora!!
P.S.: per l'anonimo, scusami eh, forse (e dico forse) era meglio rinunciare al caffè e comprare il biglietto non rischiando nulla che ritrovarsi con una multa che ti crea tanti problemi.
Grazie per l'attenzione
despina

KingFreak ha detto...

Ho scritto RELIGIONE perché non volevo offendere nessuno visto la delicatezza della cosa, sta di fatto che ho dovuto andarla a cercare su Wikipedia per capire se effettivamente le persone di questa religione siano obbligati a dire la verità!

Vorrei rispondere all'anonima lettrice abusiva, spero tanto che tu non sia l'ispiratrice di questo post, perché se fossi tu ti risponderei che forse oggi la multa te la sei meritata tutta perché a volte le multe non si prendono solo perché non si ha il biglietto, bisognerebbe imparare a riconoscere i propri errori e comportarsi di conseguenza!
Per il resto, ti ha detto male, e il mio consiglio se riesci è quello di pagare subito, al massimo chiamare l'ufficio sanzioni dell'azienda per valutare la cosa insieme, però non puoi pensare di essere speciale o differente dall'autista che appena assunto guadagna 850 euro al mese, anche lui con un affitto da pagare e anche lui con i suoi problemi, che però nonostante tutto ti porta in giro e cerca di fare il suo servizio al meglio!
I tuoi problemi li hanno tutti i passeggeri degli autobus, non ho mai visto Flavio Briatore prendere un autobus, ne deduco che sia un mezzo popolare, visto che alla fine con 24 euro uno studente si fa un abbonamento mensile, mi sembrano prezzi piuttosto popolari.
Poi potrei anche dirti che con 190 euro ti fai un annuale, pagabile a rate, scaricabile dalle tasse e che da accesso a diversi servizi gratuiti e sconti per altre cose, un bel risparmio che ne dici?
L'idea che chi da dei "problemi" scelga autonomamente di girare gratis è, a mio avviso, una offesa a chi nonostante i problemi decide di abbonarsi, rinunciando al caffè e scegliendo il mezzo pubblico che serve per andare al lavoro, all'università, a casa e a fare una passeggiata in centro!
Tra l'altro, non per farne un vanto aziendale, ma esistono abbonamenti speciali con persone che hanno problemi, problemi veri, gente che non arriva a fine mese con la pensione, persone malate che devono fare avanti e indietro dagli ospedali, persone con redditi bassi che devono mantenere una famiglia, insomma l'azienda non lascia a piedi nessuno se hanno la buona volontà!
Potevi scegliere tra il biglietto e il caffè, hai scelto il secondo e oggi ti ha detto male, dirti "Ci dovevi pensare prima!", sembra una cattiveria, ma è la realtà, una questione di scelte, tu hai fatto la tua scelta e ne devi pagare le conseguenze!

Mi dispiace, ma il mondo gira cosi, e se scegli di girarlo in autobus devi fare il biglietto, se affidi tutto alla sorte "Salirà o non salirà il controllore" non so proprio cosa dirti, io ho preso diverse multe per essere andato in preferenziale, per "risparmiare" tempo, e le ho pagate tutte, adesso ho imparato, almeno spero, tu prova a fare lo stesso, fai in modo la prossima volta di fare la scelta giusta!

BUSINESS PROMOTER ha detto...

cara parrucchiera, la scusa di non arrivare a fine mese, per 1 euro di biglietto è patetica. I soldi per l'enalotto, per le scarpe alla moda, il trucco e il cellulare si trovano sempre, chissà come mai...

autistaxcaso ha detto...

già ...
soprattutto x il cellulare ...
Il giorno che vedrò la gente farne a meno, forse potrò credere alla storia "è fatica arrivare a fine mese" ma fino ad allora ...

(e poi comunque, avere problemi economici è un'OTTIMA ragione per investire 1 euro nel biglietto)

citaro85 ha detto...

"...però non puoi pensare di essere speciale o differente dall'autista che appena assunto guadagna 850 euro al mese..."

...già...

Bufalo ha detto...

"loro sono parrucchiere, e giustamente girano solo con gli attrezzi del mestiere."

Hai controllato la borsa per benino ?
Sei sicuro che fossero attrezzi da parrucchiera e non di un altro tipo di "professionista" ?
(già sono tartassate dalla Carfagna ... poverine ...).

Ma poi, in definitiva : se erano solo due fermate, si sarebbe potuta fare una breve camminata, no ?
(che scema).

---

o.t.

Oggi ho comprato l'abbonamento annuale personale : un po' perchè mi mancava (dopo tanti anni) e un po' per Kingfreak, davvero ... è bello sapere che, pure in un'azienda "fredda" con l'utenza e con frequenti buchi nel servizio, c'è un lavoratore genuino e passionale come lui !!
(nonostante tutte le cagate che spara).

girl68 ha detto...

ma insomma la multa gliel'hai fatta oppure no?

KingFreak ha detto...

Certo! Non era mica una suora!

Jacopo ha detto...

Giustissimo pagare il biglietto. Diciamo che (e qui mi riferisco all'unica realtà che conosco bene, ovvero Firenze) oltre ad un biglietto da 1,2 euro per 75 minuti ce ne fosse uno da 50 centesimi per 30 minuti (per le tratte brevi) a me schifo schifo non farebbe.

p.s.
Io ho fatto 3 anni di ricerca nell'università con uno stipendio che gli 850 euro non li vedeva nemmeno di lontano (e non abitavo propriamente a casa con la mamma)

MarvinGay ha detto...

Bravo KingFreak!

Lo sai che io sono sempre pronto a confrontarmi con te...
Ti dico che da quando sono in esilio qui nella terra di Minosse do molta attenzione a quello che succcede nella "mia" terra italiana (Ιταλικά).

Mi è piaciuto molto la frase finale della bambina G (forse è il femminile del Bimbo Gigi) di yahoo: "purtroppo stiamo messi così".
A questa frase manca il titolo di una delle ultime canzoni di Fabri Fibra con la Nannini e poi è completa.

Se siamo messi così, e sono io il primo a prendermi le responsabilità, è PERCHE' CE LO MERITIAMO!

In troppi non sono disposti a sbattersi per nulla...
In troppi non sanno fare nulla e pretendolo lo stesso...
In troppi non conoscono i doveri e parlano solo di diritti...
E sono pure troppi quelli che non conoscono i propri diritti...

Il conto da pagare in Italia si fa alla romana e se uno ha preso solo l'acqua e l'altro l'aragosta, si divide e si paga tutti uguale!!!
Una persona, che con gli anni ho imparato ad ammirare, una volta mi ha detto: "se non ti lamenti, non ti lamentare".

Io conosco fin troppa gente, che fa televisione invece di rivoluzione (permettendomi di adattare alla situazione una frase del 1973 di Pasolini - quanto cazzo era avanti quell'uomo!)

Non si va avanti così!

Se tutti rispettiamo le regole del gioco, il gioco è più divertente!

Ci vorrebbe più consapevolezza e tanta meno ignoranza... Perché se siamo messi così è colpa nostra...

autistaxcaso ha detto...

Un particolare interessante da aggiungere è che da quest'anno gli abbonamenti annuali ai mezzi pubblici vengono rimborsati (credo nella loro totalità) dichiarandoli sul 730;
Ok che devi anticipare i soldi, però poi te li ridanno (e nessuno ti può più fare la multa ...)

Shiningtime ha detto...

Mi spiace contraddire autistaxcaso, ma gli ricordo che la "detrazione" prevista per gli abbonamenti ai mezzi pubblici è del 19% (e nemmeno un risparmio "effettivo", se vogliamo vedere, perchè calcolato sul lordo).
In particolare, infatti, il comma della finanziaria cui ti riferisci riconosce una detrazione IRPEF del 19%
dall’imposta LORDA (!), fino a concorrenza del suo ammontare, per le spese sostenute
entro il 31 dicembre 2008 per l’acquisto di abbonamenti ai servizi “di trasporto
pubblico locale, regionale e interregionale”, per un importo non superiore a 250
euro (con un risparmio d’imposta, quindi, fino a 47,50 euro).

Come al solito, tanto rumore per nulla.
Bye!

KingFreak ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
KingFreak ha detto...

ono sempre 50 euro, buttali via!

Mi aggancio anche per rispondere a Jacopo, la storia del biglietto da 30 minuti è come una barzelletta vecchia, non fa più ridere!
Tu dici 50 centesimi per 30 minuti, io dico 270 euro per un anno, che fanno 74 centesimi al giorno, 3 centesimi all'ora.
Tu poi potresti dirmi "Ma io l'autobus non lo prendo tutto l'anno?", va bene, abbonamento mensile da 32 euro, circa un euro al giorno, 4 centesimi all'ora!
Tu dici che non lo usi tutti i giorni, ma solo per andare a lavorare 2 corse al giorno, perfetto, ECOTICKET, 24 euro, 40 corse da utilizzare in 90 giorni, non più di due corse al giorno, se ti fai una botta di conti scopri che 60 minuti diventano 60 centesimi. Se poi vuoi osare puoi anche farti l'ECODAYS 20 euro, 11 giornalieri, 1 euro e ottanta al giorno, 7,5 centesimi all'ora,è non ha scadenza, può essere usato sempre!
Insomma, io adesso non conosco la realtà della tua città, però 5 minuti persi sul sito dell'azienda di trasporti mi hanno fatto capire che dalle tue parti non esiste solo il biglietto di corsa semplice, quindi se uno si sbatte un attimino, sono sicuro, che se uno vuole, può veramente girare tutta la città spendendo molto poco!

Orologiaio Frustrato ha detto...

king, questa tua ultima risposta, su internet dai nerd inglesi, verrebbe commentata semplicemente con

Pwn3d! ;)

che in italiano terra terra si potrebbe tradurre "smerdato". gran risposta!!!! :)

autistaxcaso ha detto...

x Shiningtime

beh è cmq un inizio la detrazione del 19% ...

Varrebbe la pena ricordare che con i soldi spesi per un abbonamento annuale, ci si comprano più o meno 190 litri di verde/gasolio ...

Utilizzati nel ciclo urbano, non è che ci vai tanto lontano,
come dire che il bus resta di gran lunga il mezzo più economico per girare la città.

shiningtime ha detto...

Il 19% non è poi così tanto. Perchè dobbiamo sempre accontentarci del meno peggio? Se il Governo avesse davvero intenzione di incentivare l'uso del mezzo pubblico potrebbe detrarre un 50% del costo dell'abbonamento, perlomeno per alcune categorie di persone (le solite, dopotutto: anziani, studenti, ...). So bene che per queste categorie sono previsti abbonamenti a tariffa ridotta, ma perchè non agevolare ulteriormente?
Invece, pensano a comprare il grana padano! (http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=10339&sez=HOME_ECONOMIA&npl=&desc_sez=).
Aggiungo inoltre, che l'abbonamento annuale di 270€ di cui parlate vale solamente per l'area urbana. Le molte persone che si recano dall'hinterland alla città spesso non sono considerate (ricordo che per i pendolari hinterland-città le cifre degli abbonamenti si moltiplicano esponenzialmente!).

Rispondo all'obiezione "costo benzina" di autistaxcaso: con un motorino (il classico 50cc che ha il 90% degli studenti) si fanno 200-250 km/10€ di benzina. Vantaggi? Sempre disponibile (e non "soppresso" ogni tot. come avviene con i treni rgionali), economico, in orario, personale, non devo fare (in extraurbano) 2-3 km a piedi per raggiungere la fermata.
Svantaggi? Se piove ti bagni, ci paghi bollo, assicurazione, ...
Rimane comunque un modo economico per spostarsi velocemente.
Finchè non si incentiva seriamente il TPL per renderlo economico (e soprattutto efficiente - con particolare riferimento all'extraurbano) ci saranno sempre pro-contro al suo uso, con argomentazioni più o meno valide sia nell'uno che nell'altro campo.

Ciao!

AndyCapp ha detto...

shiningtime: aggiungo una nota ai tuoi conti
Il motorino (la macchina) te lo regalano?
Senno aggiungi un costo iniziale di 2500(12000) euro

KingFreak ha detto...

Caro Shiningtime mi sembra di capire che un buon governo sia quello che riesce a garantire "Pane e Figa per tutti"!
In poche parole l'operaio di 25 anni deve pagare l'abbonamento pieno, lo studente universitario , coetaneo, invece dovrebbe girare gratis?
Oppure tutti gratis, e gli autobus li facciamo spingere dagli schiavi a suon di frustrate!


Motorino..mhm...ottima idea!
Aspetta che ne compro uno..mhm..mi guardo intorno, magari vicino ad una bella scuola dove ci sono i giovani che preferiscono usare il motorino che viaggia a scureggia...mhm...ne ho visto uno che mi piace, aspe che guardo quando costa!
Quello che costa meno costa 1800 euro, (http://www.dueruote.it/nuovo/lista.cfm?tipo=m&cila=50), quasi come 6 abbonamenti annuali, ma chi se ne frega, vuoi mettere con gli sfigati che aspettano il treno!
Potrei comprarlo usato e fottermene di ambiente, traffico e sostenibilità, tanto sono giovane e ho tutto il tempo per diventare un ambientalista con il suv!


Usate pure il motorino, è una scelta, non giudico per questo, di solito quelli che dicono certe cose però, sono quelli che non prenderebbero l'autobus neanche a spingere, e come motivazione dicono che non lo fanno perché è caro e scomodo.
Ti posso dimostrare come e quando vuoi la convenienza del mezzo pubblico rispetto al privato, certo non sarà competitivo come velocità e comodità rispetto al mezzo privato, nel frattempo cercano di portarti da li a la, al minor costo possibile, certo si può sempre migliorare ma non ho mai visti studenti incatenati davanti alla sede dell'azienda di trasporti pubblici, quindi sembra che il problema spunti fuori solo quando il giovane studente viene trovato senza biglietto sull'autobus!
Continuate pur ad usare il motorino, ma se devo scegliere tra un euro e 1800 euro più venti di benzina, se devo risparmiare scelgo l'autobus! Se voglio fare il figo, invece, giro con la mia Vespa e non m'invento scuse assurde per giustificare i miei peccati!

Un ultimo consiglio, non fare mai questi discorsi ad un controllore, se becchi quello che conosco io, proverà anche un certo piacere nel multarti!

AndyCapp ha detto...

C'è una alternativa veloce, economica e non inquinante per il trasposrto urbano.
Si chiama bicicletta

autistaxcaso ha detto...

x Shiningtime:

condivido in pieno quanto Andycapp e Kingfreak hanno scritto, soprattutto quel prezzo di acquisto dello scooter/motorino di cui bisogna tenere conto e a costo di diventare anche un po' monotono, aggiungo la solita considerazione.
Attualmente il servizio trasporti è adeguato alla domanda, va da sè che se questa crescesse l'offerta aumenterebbe di pari passo ...

E se parliamo di efficienza, quando le persone inizieranno a lasciare in garage le auto, anche i famosi ritardi si ridurranno di molto (ricorda che i bus percorrono le stesse strade e per ora non volano ...)

A quel punto, come ricordava Andycapp si potrebbe utilizzare la bici che alle voci ecologia/economia è il massimo
(e ti fa fare anche del moto).
Io dico la verità, con il traffico (e lo smog) odierni, non mi fiderei tanto ad andare in bici per le strade ...
Se non mi arrotano, mi gasano, non è che sia proprio il massimo

Anonimo ha detto...

Fammi capire, g.bambina@.... Ti lamenti perchè ti hanno fatto la multa per "solo 2 fermate"?!?! Beh, se non vuoi correre certi rischi, tanto sono solo 2 fermate, fattele a piedi.