sabato 2 agosto 2008

Agosto


Il controllore dopo un mese in giro tra bassa e collina, tra autobus a tre cifre e tariffe extraurbane è tornato in città.
C'è un problema. E' agosto, e nessuno me lo ha detto!
Chiaro, l'operaio è in ferie, il fuori sede è a casa da "mammà", gli Umarell non escono con il caldo e gli abbonati... gli abbonati fanno domande, troppe domande!
Gli abbonati girano tutto l'anno, vedono gli abusivi, o almeno pensano di vederli, ma non vedono i controllori.
Poi un bel giorno, sarà il caldo, sarà l'orario ridotto, eccoli spuntare come un miraggio nel deserto, la loro figura è deformata dell'aria calda, ma sono loro, gli autobus girano, i controllori vigilano!
Gli abusivi sono sempre i soliti, ma sono molto meno, le percentuali si abbassano, quindi può capitare di salire sugli autobus e scendere senza fare verbali, una sensazione bellissima, che si può provare solo ad agosto, ma questo non fa felice l'abbonato.
L'abbonato non vede un controllore da anni, non lo vede la mattina quando va al lavoro su autobus affollati, non lo vede quando i ragazzini mettono i piedi sul sedile, non lo vede quando l'extracomunitario sale dalla porta sbagliata!
Il controllore non lo vedono neanche quando il "fricchenbois" di turno porta a bordo l'ennesimo cane, non lo vedono quando l'autobus è in ritardo oppure è saltata una corsa, non lo vedono quando gli autisti guidano "... a cazzo di cane!" ma sopratutto non ci sono quando la X persona sale e non timbra.
Insomma i controllori non ci sono mai, troppo facile sugli autobus ad agosto quando non c'è nessuno, ed è in quel momento che, sarà il caldo, sarà il fatto che non sei al mare, sarà che ci hai i maroni girati, inizi a sbrodolargli addosso tutte le frustrazioni tipiche del passeggero accaldato.
Ma il controllore sa incassare, infondo tutto è ciclico, tutti gli anni la stessa storia, diciamo che esiste un prontuario di risposte classiche da regalare al passeggero bisognoso di verità assolute! "Del resto è cosi!", "Cosa ci possiamo fare!", poi qualche controllore non va neanche tanto per il sottile, perché parliamoci chiaro, è agosto anche per loro, fa caldo anche per loro, e soprattutto i controllori lavorano 7 ore al giorno tutti i giorni, se tu non li vedi mai, è un problema tuo, loro al lavoro ci vanno tutti i giorni, e anche per loro sarà arrivato il momento delle ferie?
Lasciatemelo dire, il controllore è un pelo più furbo, lui in ferie ci va quando tutti tornano in città con la sete di vendetta, quello è il momento buono, quando tutti cercano una rivalsa, lui sparisce e allora vedetevela voi con le vostre paranoie. Pensate veramente che al quel povero cristo tutto sudato che controlla i biglietti freghi qualcosa se la mattina sul vostro autobus "... è pieno di gente che non fa il biglietto", il mondo è pieno di abusivi, tutti siamo abusivi di qualcosa, e se vogliono di abusivi i controllori ne trovano quando e dove gli pare, non hanno bisogno di salire sul tuo autobus, per poi finire che quel giorno se vengono, tu ti dimentichi di timbrare, e ricominciamo con i "Sono appena salito!" e "Lo faccio sempre!".
Il solito consiglio in formato estivo, cercate di vivere la vita in polleggio, che la città ad agosto è bellissima e i problemi sono altri, lo so vorresti essere da tutt'altra parte, anche il controllore lo vorrebbe, ma adesso siamo qua, quindi fregatene di chi non fa il biglietto, goditi il viaggio, che se siamo sul tuo autobus, siamo tutti sulla stessa barca. Se fai girare le palle alla gente che lavora per te, oggi è un buon giorno per andare a quel paese, e non c'è abbonamento che tenga, la corsa per quel paese te la offre il controllore, tutto gratis, cosi almeno non ti viene la paranoia di chi fa o chi non fa il biglietto e viaggi più tranquillo! State in occhio!



7 commenti:

ginoilsalumiere ha detto...

...mi sa che devo scappare via... sono senza biglietto...

filippo ha detto...

"alla cazzo di cane" sara' mica una citazione da boris ? :)

Orologiaio Frustrato ha detto...

io ho avuto l'onore di assisterti mentre una abusiva (nemmeno abbonata) si lamentava dell'assenza di aria condizionata sugli autobus. che pazienza...

e pensare che le gentili FFSS sul treno milano-lecco delle 17.50 ogni sacro giorno di questa estate hanno tenuto l'aria accesa... sì, quella calda. l'aspetto del treno era desolante, la gente si lasciava morire, nessuno riusciva a farci niente. ogni santo giorno! LOL.

ti auguro buone vacanze, carino il countdown, quasi quasi lo metto sul mio blog per segnare il mio ritorno... nah, troppo deprimente :)

ciao! appresto!

KingFreak ha detto...

BASITO ===> F4

Rogue ha detto...

No vi prego, non abbiatecela con le ferrovie dello stato XD ecco, io potrei raccontarvi qualche bella storiella su di loro, dato che ci sono dentro fino al collo XD

Giacomo Brunoro ha detto...

ma vogliamo parlare di questo?
http://altoadige.repubblica.it/dettaglio/Protesta-autisti:-%C2%ABTroppi-anziani-sui-bus%C2%BB/1499931

KingFreak ha detto...

Ho letto la notizia, forse è un po' esagerata, ma non hanno tutti i torti, gli umarell sono una fonte di ritardo e moltiplicarli a bordo di un autobus potrebbe essere pericoloso!